Come aiutare i tuoi figli ad affrontare i conflitti di tutti i giorni

Foto Iniziale

Il Gioco della Mediazione

Quante volte come genitori vi siete trovati nella necessità di risolvere un litigio tra fratelli, tra vostro  figlio e compagni di scuola e vi siete chiesti quale fosse il modo migliore di comportarvi?
Faccio l’autoritario! Non ne voglio sapere! Faccio metà per uno e siamo tutti a posto!

Perché non educare i nostri ragazzi a risolvere da sé i problemi, rendendoli consapevoli che dentro di loro hanno tutte le risorse per affrontare e attraversare i conflitti di tutti i giorni e di tutta la vita, aiutandoli a vivere in maniera più serena e pacifica?

Vi state chiedendo come fare?
Ne “Il gioco della mediazione” vi svelo i segreti e le strategie per insegnare ai più giovani come gestire e risolvere positivamente i propri conflitti sviluppando le abilità della comunicazione efficace, PNL e del problem solving utilizzando le tecniche proprie della mediazione.

Apprendendo le tecniche della mediazione e di risoluzione positiva dei conflitti, i ragazzi possono risolvere le dispute senza arrivare alla violenza e senza il coinvolgimento diretto degli adulti.

Il primo passo per insegnare ai ragazzi che cosa sia il conflitto e quali sono  i diversi modi per uscirne, dovete trasmettere il concetto che:
il conflitto è normale
-il conflitto è inevitabile
il miglior modo per uscire da un conflitto è attraversarlo

Credo che il metodo migliore per insegnare come attraversare i conflitti sia il gioco e il role play e vi propongo dei simpatici esercizi che potete fare sempre!

Molti storie dei cartoni animati  e anche di film si basano su lotte e litigi. Guardate assieme al bambino una scena del genere e poi chiedetegli di rispondere alle seguenti domande: quanti personaggi sono stati colpiti, feriti o danneggiati;quanti sono stati uccisi ; qual era il motivo della lotta; era proprio necessario combattere o si poteva risolvere il litigio in altro modo, chiedetegli di immaginare dei modi alternativi e non violenti di risolvere la questione. Si tratta di costruire una nuova storia, con un finale diverso, e il bambino può immaginarne più d’uno e magari anche disegnarli.

Abituate i ragazzi a trovare delle alternative creative ai problemi di tutti i giorni coinvolgendoli nelle decisioni: arrivano gli zii a cena, devo andare a fare la spesa ma oggi non ho proprio tempo, come fare? Trovate più soluzioni possibili insieme e poi scegliete la migliore! Questo è fare brainstorming ed è utilissimo per attraversare i conflitti!

Ricordatevi che nel gioco della mediazione non ci sono problemi ma solo questioni da risolvere e che la regola principale è divertirsi insieme!

A cura di Alessandra Grassi
Autore di Il gioco della Mediazione

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: