5 Trucchi per lasciare il segno della nostra comunicazione

Angela FoiOgni volta che comunichiamo dobbiamo sempre tenere presente che nella testa del ricevente c’è un’inconscia domanda, che mi piace sintetizzare in CCC, cioè Cosa Ci Cavo da quanto mi stai dicendo

Questa domanda è tanto inconsapevole quanto inevitabile, poiché, nel momento  in cui mi accorgo che mi sta arrivando un messaggio inutile, smetto di ascoltare e mi metto a pensare agli affari miei. Tipico dei mariti di mogli troppo loquaci, vero?

Quello che ne consegue è che ogni volta che parlo devo cercare di essere il più essenziale possibile, il più mirato, il più chiaro e il più incisivo, per evitare che nella testa del mio interlocutore passino altri pensieri che lo distraggono dal mio messaggio. 

Troppo facile dire “Non mi ascolti mai!” Che cosa fanno per suscitare attenzione quegli insegnanti che al colloquio con i genitori dicono “Suo figlio è sempre distratto!?

I trucchi di cui vi voglio parlare sono in realtà gli strumenti che abbiamo tutti a disposizione per lasciare il segno con le nostre parole. Quello che pochi fanno è di tenersi in allenamento con TUTTI gli strumenti.

Abbiamo una VOCE che, usata come si deve, ci può rendere speciali. Pensate a quale differenza ci può essere tra un “Ti amo” detto con tono profondo piuttosto che con un tono alto.

La GESTUALITÀ è un’altra risorsa a disposizione di tutti: una gestualità congruente con quanto vado dicendo. Quanta più forza se, anche solo banalmente parlando delle previsioni del tempo, guardo in alto nel cielo.

Poi c’è la MIMICA DEL NOSTRO VISO: sorrisi (anche con gli occhi), risate, denti stretti, smorfie adeguate, atteggiamenti delle labbra, respirazione col naso o con la bocca.

Anche la nostra POSTURA fa una grande differenza. Che effetto può fare se mi congratulo con qualcuno tenendo la testa bassa e guardando di sbieco? Oppure se, sempre congratulandomi,  invece di avvicinarmi a braccia allargate, resto a una distanza eccessiva? E questo è l’esito di una buona o cattiva GESTIONE DELLO SPAZIO!

Questo e molto molto altro ancora troverete in forma descrittiva nella prima parte dell’ebookGiochi Conversazionali” insieme a tanti segreti. 

Nella seconda parte potrete allenarvi con esercizi pensati per sviluppare pensiero veloce e parola sciolta e allenare tutti gli strumenti che avete avuto in dotazione da madre natura!

A cura di Angela Foi

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: