Adesso puoi diventare l’Obama italiano…

Gianluca PistoreObama ha vinto e io sono emozionato. Ascoltavo il suo discorso e quando ha detto che “noi siamo la più grande nazione della Terra” mi sono commosso. Eppure non parlava della mia nazione ma della sua. Non se se anche tu ai seguito più le elezioni presidenziali Usa che quelle per la regione Sicilia che si sono appena svolte o quelle politiche che verranno a breve. Io le ho seguite, le ho studiate molto attentamente e posso dirti che Obama ha puntato su due pilastri fondamentali: “la migliore organizzazione nella storia della politica” come la definisce lui stesso e un’abilità paurosa durante i comizi.

Già nel 2008 Obama puntò molto sul web, trasformò la politica in politica 2.0. Si affidò a Chris Hughes, 24 anni e co-fondatore di Facebook che gli ha impostato un’organizzazione telematica capace di raccogliere tantissimi soldi di donazioni, capace di mobilitare tantissimi volontari in ogni stato. Un’organizzazione straordinaria che oggi è riuscita a farlo rieleggere “opponendo milioni di voci ai milioni di dollari” come Obama stesso ama ripetere ai suoi sostenitori.

Il secondo segreto di Obama è stato quello di avere una capacità comunicativa fuori dal comune, un’oratoria affascinante e una capacità di ridicolizzare l’avversario che pochi hanno. Pensate a quando disse: “Penso che il governatore Romney non abbia studiato abbastanza come funzionano le nostre forze armate. Ha menzionato la marina, per esempio, e ha detto che abbiamo meno navi che nel 1916”. Silenzio e attesa in aula. “Beh, Governatore, abbiamo anche meno baionette e meno cavalli…”. Ciò che può sembrare astuzia, abilità e capacità è in realtà l’insieme di tecniche precise e schemi che sono assolutamente replicabili da chiunque.

Obama è stato capace di costruire un brand fortissimo passando da sconosciuto ad essere l’uomo più potente del mondo e poi a mantenere questo status. Aveva promesso il cambiamento ed è stato capace di convincere l’America – stretta nella peggiore crisi economica – che il cambiamento non arrivato in 4 anni può arrivare nei prossimi. Come è stato possibile? Obama ha puntato sui nuovi media: è il politico con più fan su Facebook, con più video su YouTube. Vi svelo un segreto: ha perfino acquistato spazi pubblicitari nei videogiochi.

Il Presidente degli Stati Uniti è stato capace di far partecipare i cittadini, ha trasmesso un messaggio che non aveva come soggetto lui: il soggetto era ogni singolo cittadino. Proprio analizzando questo sono nati due audiocorsi che raccolgono l’enorme materiale che ho studiato durante queste campagne elettorali.

L’audiocorso Comunicazione Politica ti spiega passo passo come costruire una squadra, un team vincente, come creare il brand del candidato e come gestire la campagna elettorale. L’audiocorso L’Arte del Comizio è stato creato per affinare le tue tecniche oratorie, per imparare gli schemi ipnotici che Obama stesso ha usato nei suoi discorsi.

Adesso puoi diventare l’Obama italiano, scopri i suoi segreti e tutte le tecniche di comunicazione che devi sapere per leggere la politica e per vincere le elezioni. I migliori corsi di comunicazione per sviluppare un brand – anche per le aziende – sono quelli della politica.

A cura di Gianluca Pistore

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: