Come utilizzare le tecniche negoziali in azienda e comprenderne l’importanza

Foto Iniziale

Sempre più frequentemente sentiamo parlare di tecniche negoziali e della loro applicabilità in molti campi della nostra esistenza.

Che si tratti di relazioni sentimentali, piuttosto che di ambiti relativi al business, o ad altri interessi, le tecniche negoziali paiono costituire un “plus”, un vantaggio competitivo, tale da porci nella situazione di realizzare i nostri obiettivi, se non sempre, almeno la maggior parte delle volte.

Su questo tema esistono diverse scuole di pensiero, ed in quest’articolo intendo indicare alcune principali linee-guida, alcuni piccoli accorgimenti, per applicarle con efficacia in ambito aziendale.

Sotto questo profilo, diversi sono gli obiettivi che ci si può porre.
All’interno dell’azienda, possono insorgere dialettiche, discussioni, su come sia preferibile conseguire un determinato obiettivo, mentre chi sia esterno all’azienda, potrebbe essere interessato, ad esempio, alla vendita di un proprio prodotto o servizio.

Negoziare significa infatti convince gli altri delle proprie idee in vari ambiti.
Ebbene, in tutti questi casi, a parte specifici accorgimenti, che possono essere suggeriti dalle singole situazioni, un principio, che è sempre opportuno seguire, è quello di compiere i seguenti passi:

– Analisi della questione

– Comprendere come la vostra proposta risponda alle esigenze dell’interlocutore

– Comunicare, senza troppi giri di parole, a cosa serve la vostra soluzione e quali sono i relativi vantaggi.

Passiamo ora ad esaminare i vari passaggi, che vi ho proposto. Pensate, ad esempio, di volere vendere un servizio ad un’impresa, oppure di dover partecipare ad una discussione, come responsabili aziendali di un certo settore, in cui dovrete confrontavi, su uno specifico problema, con altri responsabili, che magari hanno un’idea diversa dalla vostra.

Iniziamo, quindi, ad esaminare il primo passo da compiere:
analisi della questione.

A tale riguardo, dovete comprendere, tramite una specifica disamina del caso, se la soluzione, che intendete proporre, si tratti di una strategia interna all’impresa, piuttosto che di un servizio, di cui proponete l’acquisto all’impresa, sia effettivamente una utile in quello specifico caso, rappresentando uno strumento per conseguire un determinato obiettivo.
Per fare questo, dovete iniziare ad analizzare la specifica situazione aziendale, ed essere innanzi tutto convinti voi dell’efficacia delle soluzioni che intendete proporre.
Se non sarete innanzi tutto voi stessi convinti di quanto proporrete, difficilmente riuscirete a convincere gli altri.
Del resto, oggi molte persone, in ogni ambito, sono stufe di sentirsi proporre soluzioni miracolose, che poi non reggono alla “prova dei fatti”. Anche per questo motivo, non potrete proporre le stesse identiche soluzioni in tutti i casi, ma dovrete cercare di compiere uno sforzo di personalizzazione. Anche il marketing, del resto, significa soprattutto dare al cliente quello che il cliente vuole e, soprattutto, quello di cui il cliente necessita.

Visti anche i limiti di spazio di un blog, rinvio al prossimo articolo l’approfondimento degli altri punti per condurre una negoziazione efficace.

A cura di Gian Piero Turletti
Autore di “Progetto azienda”

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: