La Storia dell’Ebook: dal 1968 al 2009



GIACOMO BRUNOCiao ragazzi, spinto dalle domande della studentessa che sta portando avanti la tesi di laurea sugli ebook, ho fatto un’approfondita ricerca per l’Osservatorio Ebook per studiare la storia degli ebook, dalla nascita ad oggi. Il risultato è molto interessante e non senza sorprese!

Secondo uno studio dell’Università di Messina, “l’idea del libro elettronico è nata insieme a quella del personal computer, partorita dalla fervida mente di Alan Kay. Nel 1968 Kay concepì l’idea di un dispositivo, da lui chiamato Dynabook, il libro dinamico, che avrebbe dovuto essere un personal computer interattivo e portatile, accessibile come un libro. L’idea del Dynabook fu alla base del lavoro svolto dallo studioso presso lo Xerox Palo Alto Research Center (PARC), dove videro la luce concetti come quello di “finestra”, “icona”, “doppio click”.

Il Simbolo dell'Ebook

Un importante passo avanti nella storia dell’ebook è rappresentato dall’interesse per i testi letterari in formato elettronico suscitato dal Project Gutenberg. Nel lontano 1971 Michael Hart decise di utilizzare i primi computer per l’archiviazione e la ricerca delle informazioni contenute nel patrimonio librario mondiale: prendeva così l’avvio il Project Gutenberg.

Dobbiamo a Dick Brass, poi vicepresidente per lo sviluppo tecnologico di Microsoft, il primo dizionario elettronico, nonché il primo software di correzione ortografica. Nel 1981 per la Dictronics Publishing, Inc. egli contribuì alla realizzazione del Random House Electronic Thesaurus, che può a buon diritto esser considerata la prima enciclopedia elettronica disponibile sul mercato.

Il primo dispositivo che per certi aspetti può esser ricondotto ad un ebook reader, fu realizzato nel 1986 dalla Franklin Electronic Publisher, seguito poi nel 1990 da Sony che introdusse il Sony Data Discman, dotato di uno schermo che associava alle capacità di lettura di CD audio e video anche quella di cd contenenti testi.

Il primo lettore dedicato per ebook è stato il Rocket ebook reader prodotto dalla Nuvomedia, una società fondata nel 1998 con il supporto dei capitali di Barnes & Noble. Il dispositivo, una tavoletta dotata di uno schermo monocromatico a cristalli liquidi sensibile al tocco, è stato presentato nel corso della Fiera del Libro di Francoforte nel 1998.

Il 2000 può essere considerato l’anno zero per l’ebook

ss

L'Ebook di Stephen King: 500.000 Download

Storico fu il primo caso editoriale, il 14 Marzo 2000, con il rilascio in formato ebook da parte di Stephen King, autore tra i più venduti al mondo, del romanzo breve Riding the Bullett (Cavalcando il proiettile). Il maestro dell’horror ha reso disponibile il romanzo esclusivamente sul web affidandone la distribuzione ai principali venditori di libri online: nelle prime 48 ore l’ebook è stato acquistato e scaricato da ben 500.000 persone.

Nel corso del 2000 sulla scorta dell’euforia generale per il fenomeno e-book anche alcuni giganti dell’editoria e della distribuzione hanno deciso di entrare nel mercato del libro elettronico: Time-Warner, Random House, Simon&Schuster, McGraw-Hill, Barnes&Noble,  Microsoft; anche Amazon a partire dal 2001 ha iniziato la distribuzione di ebook.

Anche in Italia tra il 2000 ed il 2001 si è assistito alla scesa in campo di importanti soggetti quali Mondadori, Rizzoli-RCS, Apogeo-Longanesi, Il Sole 24 ore, Fazi Editore e Laterza che hanno avviato iniziative per la distribuzione e commercializzazione di libri elettronici.

Non sono rimaste a guardare le grandi software house, multinazionali del calibro di Microsoft e Adobe, che intravedendo la possibilità di congrui guadagni hanno deciso di lanciarsi nell’agone dell’ebook con delle proprie piattaforme tecnologiche.

Frankfurt eBook Awards

Nel corso del 2000 vide addirittura la luce un premio letterario internazionale riservato agli ebook, il Frankfurt eBook Awards, organizzato nell’ambito della Fiera del Libro di Francoforte, a testimonianza del grande entusiasmo che in tutti i settori vi era per l’ebook; tuttavia, già nel corso del 2001 il mercato non si rivelò maturo per il nuovo oggetto digitale, e l’imperversare della “guerra degli mp3″ ed il caso Napster smorzarono decisamente gli iniziali entusiasmi per l’ebook”. Molti editori italiani abbandonarono il progetto ebook.

E poi cosa è successo?

Nel 2002 qualcosa è timidamente iniziato a cambiare: negli Stati Uniti è boom per il fenomeno degli ebook informativi, tecnici e professionali. In Italia Umberto Eco dichiara “Gli ebook sono fondamentali nel settore professionale e per i manuali tecnici”. Meno per romanzi e poesie.

In Italia, sempre nel 2002, Bruno Editore inizia il suo percorso di editore digitale, proponendo i primi ebook per la formazione: manuali pratici sulla comunicazione, sulla vendita, sull’autostima e sulle relazioni personali. Un grande successo che negli anni ha superato i 300.000 download.

Dal 2002 il mercato ha iniziato a proliferare, con una crescita esponenziale testimoniata dai dati mondiali di fatturato, disponibili su International Digital Publishing Forum, l’organo ufficiale americano che monitora il mercato degli ebook.

Dal 2002 al 2008 il mercato è passato da 5,7 a 52,4 milioni di dollari, con una crescita superiore all’800%:

Il 2008 è da considerarsi sicuramente l’anno della svolta a livello mondiale: i colossi dell’elettronica sono scesi in campo con Ebook Reader di nuova generazione (Kindle, Cybook, Plastic Logic, Polymer Vision, Irex, Sony, ma anche Librofonino TIM e Iphone), altamente performanti, per lo più con tecnologia e-ink, l’inchiosto elettronico che non affatica la vista e non consuma corrente.

Liquavista E-Paper

Liquavista E-Paper

Amazon lancia il Kindle e ne vende 500.000 pezzi in un anno e si appresta al lancio del suo successore, Kindle 2. Altre aziende sono scese in campo con nuove tecnologie, inchiostri elettronici a colori e in grado di riprodurre video. La fantascienza del film Minority Report si sta concretizzando velocemente.

Il 2008 è stato anche l’anno degli USB-Book, i primi dispositivi per portare gli ebook in libreria. Si parla anche di stampa on demand, per spingere gli editori a produrre ebook e stamparli solo in caso di bisogno, portando ad un notevole risparmio di costi e una maggiore attenzione per l’ambiente.

Il 5 Dicembre 2008 è una data storica: per la prima volta in Italia l’ebook è protagonista di una Fiera del Libro.

Tavola Rotonda "Ebook e Web 2.0"

A Roma, in occasione di Più Libri Più Liberi, oltre 60.000 visitatori scoprono l’ebook in fiera. La conferenza “Ebook e Web 2.0, le nuove frontiere del leggere multimediale” è un clamoroso successo che coinvolge aziende del calibro di Microsoft, Fastweb, Bruno Editore e esponenti di Confindustria, Isimm, Politecnico di Milano, La Sapienza di Roma.

In Italia il mercato cresce del 197% rispetto a Dicembre 2007 e conquista una percentuale del 3% del mercato mondiale degli ebook, e anche l’AIE (Associazione Italiana Editori) si apre all’editoria digitale.

In contemporanea si sviluppano progetti di editoria digitale a livello mondiale: Google Books, che porta online e su cellulari oltre un milione di ebook, e Europeana, la biblioteca digitale da 2 milioni di ebook.

Il 2009 è stato definito l’anno degli ebook, e alcune testate giornalistiche ne riportano i 21 motivi. In realtà il sorpasso del digitale sulla carta è già avvenuto nel 2008, secondo un’indagine approfondita condotta dal Pew Research Center for the People & Press.

I quotidiani americani iniziano a vedere nel digitale l’unica salvezza dalla crisi economica mondiale. Il New York Times, in gravi difficoltà economiche, ha invitato i propri lettori a rivolgersi alle news sul web piuttosto che alla propria edizione cartacea. Esquire è uscito in edicola con un’edizione speciale con copertina in carta elettronica.

Club Autori Italiani

Club Autori Italiani

Secondo una recente indagine del Politecnico di Milano il futuro dell’editoria digitale è nel web 2.0. In qualche modo queste ricerche, come sottolineato anche dal quotidiano Daily Net,  richiamano all’esperienza di Bruno Editore, che ha valorizzato il web 2.0 attraverso il proprio portale e blog e il Club Autori Italiani, il primo club di esperti di formazione, autori di ebook.

E gli altri editori italiani?

Purtroppo sono ancora indietro sul mercato ebook, sia da un punto di vista concettuale (con tutte le difficoltà tecniche connesse al portare migliaia di libri in digitale e distribuirli) che da un punto di vista contenutistico: se funzionano solo gli ebook per la formazione, cosa fare del 90% dei libri che sono romanzi?

Eppure la data storica si sta avvicinando: il 15 Aprile 2009 uno straordinario evento (TOP SECRET 😉 ) porterà alla RIVOLUZIONE degli ebook in Italia.

A cura di Giacomo Bruno
Curatore dell’Osservatorio Ebook

PS: INDOVINA E VINCI 100 CREDITI: il primo che indovina quale sarà l’evento del 15.04.09 vince 100 crediti, pari a 120 euro da spendere in ebook! Scrivete nei commenti la vostra idea!





Aggiungilo al carrello e scaricalo in 60 secondi!
Guida Strategica per Guadagnare su Internet e Creare Rendite Automatiche di Denaro
Acquista




Lascia il tuo commento

commenti

136 Commenti

  • Ciao Giacomo! Ottime notizie!

    Secondo me l’evento è legato all’attuazione della stampa on demand grazie agli e-book!

  • Per me verranno pubblicati i testi scolastici sotto forma di ebook…
    Ci ho provato!
    ciaooo

  • Secondo me si tratta di un accordo con la Apple Italia per distribuire gli ebook di Bruno Editore su iPhone.

    P.S. Ieri sera su Class News hanno fatto un servizio sugli ebook e su Kindle 2 ed hanno detto che Stephen King pubblicherà un suo romanzo esclusivamente in versione ebook.

    P.P.S. Stiamo vivendo nel futuro e siamo tra i primi in Italia!

  • Il 15 aprile 2009 è la data entro cui dovranno essere effettuate le adozioni dei testi scolastici, che le scuole renderanno pubbliche, per le classi di scuola secondaria di primo grado (scuole medie).

    I libri di testo dureranno cinque anni e si potranno scaricare anche dal web.

    Mi sembra un grande evento 😉

  • Aspettiamo allora il 15 Aprile 2009…. Giacomo tienici informati ok?

  • La rivoluzione potrebbe essere quella che verranno ecquiparrati a veri libri e non adotteranno più l’iva al 20% ma quella calmierata.

  • Concordo con Patrizio Messima sull’opportunità che rappresenterebbe un’aliquota Iva più contenuta…..

  • Forse Bruno editore comincerà a pubblicare anche testi scolastici in forma digitale?

  • Un accordo tra Bruno Editore e Ministero della Pubblica Istruzione che porterà gli ebook nelle scuole.

  • Entro il 15 aprile 2009 dovranno essere resi pubblici i testi che gli insegnanti intendono adottare per le scuole; a partire da quest’anno potranno anche adottare dei libri di testo in formato e-book.
    Ho indovinato ?
    Saluti a tutti e complimenti per il lavoro continuo e di altissima qualità a Giacomo e al Club degli Editori.

  • …e la Bruno Editore intende entrare in quel mercato con una “linea di prodotti”: testi scolastici in formato e-book coinvolgendo a livello sperimentale un istituto scolastico (o alcuni istituti scolastici), insegnanti, genitori, alunni.

  • Ciao Giacomo e
    complimenti per l’interessantissimo
    escursus storico…

    Mi accodo agli altri autori e dico che ci sarà il
    riversamento dei testi scolastici in formato
    elettronico 😉

  • io penso sia l’adozione di testi scolastici in formato ebook, e la bruno editore che diventa una delle case editrici per la loro distribuzione.

    “Ho vinto qualcheccosa???’

    🙂

  • “Le adozioni dei testi, che le scuole renderanno pubbliche, dovranno essere effettuate entro il 15 aprile 2009 per le classi di scuola secondaria di I grado (scuole medie)….”

    Ma l’evento?? BE come coeditore di libri scolastici?

  • secondo me è l’anniversario della nascita del libro elettronico.Salve a tutti.

  • Il 15 aprile 2009 è la data entro cui dovranno essere effettuate le adozioni dei testi scolastici, che le scuole renderanno pubbliche, per le classi di scuola secondaria di primo grado (scuole medie).

    I libri di testo dureranno cinque anni e si potranno scaricare anche dal web.
    sarebbe fantastico……………

  • Secondo me ci sarà un offerta 3×1 [paghi uno e prendi 3 e-book]
    Complimenti per la breve storia dell’e-book…

  • Il 15 aprile 2009 è la data entro cui dovranno essere effettuate le adozioni dei testi scolastici, che le scuole renderanno pubbliche, per le classi di scuola secondaria di primo grado (scuole medie).

    I libri di testo dureranno cinque anni e si potranno scaricare anche dal web.
    Accordo con il ministero dell’istruzione e bruno editore per portare i libri a scuola.

  • Secondo me non è un caso la domanda finale..

    “se funzionano solo gli ebook per la formazione, cosa fare del 90% dei libri che sono romanzi?”

    E’ vero potrebbe essere qualcosa che abbia a che fare con la scuola, vista la data, ma non per forza..

    Forse, lancio (non ho idea di chi con cosa e con chi) degli Usb Book anche sul restante 90% dei libri..ovviamente Bruno editore sarà presente come leader sulla formazione..

    Comunque Giacomo, qualcuno si è avvicinato o ha centrato?

  • Ci provo anch’io..
    Credo che il 15 Aprile 2009, Kindle 2 verrà venduto anche in Italia. Ora è venduto solo da Amazon in America e purtroppo non viene spedito qui in Italia. Probabilmente le scuole si doteranno di questo fantastico strumento o permetteranno agli studenti di utilizzarlo in sostituzione ai vecchi libri di testo.
    Bruno Editore inizierà una collaborazione con i principali Editori Scolastici per trasformare in Ebook i libri di testo per l’anno scolastico 2009-2010.
    Ciao a tutti e complimenti a Bruno per il successo ottenuto!

  • Gli ebook verranno utilizzati nella scuola approvati dal ministro Gelmini
    contro il caro libri.
    Bruno Editore fara’ da guida agli editori scolastici per la sostituzione dei vecchi e superati testi con i moderni e pratici e book.

  • Ciao,

    secondo me verrano introdotti nelle scuole i testi scolastici in forma alettronica, grazie al decreto Gelmini.

    https://www.ildiariomontanaro.it/notizie/attualita/20-attualita/3156-la-gelmini-alle-prese-con-gli-e-book-/

    😉

  • Il 15 aprile sarà data notizia che gli ebook saranno obbligatori oppure consentiti nelle scuole.

  • Secondo me cominceranno ad essere pubblicati anche dei testi che non riguardano la formazione professionale o personale in formato ebook!

  • Sarà possibile, d’ora in avanti (15 aprile 2009), scaricare i testi in formato elettronico da Internet per le scuole secondarie superiori

  • Il ministro Gelmini ha proposto mediante una circolare l’adozione dei testi in formato e-book; le scuole renderanno pubbliche le liste di libri adottati entro il 15 aprile 2009 per le classi di scuola secondaria di primo grado (scuole medie).

  • Un accordo con Google per il “print on demand” di ogni genere di libro e magari un allargamento del club autori italiani anche al genere di Narrativa.

    Affiancherei anche, per il genere narrativa, la possibilità di scegliere tra vari template (impaginazione – copertina eccecc) di qualità. Ognuno potrebbe crearsi una libreria con lo stesso “stile”. Una cosa non da poco che si potrebbe mettere in pratica SOLO con il print on demand.

  • aspetto il 15 aprile giacomo bruno 6 un grande

  • Esce il primo reader portatile di ebook firmato Bruno Editore!

  • secondo me verrà rilasciato dal governo un riconoscimento nazionale (con approdo ad uan trasmissione dedicata a bruno editore) a bruno editore il quale lancerà propio per questo evento qualche ebook o qualche promozione speciale

  • I libri di testo dureranno cinque anni e si potranno scaricare anche dal web.
    🙂

  • Ho la sensazione che c’entri qualcosa con l’Istruzione Scolastica…

  • Ciao, il 15 Aprile 09 oltre alla possibilità di avere gli Ebook che si possono leggere in digitale, si potranno anche ascoltare in digitale.
    Questa sì è una buona idea!
    Con l’occasione auguro un buon lavoro a Voi.

  • Mi associo agli autori che sostengono il riversamento dei testi scolastici in formato elettronico.

    Mi sembra forte anche l’ipotesi di Alessandro Panziera.

    Comunque sia e qualunque sarà l’evento, sò per certo che sarà qualcosa per cui tutti noi della famiglia BE gioiremo alla grande; e perciò io comincio subito: Evvaiiiiii !!

    Grazie di tutto BE

  • Che la Gelmini sia propensa e creda nel web lo dimostra il suo profilo di facebook, e poi anche la giovane età.

    Anche secondo me riguarda la scuola, con l’esclusiva alla Bruno Editore nella distribuzione dei libri di testo.

    Potrebbe essere abbinato anche alla stampa dei successivi ebook, con quella fotocopiatrice che Giacomo Bruno ci mise a conoscenza poco tempo fà.
    Il cui progetto mi interessava e trovavo ottimo.

    Sappiamo che il prendere appunti è troppo importante per tenere una copia solo sul pc.

    Ho espresso ovviamente la mia idea, anche se il linea di massima uguale agli altri con uan integrazione 😉

  • Secondo me Bruno Editore sarà scelto come venditore/distributore del nuovo romanzo di Stephen King (che dovrebbe intitolarsi “Ur”).
    Speriamo bene…

  • è la data annuale dell’incontro “COSA SUCCEDE IN ITALIA?” nel quale vengono affrontati argomenti svariati come sociologia,costume,politica
    è quindi un evento giornalistico,quindi di informazione!

  • Ciao!
    La Gelmini vuole rilanciare gli ebook nelle scuole contro il caro libri. E sicuramente si accorderà con la Bruno Editore. Questo è secondo me l’evento del 15 Aprile 09!
    Mmmh…..indovinato?

  • A mio modesto avviso si inizierà la scannerizzazione del 90% dei libri che sono romanzi o libri scolastici in formato cartaceo e verranno messi a disposizione sul web, gratis o a pagamento, in formato digitale.

  • Purtroppo, questa mattina sono riuscito a collegarmi tardi al sito della B. E.
    Un’idea è quella, appunto, del rapporto tra ebook e scuola, vista anche la data, e viste le iniziatve del ministro Gelmini, quindi questo potrbbe ricondurre al discorso dell’editora digitale scolastica.

    Maecco altre possibili novità:

    -uscita del primo ebook con inchiostro elettronico

    -La B.E. inizia ad occuparsi di ebook al di là del settore della formazione-

    – viene attivato il servizio di stampa on demand, per la prima volta, sul mercato-

    -l’ebook si può scaricare da appositi sistemi elettronici, dislocati presso varie sedi, ad esempio presso una libreria tradizionale potrebbe trovarsi uno “scarica ebook”.

  • La Bruno Editore esce con il primo e-book reader in Italia.
    E’ lanciato in collaborazione con una grande casa editrice, che vuole però prima testare il progetto, attraverso una JV (solo per questo mi merito il bonus) con l leader dell’editoria ebook del Paese.

    Sarebbe bello ricevere i crediti, il 15 Aprile è anche il mio compleanno !

  • Ciao a tutti!‼ navigando un po’ su internet ho letto che grazie al decreto del 10 febbraio 2009 del Ministro dell’Istruzione, a partire dal 15 aprile 2009 saranno le scuole secondarie di primo grado che dovranno rendere pubbliche le adozioni dei testi in formato e-book , mentre successivamente saranno le scuole elementari e superiori.Il progetto di far adottare a tutti gli studenti delle scuole pubbliche italiane gli e-book al posto dei libri va avanti dal 1984 in cui ci fu il primo annuncio. Il vantaggio di questo cambiamento è una notevole riduzione dei costi dei libri per tutte le famiglie italiane e data la crisi economica italiana di questo periodo, credo proprio che sia stata fatta la scelta giusta. Inoltre dato che i testi possono essere scaricati da internet, con i relativi aggiornamenti degli autori, mi vien da pensare che Bruno Editore possa essere uno dei primi autori a realizzare alcuni e-book per questo progetto, e la data del 15 aprile possa essere una data di apertura di un nuovo sito o l’apertura di una parte del sito Autostima.net contenente gli ebook scaricabili con i relativi aggiornamenti.… Non so se qualcun altro lo abbia già scritto o sia d’accordo con me, però è quello che penso…

    Francesca da Modena

  • ciao giacomo secondo me na nascita del libro elettronico.ciaoo

  • caro Giacomo,
    qualsiasi sia l’evento, una cosa è certa… la Bruno Editore sarà protagonista.

    Ad ogni modo ci provo: la Bruno Editore è stata scelta dal Ministero dell’Istruzione per sviluppare un progetto pilota e portare l’ebook nel mondo della scuola!!!

    un abbraccio

  • Il ministro della Pubblica Istruzione ha emanato il D.to salva famiglie, in quanto i libri di testo delle scuole si potranno scaricare gratis da internet. (A mio avviso aggravio per ogni singola famiglia per l’acquisto di un pc portatile) e valevoli per 5 anni.
    La novità secondo me sta nel fatto, e presumo che, la BE sarà una degli esclusivisti ad avere e mettere in commercio gli e-book scolastici, in poche parole si potranno scaricare attraverso in modo esclusivo della BE e dei suoi affiliati (forse con qualche percentuale in merito)

  • secondo me il libro scolastico (parlo da editore di libri scolastici cartacei) e` ancora lontano per due motivi…

    1) ancora oggi e` impossibile rendere induplicabile un qualsiasi file , per cui 1 compra 100 scarica
    2) quasi tutti i libri di testo sono almeno a 4 colori e francamente vedere una cartina politica in tonalita` di grigio e cosi piccola da non vedere neache l`italia insieme.

    Secondo me la BE ha fatto accordi per commercializzare altri ebook , come quelli mondadori

  • Personalmente credo che ci sarà un accordo della Bruno Editore con altri editore quali Mondadori e Feltrinelli su tutto, per rendere tutti i libri in formato ebook.

  • Credo proprio che si tratti dell’entrata degli eBook all’interno della Scuola, ma non capisco cosa possa essere l’evento …

  • Il primo Vostro romanzo ebook

  • Ciao Giacomo !
    Secondo la mia intuizione il 15 aprile esce un favoloso lettore per ebook commercializzato in Italia !!!!

  • Entro il 15 aprile 2009 dovranno essere resi pubblici i testi che gli insegnanti intendono adottare per le scuole; a partire da quest’anno potranno anche adottare dei libri di testo in formato e-book.
    Ho indovinato ?
    Saluti a tutti e complimenti per il lavoro continuo e di altissima qualità a Giacomo e al Club degli Editori

  • Tentare non nuoce:
    il primo ebook di Giacomo Bruno tradotto in inglese per il mercato americano

  • Secondo me dal 15 Aprile la Bruno Editore inizierà a pubblicare i libri di testo scolastici in formato elettronico ciao
    Antonella

  • Scuola, e-book contro il caro-libri
    Circolare del ministero: i libri di testo dureranno cinque anni e si potranno scaricare anche dal web Le adozioni dei testi, che le scuole renderanno pubbliche, dovranno essere effettuate entro il 15 aprile 2009 per le classi di scuola secondaria di primo grado (scuole medie) questo è l’evento rivoluzionario

  • Giacomo, a proposito, ma a che ora parteciperai al TG1 il 2 di Marzo?

  • Stefano, un eBook in Inglese per gli Americani di Giacomo c’è già 😀

  • forse sono solo sogni,
    il ministero dell’istruzione stanza sordi per attrezzare le scuole di ebookreader.
    o giacomo e viviana si lanciano sul mercato estero, francese spagnolo inglese …. saluti nadia

  • Ciao Giacomo, sono certo che in data 15 Aprile 2009 si inaugurerà la prima E-Library ovvero biblioteca elettronica che darà la possibilità a tutti con un minimo mensile di consultare e-book per la formazione e non solo.
    Infatti credo che con un accordo tra le varie case editrici saranno disponibili anche tutti gli altri libri in formato elettronico scaricabili anche su penna usb o lettore multimediale.
    Questo darà una svolta a livello professionale a molte persone e sarà in grado di migliorare la qualità della vita in un futuro,perchè maggiore conoscenza significa più qualità in ogni settore.

  • La Bruno Editore lancierà degli ebook elettronici che il Ministero della Pubblica istruzione autorizzerà ad usare in sostituzione o in aggiunta ai libri di testo nella scuola e nella università italiana

  • La novità sarà quella che a partire dal 2010 sarà possibile scaricare testi scolastici in formato digitale, direttamente da internet.

  • Il mio precedente commento a quest’articolo era incentrato sul tentativo d’indovinare l’evento.
    Se però me lo consentite, vorrei far notare che un evento è anche quello precisamente manifestato nell’articolo, cioè la presenza di Giacomo Bruno al TG1.
    E’ già questo un evento mediatico molto importante, non foss’altro che per la visibilità e l’efficacia, ancora una volta, della politica di P.R. e rapporti con la stampa, ben gestita dallo staff editoriale, in collaborazione con l’agenzia Ketchum.

    Con l’occasione, quindi, un vivo ppasuso ai realizzatori!

  • Susate: nel commento di prima il testo originario era: un vivo plauso…..

  • Sono senz’ altro d’accordo con chi mi ha preceduto il 15 aprile nel servizio del tg1 sarà annunciato che per il prossimo anno i testi scolastici potranno essere in formato elettronico grazie alla Bruno Editori.
    COMPLIMENTI!!!!

  • il 15 aprile penso l’evento sia una giornata di festa con tutti gli autori degli e book, buon lavoro

  • l’evento sarà una giornata di festa con tutti gli autori degli e book buon lavoro

  • Non so’ cosa rispondere, ma certo vedro’ il Tg1 dell’ 1 Marzo 🙂 . Ps : Quale edizione ?

  • Ehm … 2 Marzo … scusate 🙂

  • Giacomo sta pebsando in grande e creerà una piattafoma on demand tipo quella di adobe o microsoft tutta italiana

  • I libri di testo saranno scaricabili dal web.

    Questo per favorire il caro vita e le persone con ad esempio disabilità visive (che possono ad esempio usare screen reader sui loro computer).

    Inoltre non servirà più portare sulle spalle, pesanti zaini! 🙂

    Giulio

  • i libri di teso sarranno distribuiti con la usb di bruno editore. Ogni anno basterà ricaricare i testi o gli aggiornamenti tramite il sito di Autostima, insomma testi scolastici accessibili a tutti, costi limitati e meno inquinamento.
    Sempre un passo avanti, grazie Bruno

  • BolognaFiere

  • Verra’ annunciata la possibilita’ di scaricare i testi scolastici in formato pdf.
    Caro Giacomo prepara i 100 crediti.
    Saluti siete forti!!

  • Ciao,

    anche secondo me ci sarà l’annuncio ufficiale per quanto riguarda l’adozione degli ebook nelle scuole primarie e secondarie. Era ora!

    Ivan

  • l’unica secondo me è un accordo per i libri di testo universitari

  • Pensavo anch’io agli ebook scolastici, ma la Gelmini avrebbe già rovinato la sorpresa. Secondo me darai notizia del primo romanzo italiano pubblicato solo come ebook.

  • Pensavo anch’io agli ebook scolastici, ma la Gelmini avrebbe già rovinato la sorpresa. Secondo me darai notizia del primo romanzo italiano pubblicato solo come ebook.

  • Magari daranno notizia del primo lettore ebook portatile dal costo contenuto (quanto un libro cartaceo).

  • notizie fresche precise e sempre puntuali di Giacomo Bruno. Se se ne parla così tanto allora sarà un evento sconvolgente, magari qualcosa relativo ad accordi ufficilai fra Scuola, Governo per “riformare” il mondo dei libri?

  • Ciao Giacomo!
    Secondo me l’evento è l’ingresso degli ebook nelle scuole e tu e Viviana scommetto che avrete il vostro settore dedicato solo ai libri di scuola sul sito… vero?

    Josè

  • Ministero Istruzione approverà la sostituzione dei testi cartacei con gli e book nelle scuole di ogni ordine e grado a far data dall’anno scolastico 2009-2010.

  • E se vi dicessi che la Scuola non ha nulla a che fare? 😉

  • Io dico accordo con mondadori per il settore ebook …. ( caspita 70 post su bruno editore e scuola !)

  • Bruno Editore diventa coeditore di libri cartacei (mondadori – sperling)

    o solo per quelli della formazione :O

  • Io ho già detto che si sarebbe stato un accordo della Bruno Editore con i maggiori editori quali Mondadori e Feltrinelli per portare sul digitale anche i romanzi. Basta leggere il mio primo intervento 😉

  • Buon giorno a tutti ed in particolare a Giacomo, nel complimentarmi per i tuoi successi, se ti ho capito bene credo che ti sei posto un altra scommessa, cioè quella di fare uscire i libri romanzo in formato ebook.
    Se è questa l’idea sarà un altro successo. Io ci sarò con un mio ebook.
    “UN GROSSO IN BOCCA AL LUPO”

  • Nasce ENCICLOPEDIA DELLA PNL in versione ebook! 🙂

    Si ruzza…

  • Ed io, infatti, ho avanzato idee diverse, non solo riconducibili alla scuola.

    UNA DOMANDA, GIA’ REITERATA: MA QUALE EDIZIONE DEL TG1 RIGUARDERA’ L’EVENTO?
    QUELLA DI PRANZO, QUELLA SERALE?
    ……

  • Aggiungo un’altraa ipotesi di evento:
    Viene lanciata, magari proprio in jpoin venturecon B.E. la prima piattaforoma “universale” per scaricare e leggere gli ebook.
    Sono a qualche tempo fa c’era un sostanzale ed affolaato proliferare di prodotti diversi e di marchi diversi, ma spesso il mercato insegna che si giunge ad accordi tra produttori e distributori, nonchè traproduttori stessi, dove un periodo iniziale, nei prodotti ad elevato contenuto d’innovazione tecnologica.
    Così è stato, a esempio, per i computer, e così è stato in altri settori.

  • I’m sorry Daniele 🙂

    Io ne sparo un’altra:
    nel calendario ebook della BE uscirà il 15 Aprile un altro ebook rivoluzionario… le strategie di Obama scritto come risposta a Charlie Fantechi. Forse questa è grossa ma almeno non riguarda i testi scolastici!

  • Stefano, non credo che questo porterebbe alla rivoluzione degli ebook in italia.. E addirittura al tg1.

    L’ho detto che probabilmente non ha a che fare con la scuola, a mio parere che centra BE con la scuola.. Almeno per ora.

  • uhm allora secondo me la BE porta in italia kindle 2

  • Ribadisco che secondo me si tratta dell’inizio della STAMPA ON-DEMAND basata sugli e-book.

    Se non è così allora è un accordo con le case editrici generaliste per la disrtibuzione di massa degli e-book per la formazione. 😉

  • Ciao a tutti,per un settore come quello degli ebook ancora così poco apprezzato e sfruttato le innovazioni sono veramente imprevedibili, non sò cosa sia,ma spero che sia qualcosa di rivoluzionario che dia inizio a un grande periodo e magari possa essere menzionato nella fatidica tesi!!!!!!!!!
    Per te Giacomo che dire,è da poco che ti conosco,ho letto”LA NUOVA LEGGE DI ATTRAZIONE” Siete stati STUPEFACENTI!!!!!!!!!
    Grazie per il vostro impegno!

  • Ciao credo che si tratti di ebook scolastici ps spero di indovinare

  • Infatti Roberto è più probabile STAMPA ON-DEMAND, Usb Book e qualche accordo con aziende importanti..

    Ora bisogna vedere se Giacomo ci ha sviato con il “E se vi dicessi che la Scuola non ha nulla a che fare? ;)” , oppure effetivamente non centra nulla..

  • Non credo che ci abbia sviato, però sono curiosissimo di sapere di cosa si tratta. Non credo che sia neanche la STAMPA ON DEMAND, in quanto è stata la prima Risposta di Roberto e se fosse stata quella giusta, forse Giacomo lo avrebbe già detto … o no??

  • gli e-book contro il caro libri: le scuole renderanno pubbliche, dovranno essere effettuate entro il 15 aprile 2009 per le classi di scuola secondaria di I grado (scuole medie) ed entro la fine di maggio 2009 per tutte le classi di scuola primaria (scuola elementare) e secondaria di II grado (scuola superiore).

  • La Giacomo Editore si accorda con qualche produttore di e.book reader e li distribuisce in Italia a prezzi super vantaggiosi.

  • Daniele perchè lo dovrebbe dire se indovinato? Che sorpresa sarebbe un evento grande come andare al tg1 se etto già da ora 🙂

  • Non saprei, forse mi sbaglio, ma credo che non sia da TG1 … un EVENTO mi da più l’idea di un qualcosa LIVE, in cui partecipare attivamente. Quella della Stampa On Demand, tuttalpiù potrebbe essere una NOTIZIA o NOVITA’.

    Però può darsi che sia io che ho associato questa Parola a qualcosa di diverso …

  • Ciao!
    Ho seguito e letto con molto interesse le varie risposte di tutti… 😉

    E bellissimo vedere quante idee abbiano le persone e come ne potrebbe uscire un rivoluzionario nuovo prodotto per l’Italia (questo articolo è diventato la fonte di un mega brainstorming).

    Caro Giacomo, di qualsiasi azione si tratta io sono felice di conoscere te, Viviana e tutto il team oltre al grande orgoglio di essere autore della Bruno editore.

    Grazie di tutto! 😀

  • Ok ci provo anch’io:
    il 15 aprile 2009 verrà pubblicato (ovviamente da Giacomo Bruno) il primo ebook specificatamente pensato per persone diversamente abili (esempio non vedenti).

  • Giorgio e come potrebbe essere/funzionare un ebook per non vedenti.. Curioso.. Mai sentito, hai idea con quale tecnologia potrebbe essere?

  • Lorenzo, scusami, ma perchè commenti ogni opionione espressa dagli utenti di questo blog?

  • Certo che di idee ne avete tirate fuori parecchie! Un bel brainstorming, quasi quasi realizzeremo tutte le idee nei prossimi anni!

    Qualcuno di voi si è avvicinato, ma manca ancora di capire in cosa consiste l’evento del 15.2.09. E dai che non è così difficile! 😉

    Intanto guardatevi l’ebook reader del futuro (video spiritoso!):
    https://www.youtube.com/watch?v=tP-reW1eLYE

  • bellissimo il video di Youtube ….. torniamo al tg1 pero’….

    …..Al Tg1 si parlerà di nuovi dispositivi per la lettura di ebook e Giacomo Bruno proporrà sul sito della bruno editore un dispositivo di lettura degli ebook in esclusiva e/o Anteprima nazionale ….

    P.s Il video dell’ intervista sarà pubblicato nel Blog Giacomo ?
    Sono molto curioso.

  • Non sarà esattamente un’intervista ma un “servizio” come si vedono in genere sui TG. Non posso ancora dirvi nulla su quale edizione sarà, nè vi darò la soluzione prima del 2 marzo 😉

  • Allora, ancora più precisamente, l’evento potrebbe essere il seguente:
    per la prima volta, in Italia, viene realizzato un accordo economico (iniziativa diverse volte dal sottoscritto auspicata) tra una casa editrice (la B. E.) ed un produttore di ebook reader, o qualsiasi altra piattaforma, comunque la si voglia denominare, che conseneta la lettura di ebook.
    Magari, con l’occasione, la piattaforma è già precaricata con un bel po’ di ebook della B.E.

    Quanto alla forma del servizio, propenderei per quella degli approfondimenti economici, che però non mi ricordo a quale orario siano trasmessi.

    Questa piattaforma probabilmente potrebbe essere considerata un evento, dallo staff della testata giornalistica, non solo in quanto tale, ma quale preparativo alla successive possibile introduzione dell’ebook nel mondo della scuola.

    Così la B. E. farebbe “un doppio colpo”, se mi consentite l’espressione, al tempo stesso facendosi promotrice di quella strategia integrata, più volte richiamata, ed al tempo stesso preparandosi il terreno per eventuali sviluppi editoriali al di là del segmento di mercato già attualmente occupato.

    Direi che tutti questi “ingredienti”, per come conosco la politica editoriale di certe realtà mediatiche, dovrebbero sicuramente raccogliere l’attenzione di una “testata” come il TG1.

  • il 15 aprile ce bob dylan in tour a roma 😀

  • Ci sarà il primo ebook reader marchiato Bruno Editore 😉 quindi una collaborazione con un produttore di ebook reader.

  • Idea rivoluzionaria: E-BOOK VIVENTE

    Il materiale degli ebook formativi consiste prevalentemente in materiale tecnico, per sua natura costantemente in evoluzione quindi soggetto ad obsolescenza.
    Sarebbe interessante che gli ebook si evolvessero nel tempo tramite continui e costanti upgrade (cosa che con i libri di testo cartacei non è proprio agevole)!

  • Riflettendoci un po’ mi è venuta in mente la possibilità che il 15 aprile 2009 potrebbero sbarcare nelle librerie/negozi gli ebook della Bruno Editore nel formato usb-book o simili.

  • Penso che il 15 Aprile sarà data la possibilità di adottare il formato ebook per i libri di testo degli istituti scolastici…

    La cosa certa è che siamo all’inizio della rivoluzione editoriale!

    Complimenti per i continui strepitosi successi.

    Ciao a TUTTI.

  • Ultimamente si parla di avanzamento tecnologico, di rivoluzione della scuola, ed evoluzione dell’ebook… Quindi, combinando questi tre fattori, mi vien da pensare che il 02 marzo al TG1 ci sarà un servizio per anticipare alle famiglie italiane la rivoluzione della scuola, a seguito dell’approvazione del decreto del Ministro Gelmini: in cui si espone il fatto che Microsoft (per i componenti hardware e la maggior parte software), un gestore telefonico (per la connessione in rete) e Bruno Editore (per la sua fama di miglior casa editrice di ebook in italia in distribuzione di ebook di formazione) abbiano preso un accordo per mettere sul mercato dei “Mini Computer Tascabili”, che saranno sul mercato a partire dal 15.04.2009, destinati a tutti gli studenti italiani, da quelli frequentanti le scuole elementari, fino a quelli delle scuole superiori. Riepilogando, credo che la data del 2 marzo darà il via a una serie di altri servizi di tutti i telegiornali di tutte le reti italiane, in cui si espone la rivoluzione della scuola, tecnologia ed ebook insieme, per dare modo alle famiglie di adeguarsi per i prossimi anni scolastici, mentre la data del 15.04.2009 sarà la data in cui verranno messi in commercio questi “Mini Computer Tascabili” e magari anche la nascita di un nuovo sito di Bruno Editore o la creazione di una sezione nel sito già esistente destinata allo scaricamento degli ebook per la formazione degli studenti, con i relativi aggiornamenti degli autori.
    Questa è solo la mia idea, però ho notato che anche altre persone avevano già scritto cose simili o parzialmente simili prima di me, io mi sono limitata solo a raccogliere tutte le opinioni e le ho shakerate con qualche avvenimento di attualità e la mia opinione. Poi va bè, se non ci ho preso, stanotte dormo lo stesso‼‼ 😉

  • Francesco Traccitto
    Febbraio 26th, 2009 at 10:53 am

    Lorenzo, scusami, ma perchè commenti ogni opionione espressa dagli utenti di questo blog?

    Perchè cosa c’è di strano Francesco? Quando non so che fare mi và di approfondire cosa pensano gli altri..curiosità..

  • Mi incuriosisce il fatto che su ogni opinione tu dici che è sbagliata come se tu sapessi….tutto qui.

  • Non andiamo :Off-topic. CONCETRIAMOCI SUL QUIZ DI GIACOMO OK ?
    Forse la Bruno editore sarà protagonista di un evento a qualche manifestazione importante relativa all’ ebook ?
    Oppure la bruno editore sbarca nelle librerie feltrinelli con gli e-book ?

    Chi ha altre idee ?

  • siete grandiiii

  • Per il TG1: l’edizione dovrebbe essere quella delle 8, dove faranno un bel servizio su ebook, ebook reader, usb-book, editoria digitale.

    Poichè la Rai non può fare nomi di aziende private, forse non potranno svelare del tutto il nostro segreto (che coinvolge nomi importanti!).

    Ma vi assicuro che, se non lo fanno loro, domani pomeriggio vi svelo tutto! 😉

  • Io sono qui in attesa
    sono proprio un curiosone 🙂

  • Delle 8 o delle 20?? O madonna non mi dire che è domani mattina alle 8 che neanche i cannoni mi alzano!! :-/

  • Ecco in extremis l’ipotesi di mia moglie:
    un accordo tra BE e le principali case editrici quali Feltrinelli, Mondadori, DeVecchi Editore per la distribuzione di manualistica/libri formativi in esclusivo formato elettronico, tramite chiavette USB disponibili nelle librerie e online attraverso i siti web più conosciuti.
    A partire dal prossimo 15 Aprile tale accordo sarà valido per tutti i nuovi libri ed eventuali riedizioni.

    P.S.: spero sia quella delle 20 l’edizione vista l’importanza dell’evento!?!

  • Bhe…nel frattempo vi aggiorno che in
    quella delle 8 non c’era 😉

  • Ahah, lo hanno rimandato alla settimana prossima e mi è stato chiesto di rimandare anche il nostro annuncio. Non se ne parla! Oggi sul blog tutta la verità sulla RIVOLUZIONE DEGLI EBOOK! 😉

  • Grandissimo Giacomo!

    “faglie vedè i sorci verdi” 😉

  • …… nooooo ……. e adesso come facciamo …? Un altra settimana con il punto interrogativo …

    Dai Giacomo a Noi in anteprima puoi dirlo !

  • va bene aspettiamo con ansia….

  • OGGI E’ IL GRAN GIORNO !

  • E alla fine il vincitore del Quiz è…. NESSUNO!

    L’unico ad aver nominato “Sperling” è stato Gianluigi Ballarani (un nome diverso dal solito, eh?!), ma la sua soluzione era “Bruno Editore diventa coeditore di libri cartacei”, il che è molto lontano dal nostro focus. Noi siamo editori di EBOOK 😉

    Anche Francesco Traccitto si era avvicinato, è stato il primo a parlare di “un accordo della Bruno Editore con altri editore quali Mondadori e Feltrinelli su tutto, per rendere tutti i libri in formato ebook”. Però non ha indovinato il nome dell’editore.

    La soluzione definitiva era: “l’evento del 15.4.09 consiste nella pubblicazione del primo ebook di una grande casa editrice, ovvero Sperling”

  • Ma poichè sono una persona buona e ed è il momento di festeggiare, ho deciso di assegnare comunque il premio ai due che si sono avvicinati di più!

    50 Crediti a Francesco Traccitto per aver capito l’idea!
    50 Crediti a Gianluigi Ballarani per aver indovinato l’Editore!

  • Per contenere i costi per i testi scolastici, una circolare del Ministro Gelmini prevede per il prossimo anno scolastico, la possibilità di scricare via web anche i libri. Infatti la circolare prevede che, a fianco del tradizionale libro cartaceo, le scuole potranno scegliere testi scaricabili in tutto, o in parte, da internet. I libri adottati, inoltre, non potranno essere cambiati per almeno 5 anni nella scuola primaria e 6 in quella secondaria (per gli editori rimane la possibilità di integrare i testi con appendici di aggiornamento).
    Credo sia questa la grandissima novità per il futuro sia per la scuola che per il nostro paese.
    Maura

Aggiungi un commento

Il Mondo di Bruno Editore


AMI I LIBRI? Il "MONDO" di Bruno Editore è un ecosistema che ti accompagna nel tuo cammino, ovunque tu sia e ovunque tu voglia arrivare.

0. IMPARA LA LETTURA VELOCE 10X:
https://www.letturaveloce.net

1. LEGGI i migliori ebook di formazione:
https://www.autostima.net

2. IMPARA con un percorso settimanale di libri, video e corsi:
https://www.numero1box.it

3. SCRIVI anche tu il tuo libro e diventa Autore:
https://www.numero1.me

4. PUBBLICA con Bruno Editore per diventare Bestseller:
https://www.brunoeditore.it

Pronto a creare la tua vita da Numero1?

Libri GRATIS



Scopri come avere in omaggio una copia del nuovo libro Scrittura Veloce.

Scrivere un Libro?


Scopri Numero1™, il più grande corso in Europa per imparare a scrivere un libro e diventare Bestseller Amazon.

Archivio Articoli: