La Popolarità Web con il LINK POPULARITY



Oggi ti spiego il FATTORE NUMERO 1 per avere un sito di successo: Il Link Popularity!

Dopo tanti sacrifici per la realizzazione del tuo sito sei pronto a farlo conoscere al mondo? Che senso ha fare un sito bellissimo (super curato nella grafica e usabilità) se nessuno viene a vederlo e a sfruttarlo? Chiaramente è inutile avere un sito se nessuno sa che esiste.

Il Link Popularity è il “termometro” della popolarità di un sito, aumentarlo è uno dei compiti più ardui, ma efficaci, per potenziare il tuo sito web.

I modi per farlo sono tantissimi, ognuno usa le proprie strategie, alcune sono efficaci altre meno, ho deciso di svelarti le tecniche migliori..

Il Link Popularity in realtà è l’arma più potente per far salire le statistiche del sito. Possiamo definirla come un’arma che lavora esternamente al nostro sito, poiché non ha nulla a che fare con la struttura interna del sito. Infatti non solo è indispensabile per ottenere visibilità nei motori di ricerca, ma è anche indispensabile per ricevere ulteriori visite da altre fonti, da altri siti web.

Segreto: “Più il tuo sito sarà popolare, più i tuoi link saranno presenti in rete, più i tuoi articoli si posizioneranno bene. Tutte le tecniche di posizionamento SEO saranno MOLTO più efficaci se sostenute da un buon link popularity.”

Quali sono i vantaggi:
(1) Ricevere traffico da altre fonti : avere il propri link in altri siti web genera un ulteriore traffico sulle tue pagine.
(2) Maggiore passaggio degli Spider: i Motori di Ricerca inviano i propri spider per la rete, essi seguono ogni link che trovano. Se per la rete sono presenti molti link alla tue pagine, gli spider passeranno MOLTO SPESSO dal tuo sito, e i tuoi nuovi articoli possono essere indicizzati anche in pochi minuti.
(3) Aumento dell’Autorevolezza: più persone parlano di te più sarai autorevole, si crea cosi un “effetto a catena”, tramite il passaparola, che ti rendere sempre più Autorevole e Visibile.
(4) Migliori Posizionamenti: tutte le pagine del tuo sito possono improvvisamente schizzare sui risultati dei motori di ricerca se in rete sono presenti MOLTI LINK alle tue risorse.

Ricorda: più sarai presente in siti che presentano un target o nicchia di mercato simile alla tua, più il link avrà valore!

Ma come si fa ad aumentare il Link Popularity?
Inanzi tutto, ti spiego come individuare quanti link sono presenti in rete su una determinata Home Page, o pagina qualsiasi.

Il comando da usare su Google è link: (nome del sito)
Esempio: link:https://www.rai.it (scopriamo che in rete, sono presenti oltre 2000 link al sito della rai)
Puoi provare con il tuo stesso sito o con qualsiasi pagina web, questo serve per comprendere la popolarità.

Detto questo, esistono 3 modi per avere link esterni su altri siti:
(1) I Link naturali: altri blogger che citano le tue risorse sulle loro pagine.
(2) Scambio Link : richiedere ad altri blogger di fare uno scambio di link reciproco
(3) I commenti senza Nofollow: ed è proprio qui che voglio soffermarmi.. E proprio con questo sistema che puoi aumentare drasticamente la tua Link Popularity

Ti spiego brevemente cos’è il Nofollow.. I Blogger, spesso, inseriscono il comando Nofollow nel codice del blog, per non far passare determinati link. Purtroppo quando lasci un commento, il link che lasci nella tua firma NON HA NESSUN VALORE.

Segreto: “Trova blog a tema con il tuo, che non hanno il parametro nofollow, e lascia commenti con la firma al tuo link”

Ad esempio, ogni commento che lasci su www.giacomobruno.it è un link valido! Non c’è il nofollow, infatti se sei molto attivo sul blog di Giacomo, usando il comando link:tuosito su Google, troverai molti link del blog che riportano al tuo sito web.

Come trovare blog che non hanno il Nofollow, in modo da aumentare drasticamente il tuo Link Popularity? Ti svelo questo segreto nel prossimo articolo…..

Nel frattempo, ricorda di scaricare il mio omaggio, l’ebook gratuito “Article SEO

Buon Business!

A Cura di Lorenzo de Santis,
Autore de “Il Triangolo del Seo”





Aggiungilo al carrello e scaricalo in 60 secondi!
Come Avere Successo Personale e Professionale sul n.1 dei Social Network
Acquista




Lascia il tuo commento

commenti

74 Commenti

  • Ciao Lorenzo, da qualche mese sto seguendo i tuoi consigi nei miei blog e devo dire che ho ottimizzato parecchio grazie a te.

    Anche questo articolo mi sembra abbastanza utile, provvederò subito a seguire anche questi tuoi consigli.

    Complimenti, ciao e alla prossima…

  • Ciao Lorenzo , a come trovare i link non ci pensavo proprio e neppure al nofollow. grazie dei suggerimenti

    PS. ho provato a cercare i link del mio sito ….. Era meglio non saperli.

    Comunque mi metterò al lavoro anche per questo
    grazie Patrizio

  • Quanti dici è molto interessante, Lorenzo, in particolare per quanto riguarda il nofollow.
    Se mi consenti una battuta, è un po’ come quei filtri, che si trovano in uffici ed aziende, quando una segretaria, o chi comunque risponde al telefono, analizza il tipo di richiesta, per evitare promozioni e telemarketing.
    Ciao ed auguri.

  • Quanti dici è molto interessante, Lorenzo, in particolare per quanto riguarda il nofollow.
    Se mi consenti una battuta, è un po’ come quei filtri, che si trovano in uffici ed aziende, quando una segretaria, o chi comunque risponde al telefono, analizza il tipo di richiesta, per evitare promozioni e telemarketing.

    Ciao ed auguri.

  • Quanti dici è molto interessante, Lorenzo, anche sul nofollow.
    Se mi consenti una battuta, è un po’ come quei filtri, che si trovano in uffici ed aziende, quando una segretaria, o chi comunque risponde al telefono, analizza il tipo di richiesta, per evitare promozioni e telemarketing.

    Ciao ed auguri.

  • Interessanti, come sempre, del resto, le tue dritte, in particolare sul nofollow.
    Se mi consenti il confronto, è un po’ come quei filtri telefonici, che si trovano nel telefonare ad uffici ed aziende, per evitare le promozioni commerciali.

    Ciao ed a presto.

  • Grande Lorenzo!

    Ho letto le tue risorse gratuite, davvero utili!

    Sto ottimizzando al meglio i miei siti e ora mi dedicherò al Link Popularity!

    Ciao

  • Complimenti Lorenzo. Sei un vero esperto del SEO. E grazie soprattutto per questi preziosi consigli che ci regali.

  • CIao Lorenzo, mi sai dire se il mio sito è con il nofollow e, se ce l’ha, se posso toglire questa impostazione

  • Ciao Lorenzo e grazie per l’ottimo articolo! 😉

    E’ molto importante l’argomento “link popularity”, sia in termine di nuove visite, sia in termine di ranking sui motori. Sembra che molti hanno perso questo “fattore strategico”…

    Per questo motivo, all’interno di FreePerClick ho inserito da tempo uno strumento per fare link-building, che aiuta a velocizzare determinate operazioni ed ha ottenere link preziosi. E’ una risorsa abbastanza semplice da usare…

    Grazie al tuo articolo che da grande visibilità al link-building, tutti possono comprendere pienamente l’importanza di “creare backlink di successo” e quindi migliorare il proprio posizionamento e traffico.

    Ciao! 😉

  • Grazie Ragazzi! Queste informazioni sono molto potenti, se avete un sito web dovete USARLE, è un obbligo imposto! 🙂

    E ricordatevi del Nofollow.. Nel prossimo articolo vi spiego come individuarlo facilmente..

    Inoltre, invito chiunque a scrivere commenti su giacomobruno.it, non solo perchè ci aiutate a esprimere meglio il nostro argomento, ma anche per questo fattore dei LINK UTILI.

  • Ottimo articolo e ottime risorse!
    Grazie e complimenti!

  • Grazie Ragazzi! Vi assicuro che questo è argomento molto importante..

    Inoltre, ricordate che su giacomobruno.it non c’è il Nofollow e i vostri commenti hanno valore. Per di più, commentando, aiutiamo tutti gli autori a esprimere meglio l’argomento trattato..

  • Fantastico!
    significa che i migliaia di commenti che ho lasciato per tutto il web sono serviti a qualcosa!
    🙂
    sono curioso di capire come si trovano questi blog senza nofollow!
    complimenti per il post!
    1abbraccio a tutti
    Josè

  • Grazie Lorenzo sei sempre molto preciso nei tuoi interventi e apprezzo molto il tuo lavoro “d’insegnante” della visibilità sul web….
    Spero di essere una buona allieva.
    Ciao.

  • Ciao Lorenzo, complimenti per l’ articolo.

    Anch’ io insisto sempre sull’ importanza della link popularity per aumentare il traffico sfruttando ad esempio i commenti nei blog pertinenti e ben posizionati.

    Ottima strategia per ottenere visite gratis e favorire il posizionamento, ne parlavo nel mio blog proprio qualche giorno fa.

    Grazie per l’ articolo, aspetto la continuazione… 🙂

  • Non so perchè prima non mi ha aggiunto il commento…. comunque….
    Come riconosciamo i blog che hanno il comando nofollow? E, se il nostro blog è uno di quelli, come possiamo disabilitare questa funzione?
    Grande Lorenzo, mi è piaciuto questo articolo! Ciao ciao!

  • non mi posta il commento….

  • ok… ora me lo posta… come si riconosce il comando nofollow e, se il nostro blog, è uno di quelli come disabilito questo comando? Grazie 😉

  • boh… quando ti faccio quella domanda non mi posta il commento… facciamo che te la faccio su msn 😀

  • Ciao ragazzi, se un commento vi va in spam, non preoccupatevi, ogni 24 ore facciamo sempre un controllo e li mettiamo online.

  • Quando sarà online il prossimo articolo? Caso vuole fossi proprio alla ricerca di un modo per capire quali blog e forum fossero dofollow… 🙂

  • Grazie Lorenzo,
    i tuoi articoli sono preziosissimi…e li conservo.
    Stò raccogliendo info e consigli per far partire il mio sito…e quando mi deciderò a metterli in pratica li tirerò fuori.

  • Ciao ragazzi,
    waoh quanti commenti! Il prossimo articolo sara’ presto online, capirete come individuare i blog senza il comando nofollow… Intanto postate su giacomobruno.it e aumentate il vostro link popularity!

  • Per chi freme di sapere sul nuovo articolo, vi do un indizio.. Servono 2 strumenti per individuare il nofollow, il browser Mozilla Firefox e una sua estensione..
    Inoltre, per chi ha un sito web ricordo che d’obbligo usare il browser Mozilla Firefox per la navigazione, perchè vi sono moltissime estensioni che Internet explorer non ha ed è decisamente più sicuro e professionale..

    Giacomo il blog per la moderazione sembra comportarsi un pò diversamente dal solito..

    a presto,
    Lorenzo

  • eheheh grazie giacomo 😉

  • Ciao Lorenzo,

    potresti spiegarmi meglio questo concetto:

    “Ad esempio, ogni commento che lasci su http://www.giacomobruno.it è un link valido! Non c’è il nofollow, infatti se sei molto attivo sul blog di Giacomo, usando il comando link:tuosito su Google, troverai molti link del blog che riportano al tuo sito web.”

    Grazie

    Ciao

    Francesco

  • Niente di più vero, io sto iniziando a partecipare anche ad altri blog di settore ed in effetti mi sono accorto che hanno il no follow. Anche se la mia partecipazione non è per ottenere link in entrata, penso si possa utilizzare a proprio favore questa strategia. Aspetto con ansia il tuo prox articolo!!

    Grazie Lorenzo!

  • Aumentare la propria Link Popularity è molto importante, ma attenzione molto anche al TrustRank .

  • Ciao Francesco,

    allora è semplice, ho provato a scrivere su google link:https://indirizzo del tuo sito web è hai 257 link esterni al tuo sito, questi sono generati ho da link naturali, cioè utenti che ti hanno citato su altri articoli, oppure dai commenti che hai lasciato sul altri blog che non usano il nofollow. Puoi verificare tutti i 257 siti web. Hai provato ad usare il comando?

    Sul questo blog (giacomobruno.it) non viene usato il comando nofollow, per tanto tra questi 257link troverai alcuni articoli del blog di Giacomo nei quali ci sarà un tuo commento.

    E’ da tenere conto che quasi il 70% dei blog usa il comando nofollow.

    *Mi hanno chiesto perchè un blog usa o no il nofollow?

    Allora, questo comando nasce per 2 motivi:

    1. Evitare spam
    2. Alterazioni delle indicizzazioni.

    *Per quanto riguarda lo spam, se un sito non ha il nofollow ed è molto trafficato probabilmente ci saranno utenti furbi che lasciano commenti futili. , e bisognerebbe stare molto dietro al blogal fine di controllare questi commenti che non centrano niente.. Sto parlando anche di commenti con pubblicità o slogan e simili.

    Su questo blog, prima di tutto c’è uno staff adibito al controllo dello spam e sicuramente c’è molta robaccia che giornalmente viene eliminata, poi è richiesto il nome e cognome e NO PUBBLICITA’, per tanto giacomobruno.it può permettersi di non usare il Nofollow!

    Mentre il fattore numero 2 è dovuto a un esagerato “distendersi” dei contenuti. Che vuol dire? Il Nofollow non fa passare lo spider dei motori tra i commenti, per tanto l’unico testo indicizzato è l’articolo. Succede “probabilmente” che TROPPI COMMENTI possono compromettere la densità delle parole chiavi dell’articolo perchè c’è “TROPPO TESTO INUTILE”, inutile per dire, alla fine sono commenti e i commenti spesso sono chiarimenti, domande etc..

    In realtà si crede che un blog con molti commenti è visto bene dai Motori di Ricerca, per tanto sono tutte tesi da VERIFICARE e probabilmente non c’è viene compromessa l’indicizzazione dell’articolo.
    Compromesso o no l’indicizzazione, a noi su

  • (scusate è partito da solo il commento che ora è in moderazione) Lo continuo..

    Compromesso o no l’indicizzazione, a noi su QUESTO BLOG non interessa molto, perchè c’è già molto traffico e gli articoli hanno uno scopo formativo.

    Se avete qualche domanda, a vostra disposizione..

    A presto,
    Lorenzo

  • Lorenzo, io la domanda te l’ho fatta. Aspetto una tua risposta appena puoi 😉

  • Si francesco, ho ho mandato una bella risposta , ma è in moderazione perchè lunga, purtroppo l’ultimo commento che vedi è la parte finale di tutta la spiegazione, attendiamo che viene pubblicato 🙂

  • Ciao Lorenzo
    ottimo articolo, come sempre !!!

    ho provato a vedere quanti link esterni al mio sito ci sono ed ho avuto una bella sorpresa (certo è che ci ho lavorato per ottenere questo): 654 in circa un mese e mezzo di vita del mio blog…….

    Non mi sembra malaccio, vero?

    Tu che ne dici Lorenzo?

    Ciao e bravissimo

    Barbara

  • Ciao Lorenzo, ho letto la tua risposta. Non avevo compreso che dovevo digitare il comando su google. Comunque il mio risultato non mi sembra un granchè. Tu che dici? Su cosa dovrei puntare per migliorare questo aspetto?

    Grazie per la tua disponibilità.

    Saluti

    Francesco

  • Sinceramente Barbara io ora ne vedo 36 al tuo sito. Cosa hai cercato tu?

    Francesco non sono male i tuoi numeri, visto che non sapevi niente di questo fattore del nofollow. Sei in una fascia media, dai 500 in su entri in una fascia medio alta.

    In generale, ricordiamo che questi link influiscono anche sul PageRank, che dipende molto dal valore PageRank delle pagine ospiti, le quali trasferiscono parte del loro PageRank alla vostra pagina linkata.

  • Perdonatemi, ma devo essere proprio un troglodita…
    Non ho capito cosa significa “scrivi su google link:https://indirizzo del tuo sito web!
    Credevo fosse un canale di google, ma non ne ho trovato traccia. Allora nel campo di ricerca principale (cioé l’unico: credo che la genialità di google sia tutta lì…) ho inserito link:https://www.lavoratorio.it ma ne sono venuti fuori due risultati che proprio non capisco.
    Insomma: cosa vuol dire “scrivi su google link:https://eccetera?
    grazie
    Roberto

  • ok grazie Lorenzo 😉
    Devo migliorare, ma come?

  • Wow. chiarissimo l’articolo. Sei un grande. Grazie mille! 😉

  • bravo Lorenzo,
    ottimo articolo con risorse molto utili, è bello imparare cose nuove anche da “vecchietti”…

  • Roberto, vuol dire che su quelle pagine, ora o in passato, era presente un link al tuo sito web.

    Ricordate che, Google passa ad esempio da questo blog ed indicizza la pagina, ma non è detto che indicizza tutta la pagina, può essere che arriva a metà dei commenti e tralascia gli altri, gli spider sono “ballerini” fanno quello che vogliono. In seguito possono ripassare ed indicizzare gli altri commenti, per questo con il comando link:https://tuosito, non vediamo tutti i link esterni disponibili in rete, che riportano al nostro sito web.

    Francesco attendi i prox articoli che spiego in maniera pratica come fare per il Link Popularity e il Pagerank.

    Simona, grazie… E anche a te Alessandro.

  • Grazie Lorenzo

  • bravo grazie per i consigli

  • L’articolo offre molti spunti di riflessione,fra i quali il vero collegamento fra Link Popularity e il Pagerank…infatti facendo delle ricerche con il comando link:https://tuosito,ho trovato un blog di cui non faccio il nome per non fare pubblicità con pagerank 4 e link popularity zero!
    Inoltre ho notato che il risultato cambia a seconda delle ore,non è costante…comunque mi meraviglio che il sito https://www.lorenzodesantis.net/ abbia solo 7 collegamenti! Com’è possibile?

  • Su Google mi sono apparsi 54 link al mio blog. In che fascia sta questo risultato e come posso migliorare?

  • Ciao Lorenzo

    io ho messo il comando link: http://www.risorse-infomarketing.net

    dove ho sbagliato???

    Grazie

  • dunque con link: https://www.Risorse-Infomarketing.net ora si vedono 310

    con link: http://www.Risorse-Infomarketing.net se ne vedono 655.

  • Barbara, hai ragione.. Ho sbagliato io.. In realtà se si scrive su google il comando accompagnato dallo spazio si hanno risultati inferiori o minori, ho scritto link:http (senza spazio) mentre tu hai scritto link: http: (con lo spazio. Infatto hai veramente tutti quei link.

    Bhe bravissima sai 🙂 , sono molti per soli 1 mese e mezzo, allora ti chiedo.. Ti piacerebbe elencarci qui cosa hai fatto? Cosi il tuo intervento può essere d’aiuto a tutti.. Magari ci numeri le azioni..

    Raffaele attendi i prossimi articoli e ti spiego come migliorare

  • Vi ricordo che Google non è sempre stabile su queste ricerche, per tanto in un momento puo darvi una “risposta” in altri momenti vi dice altro, per tanto è consigliabile provare più volte, il numero di link che vi da è comunque reale..

  • Ciao Lorenzo.
    Avrei anch’io una domanda.
    Nel caso di un autore della Bruno Editore, che non abbia un suo specifico sito o blog, ma solo una pagina-scheda del suo ebook, realizzato dalla B.E., è comunque possibile fare qualcosa per migliorare il numero di link a quest’ultima, ripeto: senza costituire un proprio sito-blog?
    Ci sono azioni specifiche da tener presenti, in questo caso?

    Ciao, mille auguri ed a presto!

  • Ciao Giampiero.. Ottima Domanda. A prescindere che rimango in “dissacordo “che un autore non deve avere un proprio canale web, come un blog o un sito, ti spiego come comunque 🙂

    Alla fine è lo stesso meccanismo. Ho visto che attualmente hai circa 40 link esterni, puoi provare anche tu con il comando link:https://indirizzotuaschedaprodotto, ho osservato che ci sono articoli di questo blog, proprio perchè inserisci spesso i tuoi commenti. Altre soluzioni sono di commentare in altri siti web a tema con il tuo ebook…

    Comunque vorrei capire la tua scelta di non avere un blog personale?

    Guarda, sono disposto a regalarnete uno 🙂 Anzi ora che ci penso, ne ho uno già pronto si chiama ” Aziende ed Investimenti” , è semplicissimo da inviare articoli e ci si potrebbe mettere il tuo ebook bello presente in home page….

    Alla fine un canale esterno sul web che porta traffico targetizzato sulle nostre schede prodotto è solo un bene per la Bruno Editore e per il nostro Brand personale..

    ps. fammi sapere

    A presto,
    lorenzo

  • Ciao Lorenzo e ciao a tutti

    grazie

    mi sono data da fare e l’ho fatto in questo modo:
    mi hanno detto che per diventare importante il blog deve essere visitato e quindi sto cercando per ora ( a parte scrivere post che reputo di qualità ..anche se qualcuno reputa il mio blog addirittura vuoto!!!) di assicurarmi visite giornaliere.
    Da quando ho attivato Analytics a ieri ho ricevuto 496 visite. Sono poche ? Sono tante ? Non so ma per ora mi ritengo abbastanza soddisfatta.

    Non ho ancora messo una newsletter o i feeds e quindi le visite che ottengo per ora sono tutte di persone praticamente nuove che provengono direttamente, da google o dai blog in cui lascio commenti.

    Ho fatto delle ricerche su google ( che aggiorno continuamente ), ricerche che riguardano blog più o meno in tema con il mio, ho aggiunto a questi blog anche altri blog abbastanza trafficati e lascio commenti sistematici.

    Ovviamente all’inizio i commenti erano perlopiù ” bello, bravo, complimenti” ma ora cerco di personalizzare i commenti e sono riuscita ad avere contatti veri con molti blogger.

    Non so se sto lavorando bene … solo il tempo mi dirà !!! Ma ci metto tutto l’impegno che posso.

    Lorenzo ( e chiunque altro ) se hai consigli da darmi, sono aperta a riceverne tanti.

    Grazie e buon lavoro a tutti.

    Barbara

  • Ti ringrazio infinitamente per la tua cortese attenzione, e ti spiego un po’ anche il perchè di certe scelte, come comunque ho già iniziato a spiegare.

    I motivi sono diversi.
    Sostanzialmente li ho già spiegati in un post al tuo precedente articolo, Lorenzo, articolo che ho ugualmente molto apprezzato, ma li ho anche ripresi nell’interessante articolo (l’ultimo pubblicato oggi) di Simone Caracciolo, che colgo l’occasione per salutare.

    Sottolineo anche questo.
    Ho dedicato una certa fase della mia vita, in passato, all’ambito forense ed a tutt’oggi vengo interpellato, come giurista, su diverse questioni.
    Proprio in questo periodo si sta peraltro verificando un fenomeno, che era già stato segnalato su internet, e di cui sono stato chiamato ad occuparmi, proprio in questa mia veste, a titolo d’amicizia, ma lo faccio volentieri.
    Da premettere che l’Italia dovrebbe essere, per antonomasia, la patria del diritto e, sopratutto, avere un diritto chiaro ed uguale per tutti coloro che si trovino in identiche situazioni.
    Ebbene, questo in teoria, mentre in pratica….

    Ma vengo al “dunque”……
    Come dicevo, in teoria un sito, in quanto tale, non dovrebbe essere assogettato ad adempimenti fiscali.
    Se poi un sito serve per attività commerciali, dovrebbe esserci un limite (5.000 euro), sotto il quale non ci sono adempimenti, tipo P. IVA. ed altre analoghe incombenze……
    Invece, per farla breve, succede che c’è……qualcuno, per il quale le cose stanno diversamente.
    Insomma, alcune persone, solo per essere risultate titolari di siti…….tqlora neppure commerciali, si sono ritrovate ad affrontare tutta una serie di beghe legali che…la metà basterebbe..e poi si dice che in Italia favoriamo lo spirito imprenditoriale e la libera iniziativa….mah…
    Comunque, a titolo d’amicizia, mi sto occupando di tutta una serie di queste situazioni, predisponendo gli opportuni strumenti per tentare una soluzione…..

    Ovviamente, nel dire ciò, non intendo certo scoraggiare tutte quelle imprese che vogliano dedicarsi al web marketing, anzi…..ma in questi casi è ovvio che si pensi di superare, in termini di resa commerciale, quei famosi 5.000 euro….
    Nei casi, di cui mi sto occupando, invece, si tratta di privati che o non hanno neppure in intento commerciale (come se uno volesse realizzare un sito per pubblicare le proprie poesie, ad esempio) oppure magari questo intento ce l’hanno, ma non sono certo così sicuri di raggiungere certi risultati.
    Io, ovviamente, cercherò di far di tutto per aiutare tali persone, ma non posso garantire un risultato, che dipende dalla decisione di altri.

    Grazie ancora una volta del tuo intressamento e mille auguri per ebook ed iniziative varie.
    Gian Piero

  • Bhe che dirti Barbara, bravissima! Arrivare a circa 500 al giorno in soli, neanche 2 mesi di vita è a dir poco eccellente!

    Continua cosi e stai andando alla grande… L’unico consiglio in più che posso darti per dare stabilita al sito è di scrivere molti contenuti, almeno 1 articolo al giorno, e di essere costante nel farlo, perchè Google è compagni osservano la continuità e passano molto spesso dal sito..

    Un altro consiglio è: visto che ci sono prodotti di infomarketing, dovresti inserire il banner di Bruno Editore relativo agli Ebook sul Marketing, è più diretto per il tuo target e avrai maggiori conversioni….

    Intanto che dire, sei una “principiante professionista” 🙂 , bhe diciamo che probabilmente hai molta propensione per queste cose, ti piacciono sicuramente 🙂 Continua Cosi!

  • Gianpiero, capisco ciò che dici. Ma nel momento in cui un sito web è puramente informativo, come ben sai, non ha mai leso nessuno. Per quanto riguarda ad esempio l’affiliazione con Bruno Editore o l’essere Autore, è ovvio che un utente debba registrare le sue entrate e regolarizzarsi se superata la soglia dei 5000, come hai già detto..

    L’avere un tuo blog personale ha lo scopo di divulgare maggiormente la tua conoscenza, con i relativi benefici personali e lavorati, nuovi contatti, clienti o promozione del tuo ebook, etc.

    Io sono per i siti non commerciali, e di questo stiamo parlando, il solo scopo è la divulgazione degli già attuali servizi che ognuno di noi fornisce nella vita reale, quindi la regolarizzazione degli interventi lavorativi non è per nulla connessa alle attività del blog..

    Poi non so se ho capito male…
    A presto.

  • Cerco di spiegarmi meglio, arrivando subito ad un esempio concreto, caro Lorenzo.
    Questione a parte è quella del tempo a disposizione, nel senso che se uno ha un sito, ebbene dovrebbe curarlo al meglio, con articoli e via dicendo…almeno uno al giorno…e non tutti abbiamo questa disponibilità…..

    Ma, a prescindere da ciò, il discorso è il seguente:
    ci sono diverse persone (non farò nomi, anche per ovvi motivi di privacy) che, per il solo fatto di aver aperto un sito (anche non commerciale) si sono trovati ad affrontare un bel po’ di “beghe legali”.
    Questo perchè, in base ad una certa interpretazione di talune norme del nostro ordinamento giuridico, il solo fatto di essere titolari di un sito, indipendentemente dal tipo di attività del sito medesimo, imporrebbe….
    Spesso capita che di una certa normativa si diano inter pretazioni diverse (che poi è il lavoro del giurista), e talora, appunto, si deve combattere contro talune di queste, come nel caso in questione…..

    Ora, io sono stato chiamato, proprio in qualità di giurista, ed in via di amicizia, ad occuparmi di taluni casi, cosa che sto appunto seguendo, nella speranza di poter essere d’aiuto…….

    Spero di aver chiarito gli aspetti poco chiari di miei precedenti interventi.

    Ciao
    Gian Piero

  • Ho capito Gian piero, bhe sarà un caso molto particolare allora questo.. Speriamo che si risolva tutto e che non ci siano altri interpretazioni strani di leggi..

  • Ciao Lorenzo

    forse mi sono spiegata male ….. ho raggiunto le 500 visite ma non al giorno … le ho fatte in circa un mese di vita del blog …..
    se fossi riuscita ad avere 500 visite al giorno non so cosa avrei fatto: i salti di gioia ……

    Per quanto riguarda il discorso degli articoli … hai ragione dovrei inserirne di più (ed ho visto che tu sul tuo blog lo fai) ma non ce la faccio anche perchè voglio testare i prodotti che posto…. non mi piace proporre alle persone prodotti che non so se funzionano oppure no …. e quindi mi ci vuole un po’ di tempo in più del semplice scrivere.

    Cmq grazie dei complimenti ed dell’ulteriore consiglio sul banner di autostima …. ma quello sui prodotti Marketing dove lo trovo ?

    Grazie di nuovo

    Barbara

  • Eh Barbara, sinceramente ero dubbioso, ma non volevo dir nulla, chissà poteva anche essere.. Comunque brava lo stesso..

    Per il banner è semplice, esso si crea con un codice Html che sicuramente hai messo nel tuo blog per generarlo. Trova questa porzione di codice:

    bannerconv.php?pp=10819&categoria=internet” framespacing=”0″

    Vedi nel mio c’è scritto internet, tu puoi metterci marketing o altro, cambia in automatico..

  • Ciao Lorenzo

    ho modificato il banner …. speriamo che vada un po’ meglio a livello di conversioni.

    Per le visite … dai, se fossero già state 500 al giorno o ero un mostro o avevo attivato lo scambio visite …. non ci poteva essere altra alternativa …

    Ciaooooo

    Barbara

  • Visita il mio blog

  • ottimo consiglio…

  • Grandioso articolo, davvero molto utile per quello di cui mi sto occupando in questi giorni . . . ti ho anche aggiunto tra i miei blog preferiti 😉
    Complimenti ancora 😉

  • Ottimo articolo ! 500 vistite al giorno in 2 mesi ottimo!

  • Molto interessante questo articolo, in effetti la link popularity resta un’arte lunga e difficoltosa.
    I circuiti che propongono scambio di link secondo te sono validi?
    Sapresti indicarmene qualcuno?
    Ciao e grazie

  • Questo commento l’ho lasciato perchè dici che nei commenti non c’è il nofollow! Ottima strategia per farti commentare l’articolo 😉

    Veramente interessante ed ottimo Lorenzo! Quando ci becchiamo su Facebook ti devo parlare di materiale “scottante” 😉

  • Un’informazione veramente molto utile, che altri genericamente indicano come risorsa senza specificare il problema del nofollow. Grazie a questa informazione si risparmia un bel po’ di tempo

  • Ciao Luca, bhe dovresti scoprirlo con il tool che non c’è il nofollow, non perché l’ho dico io :D. C’è un altro articolo qui, dove spiego come individuarli .

    Comunque ci sentiamo su Facebook.

    Lorenzo

  • ciao lorenzo solo tu puoi avere cosi tanti commenti,io cerco di seguirti sui tuoi siti e anche su questo blog perchè da te c’è davvero tanto da imparare,e non smetterò mai di seguirti,e quanto vedo ai tantissimi sostenitori,che ti seguono con tanto interesse.

    Devo dire che tu sei uno dei pochi esperti in seo che sà come coinvolgere i suoi utenti.

    ciao,a presto!!!

  • ciao lorenzo solo tu puoi avere cosi tanti commenti,io cerco di seguirti sui tuoi siti e anche su questo blog perchè da te c’è davvero tanto da imparare,e non smetterò mai di seguirti,e quanto vedo ai tantissimi sostenitori,che ti seguono con tanto interesse.

    Devo dire che tu sei uno dei pochi esperti in seo che sà come coinvolgere i suoi utenti.

    ciao,a presto!!!

  • Sto seguendo i tuoi cosigli da soli due giorni e le entrate sui miei siti e blog sono aumentate
    vistosamente.
    E pensare che sono solo al inizio del lavoro.
    Grazie

  • Grazie Lorenzo,
    mi sto affacciando adesso al l’argomento SEO per ottimizzare l’indicizzazione dei miei appartamenti per vacanze in Toscana e spero di migliorare il mio posizionamento

    Andrea

  • Ciao Lorenzo, sono sempre attuali i tuoi consigli nonostante il web si stia evolvendo. Solo una precisazione, il comando link su google non è più molto affidabile a detta di molti, è yahoo che riporta i dati veritieri (oltre al webmaster tool di google stesso naturalmente)

Aggiungi un commento

Giacomo Bruno in TV

Giacomo Bruno su Il Sole 24 ORE

Giacomo Bruno intervistato al TG1

Giacomo Bruno in Camera dei Deputati

Giacomo Bruno all'Evento Numero1

Giacomo Bruno al Premio TwoCommaClub 1.000.000$

Giacomo Bruno sulla Classifica Amazon

Giacomo Bruno su Rai1

Giacomo Bruno al WakeUpCall

Giacomo Bruno sulla Filosofia Numero1

Giacomo Bruno su Radio Italia

Giacomo Bruno su Radio RAI1 per il Salone del Libro

Pubblica il tuo libro


AMI I LIBRI? Il "MONDO" di Bruno Editore è un ecosistema che ti accompagna nel tuo cammino, ovunque tu sia e ovunque tu voglia arrivare.

- Pubblicazione con Garanzia Bestseller
- Ghost Publishing: scriviamo il libro per te
- Business Building: rendite dal libro
- International Bestseller in tutto il mondo
https://www.brunoeditore.it

Libro GRATIS



Scopri come avere in omaggio una copia del nuovo libro Scrittura Veloce.

Scrivere un Libro?


Scopri Bruno Editore™, il primo Editore al mondo a pubblicare il tuo libro e trasformarlo in un Bestseller Amazon in tutto il mondo.

Archivio Articoli: