3 Trucchi per studiare bene

Giuseppe MarchesielloEcco alcuni consigli su come studiare bene:
1)studia giorno per giorno ciò che l’insegnante spiega. In questo modo dovrai studiare solo 2-3 pagine alla volta e alleggerirai notevolmente il tuo lavoro. I vantaggi sono molteplici: ti suddividerai il lavoro e dovrai solamente ripassare il giorno prima di una verifica; capirai meglio gli argomenti; se non capisci qualche parte, puoi sempre chiedere spiegazioni e discuterne con l’insegnante in tempo; avendo già studiato l’argomento, capirai meglio le spiegazioni future e potrai intervenire e chiedere approfondimenti.

2)Confronto appunti e Libro: Innanzitutto inizia leggendo gli appunti che hai preso durante la lezione; dopo leggi lo stesso argomento dal libro. Confronta le 2 versioni: nel libro troverai l’argomento in maniera molto più approfondita, ma negli appunti magari ci saranno delle curiosità non presenti nel libro. Dopo inizia la fase sottolineatura. Seguendo la spiegazione avrai sicuramente capito quali sono le parti più importanti e quelle che puoi benissimo saltare. Armati di evidenziatore o matita e inizia a sottolineare le parti del libro che ti interessano, saltando le parti prolisse che non dicono niente di importante o quelle dove si ripete per la centesima volta uno stesso concetto.

3)Riassunti e Mappe concettuali: Ti consiglio di scriverti un riassunto sull’argomento isolando solo ciò che hai intenzione di studiare. Meglio ancora: fai una mappa concettuale completa sugli argomenti del libro. Facendo questo produrrai un testo molto più snello e semplice da studiare anche se contenente tutti gli argomenti e i particolari del libro.
Inoltre lo scrivere una mappa concettuale o un riassunto sarà già come aver studiato l’argomento. Infatti per riassumere un concetto devi per forza averlo capito e memorizzato. Dopo la stesura della mappa concettuale, dovrai semplicemente rileggertela più volte. In seguito, potrai preparare degli schemi misti dove sono presenti delle parti (quelle più chiare) riassunte a schema e delle altre (quelle più complesse e ricche di particolari) riassunte con un breve testo; il tutto integrando le informazioni contenute negli appunti che avete preso durante la spiegazione dell’insegnante. Ora bisogna organizzarsi il proprio discorso. Infatti scommetto che, pur conoscendo tutto sull’argomento, non sapresti da dove iniziare nell’esporlo.

Riusciresti soltanto a rispondere ad una domanda diretta. Come fare? Innanzitutto prendi un altro foglio e scrivi una lista dei vari argomenti su cui si baserà il tuo discorso. Usa frasi brevi e semplici che ti aiutino a ricordare solo di cosa devi parlare . Adesso che hai la tua scaletta, prova a ripetere l’argomento aiutandoti, quando non ricordi qualcosa, con il libro, gli appunti e la mappa concettuale. Dopo che avrai ripetuto più volte l’argomento, prova a ripeterlo di nuovo senza guardare più il libro, ma aiutandoti solo con la scaletta. 

A cura di Giuseppe Marchesiello

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: