Come sviluppare un piano di marketing librario

Emanuele ProperziL’errore più grande commesso da gran parte degli autori di libri è vedere la pubblicazione del proprio libro non come un traguardo, bensì come Il Traguardo.

Questo è il motivo principale per cui in Italia il 99% degli autori di libri non vende più di 1000 copie.

Con l’avvento del self publishing le pubblicazioni aumentano vertiginosamente di mese in mese. Siamo praticamente sommersi di titoli. Il mercato editoriale sforna nuovi libri ogni minuto, stiamo diventando tutti scrittori, il vanity press è un fenomeno di massa…

Ma dove sono tutti questi lettori?
Che senso ha pubblicare se nessuno ti legge?

Se sei un autore di libri, fermati! Metti i piedi a terra e osserva bene il mondo che ti circonda. Cambia subito la tua prospettiva: il tuo obiettivo NON è pubblicare ma raggiungere tanti lettori!

Se vuoi raggiungere tanti lettori, è necessario che la pubblicazione sia per te una tappa esclusivamente intermedia. Dopo la pubblicazione devi  svolgere tante altre attività che servono per raggiungere i lettori. Il grosso di queste attività è promuoverti! Devi dire al mondo intero che hai scritto un libro interessante! E devi andarlo a dire a quella fetta di mondo fatta di persone che nutrono interessi in tema con gli argomenti che tratti nel tuo libro.

Di certo, non è che ti puoi mettere per strada a urlare – anche se alla fine potrebbe anche questa essere una strategia di marketing – ma, inizialmente, devi sviluppare un piano di marketing librario in cui sia chiaro quali sono le azioni che devi fare da oggi ai prossimi 12 mesi, almeno.

Il principale fattore che innesca le vendite di libri è il passaparola e, per autori che non sono famosi, il passaparola non si innesca in poche settimane, ma è necessario un lungo lavoro pubblicitario, che, se vuoi fare sul serio, deve essere lungo almeno 12 mesi.

Sviluppa quindi un piano di marketing librario lungo un anno, composto di tecniche promozionali adatte alla persona che sei, alle conoscenze che hai e ai tuoi obiettivi. Ogni giorno pianta un seme per il tuo progetto, cerca di far crescere il passaparola con una attività costante e determinata.

Fai quello che il 99% degli autori che vende briciole non fa. Rendi visibile e conosciuto il tuo libro. Evita però di fare marketing a vuoto o, ancor peggio, come ho visto fare a decine di autori, di trasformare le promozione in un danno per la tua immagine e quella del tuo libro.

Per evitare dispendi di energie infruttiferi e errori che pagherai molto caro, impara come promuoverti con efficacia, intelligenza e a bassi costi. Studia i corsi di self marketing librario che ti permetteranno di mettere le basi per crearti una carriera vera di scrittore a lungo termine.

In un mercato editoriale pazzesco come quello attuale, se vuoi avere successo, non hai tante alternative, ho impari come promuoverti o sei tagliato fuori. A meno che non trovi una casa editrice che faccia tutto questo lavoro per te, ma, ricordati, che nessuno può presentare, sia sul web che dal vivo, il tuo libro meglio di te. Questo è anche un altro motivo per il quale dovresti prendere in mano la promozione del tuo libro, perché il tuo libro sei tu.

A cura di Emanuele Properzi

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: