Rinnovarsi per Innovare


La crisi che stiamo vivendo è di sicuro senza precedenti, purtroppo però mi capita di incontrare troppo spesso imprenditori e dirigenti aziendali che attribuiscono a questa tutte le responsabilità dei risultati economici della propria azienda
. In realtà, in molti casi, questo si rivela un grande alibi, una giustificazione dietro cui nascondere l’incapacità di fare strategia ed innovare. È più facile infatti cercare le cause del proprio insuccesso al di fuori di noi piuttosto che guardandosi dentro.

In realtà è proprio in questi momenti difficili che si può e si deve trovare la forza di reagire, ripensando il modo il fare impresa e soprattutto mettendo in discussione la propria organizzazione. È altresì vero che questo implica però l’assunzione di un atteggiamento diverso che provo a focalizzare intorno ad alcune parole chiave:

  • Umiltà

L’umiltà è uno dei quei valori molto spesso concepiti in maniera negativa ma che al contrario rappresenta l’atteggiamento giusto da assumere per individuare il problema e prendere coscienza dei propri limiti ed errori. Comprendere cosa e dove si è sbagliato è il primo passo per risolvere in modo efficace i problemi del nostro modo di condurre l’azienda e per trovare la strada per ripartire.

  • Ripensamento

Ripensare significa in primo luogo provare a guardare sotto una luce diversa la propria situazione. Non vuol dire ripiegarsi su stessi e magari soffermarsi inutilmente su errori o criticità; è necessario pensare in maniera diversa, identificare i punti di forza di cui disponiamo, individuare le opportunità verso cui muoversi, prendere coscienza in sostanza di ciò che può rilanciare la nostra impresa.

  • Visione

La motivazione, ossia la forza di muoversi per ripartire, non può prescindere dall’avere una visione chiara per la propria azienda. Dobbiamo quindi trovare il modo e il tempo di fermarci e pensare, di guardare oltre anche ricominciando a sognare un po’. Non sto parlando di utopie o di desideri impossibili, ma di saper immaginare un futuro raggiungibile ed obiettivi realizzabili per il proprio business.

  • Coraggio

Guidare e dirigere significa in primo luogo assumere decisioni e fare delle scelte. Questo però non è possibile se si ha paura di osare. Credere fermamente in qualcosa, aspirare fortemente al raggiungimento di un obiettivo vuol dire dotarsi del coraggio necessario per muoversi e tirarsi dietro colleghi e collaboratori.

Umiltà, ripensamento, visione e coraggio, sono a mio parere gli elementi costitutivi di un  rinnovamento aziendale; da questi allora possiamo definire una nuova missione per la nostra azienda, consci che per cambiare è importante innovare, ossia costruire nuovi schemi di pensiero, di comportamento e quindi, siccome parliamo di azienda, anche di organizzazione e di gestione. In due parole Rinnovarsi per Innovare, pronti ad affrontare sì nuove sfide ma con strumenti nuovi ed un approccio mentale diverso.

Io sto applicando questo metodo al mio modo di fare impresa e sto cercando di aiutare i miei clienti a fare lo stesso; posso assicurarti che qualcosa sta cambiando e si cominciano a vedere anche risultati tangibili. E allora perché non provare?

A cura di Stefano Berdini

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: