Come comunicare efficacemente attraverso una presentazione digitale

stefano-papariLe presentazioni digitali sono uno strumento sempre più importante per comunicare. A scuola o all’università, in ufficio o ad un congresso, sempre più spesso è utile affidarsi a questo strumento per rendere più chiaro e comprensibile il messaggio che intendiamo trasmettere al nostro pubblico.

Purtroppo, però, spesso accade che la nostra presentazione digitale non sia costruita efficacemente, e ciò comporta che tutta la presentazione risulta pesante ed oscura, con il risultato che il pubblico carpirà solo poche cose del nostro discorso, di solito quelle meno importanti. Gli elementi che riducono l’efficacia della nostra presentazione digitale sono i più disparati, quali il rapporto dei colori dello sfondo, delle scritte o delle immagini, la dimensione ed il carattere del testo, le animazioni messe a sproposito, le strategie di comunicazione. Questi sono solo alcuni esempi di tutti i possibili errori che rendono al nostro pubblico difficile seguire il discorso.

Per ovviare a tutto ciò bisogna conoscere ed applicare alcuni semplici principi, così da trasformare la nostra presentazione digitale da oscura a vincente.

  • Per prima cosa dobbiamo intendere la presentazione come illustrativa ed esplicativa: non dobbiamo approfondire ogni dettaglio, in quanto il pubblico non riuscirà a ricordare tutto. Poiché il nostro cervello ha dei limiti fisiologici, dobbiamo riuscire ad essere molto compatti, ed illustrare solo i pilastri del nostro discorso; in questo modo il pubblico saprà se è interessato o meno ad approfondire il discorso, e lo farà attraverso domande a fine presentazione, ovvero leggendo in prima persona tutto il testo del nostro lavoro. Questo è il principio di essenzialità.
  • Chiaramente non dobbiamo, per essere essenziali, eliminare le parti importanti del nostro lavoro, ma solo i dettagli ininfluenti ai fini della comprensione del discorso. Affinché il pubblico possa trarre la massima comprensione deve avere a disposizione le informazioni essenziali di tutto il lavoro; solo in questo modo potrà crearsi un quadro generale complessivo del nostro lavoro, basandosi su quanto spiegato dalla nostra presentazione. Questo è il principio di completezza.

  • Per trasmettere al meglio tutte le informazioni che ci interessa insegnare al pubblico, bisogna comunicare in maniera chiara: se le nostre slide sono piene di testo, scritto in piccolo, e noi ci limitiamo a leggere quanto scritto, non saremo affatto efficaci nella comunicazione. La nostra presentazione digitale non aggiungerà niente al nostro discorso, né faciliterà la memorizzazione delle nozioni. Invece noi dobbiamo essere bravi, attraverso parole-chiave, immagini-chiave, animazioni funzionali e brevi video a guidare l’apprendimento del nostro pubblico, utilizzando canali comunicativi più semplici, quindi più funzionali. Questo è il principio di chiarezza.

A cura di Stefano Papari

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: