Tag Archivi: la mente inconscia

Come realizzare i nostri obiettivi rispettando i tempi stabiliti

La Mente Inconscia - https://www.autostima.net/media/authors/sulprizio.jpgDurante gli anni dell’università, avevo preso l’abitudine di interrompere gli studi nel mese di ottobre per recarmi in Francia nella regione della Champagne, per partecipare alla vendemmia. Lavoravo per circa quindici giorni per poi, con i soldi guadagnati, continuavo a viaggiare in Francia per vacanza. I miei amici dell’università, mi sconsigliavano vivamente di interrompere gli studi proprio nel momento in cui l’attività universitaria riprendeva in pieno e mi dicevano: «Rischierai di non andare avanti bene, di perdere il ritmo dello studio, con gravi ripercussioni per la durata complessiva del tuo percorso».

Inserito da

Come attivare energie superiori per conseguire i nostri obiettivi

La Mente Inconscia - https://www.autostima.net/media/authors/sulprizio.jpgQuando mi iscrissi al primo anno della facoltà di Ingegneria non avevo tutte le idee chiare su ciò che mi aspettava. A quei tempi non c’era ancora Internet, per cui molte notizie venivano reperite con il passaparola. Una delle informazioni che non avevo ancora ben chiara, riguardava il grado di preparazione di base richiesto a chi iniziava la facoltà di Ingegneria.

Inserito da

Il segreto per vivere a lungo e in buona salute

La Mente Inconscia - https://www.autostima.net/media/authors/sulprizio.jpgSono tante le ricerche finalizzate a individuare la ricetta per vivere a lungo e bene. Le comunità dei centenari in vari paesi nel mondo sono oggetto di attente osservazioni volte a capire cosa consenta ai loro abitanti di superare agevolmente il secolo di vita. Sono molte le specificità che caratterizzano e contraddistinguono ciascuna di queste comunità in fatto di nutrizione, stile di vita, interazione sociale.

Inserito da

Come eliminare le abitudini che ci impediscono di raggiungere i nostri obiettivi

La Mente Inconscia - https://www.autostima.net/media/authors/sulprizio.jpgIl grande naturalista francese dell’Ottocento Jean Henry Fabre fece un esperimento utilizzando i bruchi di processionaria. Questi bruchi si nutrono di aghi di pino e usano muoversi in fila indiana, ognuno attaccato con la testa alla coda di quello che lo precede. Fabre prese un grosso vaso in terracotta, dove al centro era piantato un alberello di pino, e vi dispose sul bordo i bruchi di processionaria in modo tale che il primo bruco fosse collegato con l’ultimo, a formare un cerchio completo.

Inserito da

Come ritrovare la nostra forma perduta

La Mente Inconscia - https://www.autostima.net/media/authors/sulprizio.jpgMario,  di  professione commercialista,  ha 40 anni  e il  suo peso oscilla tra i 135 e i 150 chili. Si accorge che sta raggiungendo la soglia dei 150 chili perché avverte un forte desiderio di dormire durante tutta la giornata. I disagi che avverte sono tra i più svariati come, per esempio, impossibilità di camminare su percorsi anche brevi  se  non  facendo  frequenti  soste,  sudorazione  sempre abbondante, mal di schiena. Mario è ben informato e consapevole dei rischi per la sua salute derivanti dall’obesità. Tante volte ha tentato di perdere peso e ogni volta ha interrotto la dieta  riprendendo  a  mangiare  sempre  con  il  pasto  notturno  e solitario delle 2:00 di notte a frigorifero aperto.

Inserito da

Come far venir fuori le immense risorse della nostra mente

La Mente Inconscia - https://www.autostima.net/media/authors/sulprizio.jpgNegli  anni  Cinquanta,  lo scrittore  e  storico inglese Cyril Northcote Parkinson pubblicò l’importante legge che porta il suo nome: «Il lavoro tende a espandersi fino a occupare tutto il tempo a  disposizione  per  completarlo».  Parkinson osservò che l’uomo tende a utilizzare tutto il tempo che ha a disposizione per portare a compimento una data attività.  Riportava l’esempio di un’anziana nobildonna che,  per  scrivere una lettera alla nipote, impiegava un giorno intero:  un’ora per cercare il  foglio,  un’ora per cercare l’indirizzo,  un’ora per comporre il  testo,  un’ora per andare a imbucare la lettera e così via.

Inserito da