3 tipologie di accesso alla Landing Page attraverso una Squeeze Page

Ciao!
Questo è il secondo post che estrapolo dal mio ebook sul copywriting!

Questo è il secondo di una serie di post in cui ti svelerò alcuni dei 59 segreti che ho svelato in “I Segreti del Copywriting”.

Ancora una volta ti invito a leggere attentamente questo post perché anche stavolta, c’è ORO per il tuo business online.

Ti dono questi contenuto col cuore e ti invito caldamente ad integrarli con quanto è scritto nel report gratuito che ho lasciato come omaggio scaricabile immediatamente dalla pagina di vendita (da questa pagina puoi scaricare il report).

N.B.: visto che in questo post uso dei termini di nicchia –inusuali per i meno esperti – che nel libro sono invece chiaramente spiegati, rimango a disposizione per domande e dubbi.

Buona lettura!

Vediamo adesso 3 tipologie di accesso alla Landing Page attraverso una Squeeze Page:

  1. Puoi avere un esempio di quanto sto dicendo nel sito www.RicchezzaVera.com. L’autore di questa pagina sono io. Come vedi predico così come razzolo! J

In questo esempio, prometto un ebook in cambio della e-mail e, in fondo a tutto ho scritto: “per maggiori informazioni visita il blog”.

  1. Se al posto del blog avessimo avuto un minisito, in basso avremmo potuto scrivere una frase del tipo: “No, grazie: rinuncio al mio omaggio e voglio andare direttamente al sito” linkando questo testo al sito stesso. Il discorso non cambia: l’obiettivo è sempre l’e-mail.
  1. Un’altra alternativa è la squeeze page che fa da filtro per il minisito: se vuoi accedere al sito, devi compilare il form. Anche qui ti consiglio un omaggio che può essere un piccolo report, un ebook, un videocorso o un audiocorso, collegati al tema del prodotto che venderai nella lettera di vendita. Nota che da qui in avanti userò il termine “prodotto” per qualsiasi cosa tu venda nella sales page. Anche se si tratta di un servizio, di un oggetto fisico o di un infoprodotto.

Applica alla squeeze page gli stessi principi della landing page. Principi che imparerai con le pagine che seguono, l’unica differenza, ti ripeto, è la lunghezza. Il motivo? Nella squeeze chiedi l’e-mail e offri gratuitamente un e-book, non è che ci sia tanto da convincere: se il visitatore non è interessato, è probabile che non sarà interessato neppure al tuo prodotto principale, pertanto, non vale la pena trattenerlo.

Ad ogni modo, ti rimando ai prossimi paragrafi in cui parlerò diffusamente della questione della lunghezza della lettera di vendita. Più avanti ti spiegherò meglio come fare la squeeze Page.

Dal prossimo post partirà un ciclo di 4 articoli dedicati esclusivamente alla Headline (il titolo) della pagina di vendita: è uno dei miei argomenti preferiti, sono certo che ne rimarrai entusiasta!
😉
1 abbraccio!
A Cura di Josè Scafarelli
Autore diI Segreti del Copywriting

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: