IL SOLO SEGRETO PER MIGLIORARE IL NOSTRO STILE COMUNICATIVO

angela-foiQuesta storiella è ormai un classico, ma è sempre bella.

Un giorno un cieco era seduto sui gradini di un edificio con un cappello ai suoi piedi e un cartello con la scritta: “Sono cieco. Aiutatemi per favore!”. Un pubblicitario che passeggiava lì vicino si fermò e notò che il vecchio aveva solo pochi spiccioli nel cappello. Si chinò e versò altre monete. Poi, senza chiedere il permesso, prese il cartello, lo girò e scrisse un’altra frase. Quello stesso pomeriggio il pubblicitario tornò e notò che il cappello era pieno di monete e anche banconote. Il cieco riconobbe il passo dell’uomo e chiese che cosa avesse scritto sul suo cartello. La risposta fu: “Niente che non sia vero! Ho solo cambiato la forma… OGGI  È IL PRIMO GIORNO DI PRIMAVERA E IO NON POSSO VEDERLO!”

Perché questa storiella? Per sottolineare il fatto, se ancora servisse, che gli esiti dipendono sempre dalla nostra comunicazione. Quando le cose non vanno bene, è certo che se io continuo nello stesso modo di sempre, non posso contare sul cambiamento degli esiti. Poiché si dice che il valore di un messaggio è nell’esito che si ottiene, quando otteniamo esiti diversi da quelli che vorremmo è dunque inevitabilmente colpa nostra.

Ma come fare a cambiare il nostro stile comunicativo? Innanzitutto rifiutandoci di dire la terribile frase: “Sono fatto così!” e andare invece alla ricerca di consapevolezze, mettendoci in discussione. Questo e’ il solo segreto!

Ormai c’è in giro così tanta letteratura sul tema comunicazione, che basta solo volerlo per migliorare. Quello che è più difficile è il tempo da trovare e la disponibilità a fare la fatica necessaria per migliorare, perché l’esito non è immediato, è una strada da percorrere un passo dopo l’altro, con costanza e soprattutto desiderio. E’ la stessa cosa che succede quando studiamo una lingua straniera, un pezzettino per volta e poi arriva il giorno in cui scopriamo che… Abbiamo capito quello che ci è stato detto!

Miracolo! Miracolo? No! L’esito del nostro lavoro e del nostro desiderio.

Io che ho insegnato inglese per tanti anni, mi sono spesso sentita chiedere un metodo miracoloso per impararlo IN FRETTA! Questo metodo non esiste. Davvero! Una lingua, così come uno stile comunicativo diverso dal nostro solito, hanno bisogno di un buon allenamento. Serve allenare la voce, la gestualità, la prossemica e servono esercizi per sviluppare il pensiero veloce che ci permetta di scegliere non solo i contenuti ma anche le parole più giuste. Per chi ne riconosce il valore è davvero un percorso interessante.

A cura di Angela Foi

 

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: