Foto Iniziale

OPZIONI: la vera libertà finanziaria per sempre

Salve carissimi lettori, in questo articolo e nel prossimo vi mostrerò la vera potenza delle opzioni finanziarie, in tutto il loro splendore. Cominciamo nel dire che il trading è in assoluto la migliore attività esistente al mondo ed è indubbiamente il mezzo per arricchirsi online più rapido e serio in assoluto, non è il sottoscritto a dirlo, ma bensì uno degli operatori economici più famosi del mondo, Joe Ross, un trader che è stato in grado di trasformare in un anno diecimila dollari in un milione di dollari esclusivamente con il trading online.

D’altro canto non sorprende nemmeno che sia la principale attività degli emirati arabi e di tutti i grandi capitalisti occidentali che pur partendo da umilissime origini hanno costruito patrimoni multimilionari con il trading. Il trading è un’attività seria e molto redditizia, ma molto complessa. Uno studio rileva che solo l’11% dei traders è in grado di vivere solo ed esclusivamente di trading online.

Ciò è dovuto al fatto che molti si cimentano nel mercato privi di competenza e privi delle giuste strategie. Io vedo il trading come un’immensa vasca piena di soldi, o meglio un generatore di liquidità. Io non sono un investitore a lungo termine, e ne tanto meno a medio, io sono uno speculatore a breve termine che usa le opzioni per reperire liquidità, liquidità che amo in parte investire in attività durevoli come immobili e in parte spendere per mantenere alto il mio tenore i vita. Perché ricordate che la base di partenza per investire è sempre la liquidità, e il mercato finanziario, e in particolar modo le opzioni, sono fatti a posta per reperire liquidità.
Ora scendiamo nei particolari della materia, proseguendo nello specificare che le opzioni, tra tutti gli strumenti finanziari sono  davvero i più elastici, versatili e redditizi. Fu Robert Kiyosaki a farmi capire quanto siano forti questi strumenti rispetto agli altri, non a caso egli stesso inserisce nel suo mitico programma educativo “CASHFLOW 202” unicamente questi eccezionali strumenti finanziari.

Sono davvero i meno rischiosi e redditizi, oltre al fatto che lasciano una grande libertà operativa, infatti è possibile operare sia intraday che overnight, e non solo ormai è noto che con esse è possibile pure guadagnare qualunque sia la direzione del trend di mercato, e cioè rialzista, ribassista o laterale. Vi dirò di più operando con le opzioni in modo combinato è possibile portare la probabilità di successo largamente dalla nostra parte, potendo guadagnare in 2 direzioni su 3, e questo è possibile solo conoscendo le giuste strategie che spiego nel mio ebook, all’interno del quale troverete inoltre eccezionali elementi di analisi, che insieme alle strategie proposte porteranno la vostra probabilità di successo tra l’80 ed l’85% (in media, molti fanno anche di più).

Quello che voglio ben sottolineare, e che le opzioni sono totalmente diverse dallo scalping. Primo perché l’effetto leva delle opzioni è un effetto del tutto naturale, cioè è una proprietà intrinseca dello strumento finanziario, creato a posta per speculare in tutta sicurezza e per proteggere i propri investimenti, invece nello scalping non è così, è un’operatività molto più nervosa in quanto si opera con denaro ottenuto in fido e che dovrete restituire entro la fine della giornata di contrattazione, pena la nascita di interessi sul capitale preso in prestito, per non parlare che dovete per forza rimanere ancorati davanti il monitor (davvero stressante), non avendo così la possibilità di godere di un attivo patrimoniale che lavora in via automatica per voi. Si tratta infatti di una leva “artificiale”.

La regola d’oro del nostro Giacomo recita: “taglia le perdite e lascia correre i profitti”, le opzioni sono la materializzazione di ciò, perché in posizione d’acquisto possiedono un potenziale profitto illimitato e allo stesso tempo non potete mai scendere al di sotto del capitale investito, mentre con lo scalping se malauguratamente uno stop loss dovesse fallire… AUGURI.

Con le opzioni la prospettiva di guadagno e di profitto supera il 150%, e la cosa che mi ha spinto ha fare questa parte dell’articolo è che l’altra sera sono stato in un locale di Rende (vicino Cosenza) con uno scalper che si destreggiava sul fatto che era riuscito a guadagnare circa 80 euro su un breakout, e il bello che per lui era una cosa straordinaria. Così gli chiesi incuriosito quale fosse il capitale di rischio investito, e rimasi estasiato dal fatto che aveva guadagnato 80 euro su circa 3000 euro di capitale investito!

Signori miei il trading è una disciplina che preclude dei rischi, e dal momento che per operare dovete per forza correrli fatelo per profitti decenti in ragione del capitale investito, fatelo per profitti che possono cambiare davvero il vostro stile di vita, e non semplicemente per pochi euro in più a settimana se proprio vi va bene, perché a questo punto è meglio cercarsi un bel lavoretto part-time zero rischi.

In pratica io con le opzioni ci vivo, rappresentano circa il 90% del mio reddito complessivo, ma per raggiungere questi livelli non basta acquistare il mio ebook, esso è molto completo, cioè nel senso che una volta preso non dovrete acquistare altri libri e nè seguire costosi seminari di approfondimento, ma comunque dovrete studiarlo più e più volte e dovrete fare molta pratica, con volontà e passione.

Facendo tutto ciò vi assicuro che i benefici che ne trarrete in futuro saranno grandi e durevoli fino alla fine della vostra esistenza. Pensate che io sono partito con un capitale veramente ridotto, circa 450 euro, e trade dopo trade guadagnavo percentuali come 30 e 50%, oggi dopo un bel po’ di esperienza mi aspetto sempre un rendimento del 150% in su in massimo 3 giorni lavorativi, per non contare i casi particolari, rari, come acquisizioni o fenomeni tecnici importantissimi, che portano a rendimenti del 400% in su.

Le opzioni sono davvero perfette, anche i futures sono forti e possiedono un eccezionale effetto di leva finanziaria naturale, ma le opzioni possono dare le stesse soddisfazioni in termini di rendimenti con una percentuale di rischio largamente inferiore.

Alcuni lettori mi hanno anche chiesto un consiglio riguardo se era meglio investire in opzioni finanziarie (stock option, ossia opzioni su azioni) o opzioni nel forex (currency option). Io ho provato ad operare nel forex, ma è davvero un mercato imprevedibile, cioè su di esso ogni studio ed analisi effettuata non hanno grandi prospettive di effettivo realizzo come lo è viceversa per il mercato azionario. Perciò dateci dentro con le opzioni con volontà e riuscirete ad emergere. Ci tengo a precisare che anche l’ebook dei colleghi Torcicoda e Capitanio è ben fatto!

Ci sono giorni in cui mi piace stare davanti il monitor e osservare la Borsa per ore, ma non è una necessità, infatti opero ugualmente anche se in giornata ho altro da fare, aprendo cioè la posizione il pomeriggio presto, per poi chiudere totalmente il mio PC e tornare la sera verso le 10 (ora di chiusura del mercato USA) e decidere se raccogliere i profitti o mantenere la posizione per un altro giorno di contrattazione, e il tutto in totale tranquillità e sicurezza, perché con le opzioni in posizione d’acquisto, pur dandovi la possibilità di guadagnare sia al rialzo che a ribasso (a seconda se si tratta di put o call), il rischio è limitato al capitale investito, garantito.

Nell’ebook imparerete ad operare sia facendo trading direzionale che non direzionale, è davvero un concentrato di strategie pratiche (per questo costa tanto…L). Ora vi faccio un piccolo elenco delle strategie più importanti, classificandole secondo la loro natura;

DIREZIONALI:
Long Call/Put
Fischioni
Volume Spike
Debit Spread

NON DIREZIONALI O NEUTRALI
Straddle
Strangle
Credit Spread
Calendar Spread
Butterfly
Condor

Tra tutte queste strategie troverete a voi quella o quelle più congeniali, io ad esempio opero con entrambe le categorie, ma vi confesso che il numero di operazioni direzionali è superiore rispetto a quelle non direzionali, non per convenienza, ma perché possiedo uno stile molto aggressivo e dal momento che amo l’operatività a brevissimo termine, mi piace operare così.

Ora godetevi questo video, si tratta di alcuni spezzoni del mitico film “Wall Street”. Per questo film Michael Douglas ricevette l’oscar come migliore interpretazione. Gordon Gekko (Michael Douglas) è un ricchissimo operatore economico, e precisamente effettua astute strategie con le opzioni in più scene del film. Voglio ricordarvi che Gordon chiama le opzioni “diritti”, si possono chiamare anche così perchè rappresentano dei diritti esecutivi su 100 azioni, mentre Bud Fox (Charlie Sheen) le definisce comodamente opzioni.

Nel prossimo post vi darò un assaggio della vera forza delle opzioni finanziarie, analizzeremo una strategia direzionale, cioè un fischione, ed una neutrale … facciamo la straddle.
A risentirci!

A Cura di Giovanni Romano,
Autore di “Il Professionista delle Opzioni”

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: