Focus, Brand, Ebook, Joint Venture, Community…



Ciao ragazzi, chi di voi ha partecipato all’Evento del Club Autori Italiani del 20.09.08 sa bene quali siano i nostri progetti futuri. Ne abbiamo parlato a lungo, sia durante il corso sul Posizionamento di un Brand sia la sera in privato.

La risposta è nel segreto n.7 del posizionamento: il FOCUS.

La Bruno Editore è l’editore di ebook. Punto.

Durante il corso abbiamo visto quante aziende, anche molto grandi come Coca Cola, Google, Amazon, Kodak, Xerox, abbiano violato questa legge e si siano buttate sull’estensione di linea al solo scopo di aumentare il proprio fatturato.

La storia di Amazon la conoscete tutti: la libreria più vasta della Terra è ormai tutto tranne una libreria: elettrodomestici, videogiochi, orologi, computer, giocattoli, articoli sportivi. La morte del Brand.

Certo, anche Rolex potrebbe fare orologi da 100 euro e sicuramente ne venderebbe tanti e aumenterebbe il suo fatturato. Ma che fine farebbe il suo brand di orologo di lusso? E se Harley Davidson cominciasse a produrre automobili, che credibilità avrebbe?

Mantenere il Focus è una scelta di Brand molto forte. Ma è vincente sul lungo termine. Lo vedete dallo spazio che la Bruno Editore ha sui quotidiani nazionali come Corriere, Repubblica e Messaggero.

Specializzarsi in una nicchia è una scelta vincente: tu ti faresti operare al cuore da un chirurgo specializzato in operazioni al cuore o preferiresti il tuo medico generico? 😉

Specializzarsi richiede anche sacrifici e richiede di tagliare ogni estensione di linea.

Entro fine Ottobre la Bruno Editore taglierà i “non-prodotti“: corsi, coaching, consulenze, servizi. Niente più Memo Commerce Coaching, niente più Creazione Minisiti, niente più Coaching con Giacomo Bruno, niente più Corsi con Alfio Bardolla.

Tutti servizi ottimi e di grande valore, che andranno avanti anche senza di noi. Massimo potrà fare il suo coaching, Daniele i suoi minisiti, Alfio farà sempre i suoi corsi. Invece noi ci occuperemo di ebook.

Lo chiariamo anche per le mille proposte di joint venture che riceviamo ogni giorno, anche da illustri nomi della formazione italiana: non proponeteci corsi, consulenze, coaching, servizi, audiocorsi, video online, membership, software, script o qualsiasi prodotto che sia diverso da un ebook. Semplicemente non ce ne occupiamo.

Al tempo stesso vogliamo rassicurare i nostri Autori: nella nuova Community che stiamo progettando ognuno di voi avrà uno spazio dedicato dove potrà proporre i propri servizi o consulenze ai nostri clienti, autonomamente da Bruno Editore.

Quando abbiamo parlato del servizio di Creazione Minisiti qualche articolo fa, qualcuno si era chiesto perchè chiuderlo il 31 Ottobre. Giacomo aveva risposto così: “E’ una questione di nostro focus aziendale. Bruno Editore è la casa editrice di EBOOK, tutto il resto è un’estensione di linea che non porta reali benefici, se non delle vendite in più. Il nostro obiettivo non è il semplice fatturato, ma sono le quote di mercato nel settore che abbiamo scelto.

Il nostro obiettivo è molto semplice: portare gli ebook nei computer (e ebook reader) di tutti gli italiani. Ma richiede sforzo, determinazione, tanta passione e dedizione.

Così come da un paio di anni non teniamo più nostri corsi di formazione in aula, così oggi tagliamo anche le ultime distrazioni. Più si è focalizzati, più si è leader del settore.

Questa scelta porterà grandi benefici a tutti: agli Autori che saranno sempre di più autori dell’azienda più forte che ci sia nel settore ebook, agli Affiliati che venderanno prodotti di sempre maggior qualità e della casa editrice online n.1 che ci sia in Italia, ai Clienti che avranno la Garanzia di comprare ebook eccellenti dall’azienda leader del settore.

A presto!
Viviana Grunert & Giacomo Bruno 

PS: per la nostra prossima iniziativa avremo bisogno della partecipazione sul blog di TUTTI VOI, seguiteci con attenzione! 😉





Aggiungilo al carrello e scaricalo in 60 secondi!
Come Mettere in Pratica la Legge di Attrazione e Trasformare i Tuoi Sogni in Obiettivi Concreti e Realizzabili
Acquista




Lascia il tuo commento

commenti

47 Commenti

  • Giacomo, questa è decisamente la scelta migliore per la BE e tutti noi autori… Non ci sono assolutamente dubbi che BE avrà un Brand sempre maggiore in merito..

    Cosa sarebbe successo a Coca Cola, Google, Amazon, Kodak, Xerox se non avessero violato questa legge? Probabilmente quello che succederà a BE nei prossimi anni 🙂

  • Grazie Lorenzo, apprezzo molto! Soprattutto detto da te che sei uno molto attivo e che di proposte “extra-ebook” me ne hai fatte tante! 😉

  • E per quanto riguarda Free Per Click? Verrà messo fuori vendita anche lui? (lo chiedo per i non clienti, potrebbero perdere un buon prodotto, ovvio, a meno che massimo non lo venda da solo)

  • Ciao Giacomo, Ciao Viviana!

    Io ci sono. Vi seguo con attenzione.
    Approvo in pieno la scelta di conservare ” puro e intatto ” il Brand della Bruno Editore.

  • Ciao Rocco, FPC per ora rimarrà in quanto prodotto digitale a tutti gli effetti, diverso dai servizi che richiedono l’intervento di persone.

    Roland, grazie mille per l’appoggio! 🙂

  • Quindi Giacomo, visto che FPC rientra nella categoria di prodotti digitali, anche questo tipo di formato è ancora accettabile? L’importante è il non intervento umano?

  • Sono contento di questa nuova visione che date alla BE. Credo che così potete solo che migliorare. Complimenti vivissimi per i vostri successi.

  • Lorenzo: NO, considerala un’eccezione unica e momentanea. Dunque rimane valido questo messaggio: SOLO EBOOK.

    Francesco, grazie. Riteniamo che sia una vision molto utile da condividere anche con voi affiliati!

  • Concordo pienamente con la direttrice strategia di Giacomo Bruno.
    La focalizzazione dà sempre i migliori risultati in termini di energie, costi e performance, oltre a potenziare la leva del Brand.
    Anche ottima l’opportunità offerta agli Autori di poter esprimere competenze e servizi professionali in senso ad una grande comunita!
    Complimenti ancora!

  • OK Giacomo! Bhe eliminare FPC, dopo il suo successo sarebbe alquanto inopportuno… Peccato che il tuo Coaching non esista più però, almeno quello poteva rimanere 🙂

  • Ottobre è l’ultimo mese per prenotare. 😉

  • Pensavo Giacomo.. “La Bruno Editore è l’editore di ebook. Punto.” Ci vuole una prima posizione in Google alla parola eBook! Stavo pensando di fare un articolo in merito al posizionamento con i backlink, magari gli affiliati attivi possono darci una mano.. 🙂

  • Ottima idea Lorenzo!

    Oltre a FPC, anche i videocorsi per ora rimangono, ma avranno sempre meno visibilità e non cresceranno di numero. Per il video del corso sul Posizionamento di un Brand c’è un bel progetto dietro. 😉

  • Ciao Giacomo dopo la lezione che ci hai dato sul posizionamento sul focus il 20 sett. , ora ce la dimostri nuovamente . Mi piace un sacco questa frase anzi potrebbe essere uno slogan

    “La Bruno Editore è l’editore di ebook. Punto.”

    ciao un saluto
    Patrizio

  • Ciao! 😉

    La scelta di Giacomo e Viviana è più che giusta e focalizzata al punto. Ormai ne abbiamo parlato molto a lungo e sappiamo che è così. Seguire il proprio Brand è la strada perfetta per il futuro, la specializzazione.

    Per quanto riguarda la nuova comunity: conta pure su di me Giacomo! 😀

  • Vorrei esprpimere una mia opinione personale, basata sulla mia diretta esperienza, in merito all’interesante tema proposto nell’articolo.

    E’ possibile (direi che questo è il tema dell’articolo) mantenere un forte posizionamento in un mercato, in cui si sia già rqggiunta la leadership commerciale, per così dire, oppure una strategia di allargamernto di linea (strategia vecchio mercato-nuovi prodotti) rischia di far perdere la leadership stessa, ed il posizionamento già conseguito?

    In realtà, mi sento di rispondere nel seguente modo, e non si tratta di “aggirare l’ostacolo”: DIPENDE!

    Una premessa è necessaria.
    Intanto, osservo che non necessariamente estensione di linea significa, necessariamente, perdita del proprio posizionamento e della propria leadership nel segmento o nicchia di mercato già……occupata.

    Per cosa è nota la Rolls Royce?
    Penso che si possa essere d’accordo nel considerarla legata al mercato delle autovetture di lusso……eppure….. la Rolls Royce fabbrica anche motori d’aereo…..anzi, è, se non ricordo male, l’unica impresa al mondo a fabbricare motori di aerei, che non sono mai caduti…..

    Ma, ovviamente, si potrebbe obiettre che può trattarsi dell’eccezione, che conferma la regola.
    Direi però che, comunque, dipende dalla strategia dell’impresa estendere la propria linea, mettendo a rischio leadership e posizionamento già raggiunti in un certo mercatoo meno, cioè. c’è modo e modo per implementare una stratgia cosiddetta di “estensione di liena”.

    Come fare?
    Sopratuttio, si deve evitare un possibile, rilevantissimo errore: cioè si deve evitare di usare, per nuovi segmenti, gli stessi marchi e loghi, che hanno riguardato il posizionamento già ottenuto.
    La Rolls Royce, se non ricordo male, neppure ha avuto bisogna di seguire tale principio.
    Ma faccio un altro esempio, direi senza nomi, per evitare indebita pubblicità….

    Conosco una società di consulenza, di cui vorrei sintetizzare la storia.
    Nacque con le risorse, modeste, di alcuni soci, e si rivolse al settore dell’informatica per le aziende.
    Raggiunse considervoli traguardi nel proprio settore ed allora, decise di “attirare a sè” competenze di altri tipo.
    Del resto, chi si occupa di imprese sa quante problematiche riguardino questo settore.
    Ecco un esempio di estensione di linea, quindi, non solo più informatica aziendale, ma organizzazione, selezione, ecc..

    Cosa successe, o meglio, cosa sarebbe potuto succedere: magari si potrebbe pensare ad una confusione nella clientela, ecc…..
    Ebbene no.
    La società mantenne logo e marchio nel settore di riferimento e realizzò, al contempo, un logo ed un marchio simili, ma al tempo stesso differenziati (ingegnosamente elaborati, ovviamente, da una importante agenzia di pubblicità), così da realizzare una sinergia con quelli già esistenti, ma….
    I nuovi marchio e logo non fecero rifrimento ad alcuna realtà direttamente operativa.
    Venne infatti costituita una holding, cioè una società che aveva, sotto di sè, per dirla semplicemente, sia la precedente società operativa nell’informatica, sia le altre divisioni, operative in altri settori….
    Insomma, fu un successo…..nei nuovi settori, e continuò a essere mantenuta la posizione già raggiunta in ambito informatico.

    Ma questa via, per la verità, è stata seguita, in tutto il mondo, da diverse realtà.
    Molto spesso capita di sentire la storia di questo o quell’altro miliardario che…iniziò da un ben preciso progetto e poi….si interessò di altri progetti in altri settori.
    Ma per frealizzare questo, non si deve pensare di far venire meno il posizionamento già conseguito, bensì di realizzare una sorta di pluriposizionamento……
    Come?
    L’ho già indicato:
    logo, posizionamento e marchio già noti si mantengono legati al tradizionale segmento di mercato.
    Poi si crea una sorta di “cappello comune”;
    sotto il cappello si creano nuovi marchi e posizionamenti.

    Qualcosa d’innovativo?
    Assolutamente no.
    Lo dico, perchè è una formula molte volte rivelatasi decisamente vincente, e comunque tale, per usare un linguaggio di marketing, da non cannibalizzare quanto già conseguito, in termini di risultati, in un determinato mercato o segmento di mercato.

    Ovviamente, si può poi prescindere da un’analisi in termini solo di sviluppo aziendale e di mercato.

    Conobbi, tempo fa, imprenditori che, anche e sopratutto per motivi affettivi, erano ancorati alla loro tradizionale tipologia di prodotto e, pur consapevoli di certe potenzialità di mercato, non erano interessati per motivi più di questo tipo, che strettamente economici.

    Per quanto riguarda il progetto di Community, alcune analisi, confermate anche da studi specializzati in questo tipo di problematica, sembrerebbero confermare che un modello vincente non possa, comunque, prescindere da un’integrazione tra un’area free ed un’altra area, a pagamento…..

    Ho cercato di comunicare, con questo mio intervento, una mia visione personale, ma basata sulla mia diretta esperienza.
    I miei migliori auguri, comque, per ogni progetto, presente e futuro, di Autostima, qualunque esso sia.

    Colgo anche l’occasione per comunicare che, in caso di conferma di taluni impegni, forse mi assenterò per qualche tempo, ed in tal caso non so se averi modo di continuare a connettermi.
    In tal caso, un arrivederci al mio ritorno.

  • Gianpiero i tuoi commenti sono sempre eccezionali. Pur non essendo stato presente al corso, hai tirato fuori proprio una delle strategie di cui ho parlato agli Autori.

    E’ la strategia del “sub-brand”, costruire appunto un sottomarchio o ancora meglio un marchio completamente nuovo che si dedica esclusivamente al nuovo prodotto/estensione.

    Ad es si potrebbe fare un nuovo sito “Coaching.it” dove inserire tutte le consulenze, i corsi e i coaching, senza dunque “sporcare” il brand principale che fa l’editore di ebook.

    Assolutamente fattibile. Per quanto ci riguarda non intendiamo però farlo per una questione di “focus mentale”, cioè per non distogliere la NOSTRA attenzione interna al settore degli ebook.

  • Certo, l’avevo intuito.

    Grazie, pealtro, per l'”eccezionale”.
    Il fatto è che io sono abituato a parlare solo di quello che conosco, ed in termini di valutazione sttrattamente personale che, peraltro, può certo essere giusta o sbagliata.

    Mi pare, comunque, che già anche solo occuparsi di ebook sia molto impegnativo:
    penso proprio, tra l’altro, che tra un po’ l’ebook soppianterà il libro (quello cartaceo), quindi….

    Ancora un saluto e mille auguri.

  • Ottima scelta, quello che poi avevi annunciato al corso 😉

    Io sono con voi 😀

  • Messaggio per tutti quelli che non c’erano al corso (oltre che per i distratti): fate sempre riferimento a noi come BRUNO EDITORE e non come “Autostima”, “Autostima.net” etc… non confondiamo l’azienda con il sito web. 😉

  • Complimenti Giacomo e complimenti a tutti gli autori .

  • Io vorrei fare un’osservazione personale, che vuole essere qualcosa di più che un semplce complimento…da quando seguo il Bolg della Bruno Editore mi accorgo di cose che prima non vedevo. Non perchè non esistessero, ma perchè non le sapevo o le davo per scontate. E’ un pò come guardare il mondo senza occhiali, poi indossarli e scoprire una realtà più profonda, quasi 3D. Sto capendo che se non ci fosse lo scambio di informazioni e di conoscenze, saremmo condannati a vedere solo un lato delle cose. Noi tutti abbiamo bisogno di qualcuno che, per ogni situazione, ci dia gli occhiali giusti e ci dica cosa guardare. Penso che il senso di questo Blog, come quello della futura Community (idea fenomenale!), soddisfi appieno i bisogni di tutto il popolo del web. Il beneficio sarà globale, molte persone scopriranno cose nuove e sapranno su chi contare nei momenti difficili, momenti in cui chiunque desidererebbe avere al proprio fianco un sostegno saldo e competente. Nonostante i tratti filo-filosofici, spero di aver reso l’idea…non vedo l’ora di iniziare a scrivere anch’io articoli sul Blog!

  • Grazie Fabio, una bella riflessione la tua! Ti aspettiamo con i tuoi articoli!

  • Veramente un’ottima scelta. Poi, grazie alla community, non si rischia neanche di perdere troppa visibilità 🙂

    Ma posso fare alcune domande?
    1) l’enciclopedia della PNL ci sarà ancora?
    2) l’idea della stampa on-demand per il 2009 verrà portata avanti?

    E ora una proposta: dato che sono tornato dal mio “Tour de Force” e sono disponibile di nuovo online ( si, mi hanno riparato anche la connessione 🙂 ), qualcuno ha voglia di realizzare, assieme a me, un portale parallelo ( con programma di affiliazione ) dedicato solo al Coaching ( come aveva proposto Giacomo in un paio di commenti fa ) ?

  • Ciao Enrico, bentornato alla carica!

    Ti confermo che l’enciclopedia della PNL ci sarà ancora e costituirà il prodotto con migliori guadagni per gli affiliati.

    La stampante degli ebook sarà disponibile dal 2009, dunque siamo in attesa del lancio sul mercato, dei listini, delle condizioni di assistenza e garanzia.

    Coaching: ti confermo che sarà incluso all’interno della Community dove ciascun autore potrà proporre il proprio in maniera autonoma da noi.

  • Ciao Enrico.

    Bentornato anche su questo blog…

    Su consulenze, coaching e…dintorni, rinvio alla mia email.

    Ciao
    Gian Piero

  • Questa è molto interessante “Coaching: ti confermo che sarà incluso all’interno della Community dove ciascun autore potrà proporre il proprio in maniera autonoma da noi”

    In pratica avremo un nostro spazio dove poter fare quello che “vogliamo”?

  • Grandissimi!!

    Io pure ci sono per il coaching 😉

  • Gianluigi TU ci sei sempre 🙂 che lo dici a fare.

  • Ehehehe
    sta volta spero che ci sarai anche tu 😀

    xD

  • X Lorenzo:
    forse interpreto male le parole, da te riprese dell’intervento di Giacomo e, se è così, Giacomo non me ne voglia, ma….
    si parla di “proporre IL PROPRIO…..coaching”, mentre nell’articolo congiunto, a firma di Viviana e di Giacomo, è precisato di non proporre A LORO corsi, consulenze,…..
    Se non ho inteso male, starebbe a significare che, nell’ambito di una community con servizi free, come potrebbero essere una rubrica, piuttosto che un forum, i relativi responsabili e gli autori, che intervengano, potrebbero pubblicizzare non solo i loro ebook editi da Bruno Editore, ma anche fare pubblicità a loro iniziative AUTONOME, cioè che poi dovrebbero essere essi stessi a gestire ed a realizzare, non in collaborazione con Bruno Editore, nè con il logo e marchio di Autostima o di Bruno Editore.

    Tanto per fare un esempio, probabilmente è come se tu gestissi una tua rubrica, dedicata a coloro che abbiano interrogativi sul SEO, all’interno del sito Autostima, e tu potessi informare tutti gli interventuti su un tuo corso, o su tue consulenze.
    Poi il discorso dovrebbe, sempre ch’io non sbagli, fermarsi lì…..
    Cioè poi sarai tu a gestirti in autonomia le iniziative programmate e pubblicizzate nell’ambito della rubrica….

    Chiedo venia, peraltro, se ho capito male, ma le parole dell’articolo mi hanno spinto verso questa interpretazione.

  • Gianpiero, la tua interpretazione è perfetta. E’ ancora un progetto in costruzione, ma l’idea è proprio quella. Credo comunque che Lorenzo intendesse la medesima cosa.

  • Eh si io intendevo quello che hai detto tu Giampiero :-). Infatti ho detto “In pratica avremo un nostro spazio dove poter fare quello che “vogliamo”?”

    Bhe meno male che ci sei tu a puntualizzare sempre il tutto, avevo poco tempo per scrivere, mi hai tolto le parole di bocca 🙂

  • Sostengo in pieno il progetto coaching – on line: parteciperò con entusiasmo… e puntualità.

    Ciao Enrico Sigurtà, bentornato sul Blog.

  • Senza dubbio focalizzarsi su un unico tema, in questo caso gli e-book, porterà sicuramente vantaggi alla BE, agli autori e agli affiliati, nonché ai clienti che godranno di una maggiore scelta nei temi e nei formati. Quest’ultimi però dovranno essere sicuramente sempre più all’avanguardia ed economicamente alla portata di tutti (o di molti). Questa credo sarà l’impresa più ardua! L’idea è sicuramente ottima. Come al solito richiederà grande impegno e continuo aggiornamento, ma sicuramente Giacomo avrà già preventivato il tutto. In bocca al lupo!!!

  • Grazie Roland e Gian Piero 😉

    Beh, il fatto di “poter fare quello che si vuole” è molto interessante per tantissime iniziative. Basti pensare a quante opportunità possono offrire community e forum. Di certo le occasioni non mancheranno di farsi un po’ di pubblicità 🙂

    Anna Rita, hai perfettamente ragione. Gli ebooks dovranno essere sempre più all’avangardia. E ti dirò, non è così difficile come sembra. Ad esempio, qualche settimana fa, ho fatto un mega brainstorming per segnarmi quello che saranno i prossimi 5 o 6 mesi di prodotti ( reports ) nel mio sito. Facendo il brainstorming mi sono accorto che, adesso come adesso, per la Bruno Editore potrei scrivere altri 3 libri ( e a tempo debito li proporrò ). Se io, che sono molto giovane, ho le conoscenze per 5 ebooks e una tonnellata di reports, quante possibilità hanno gli autori vecchi e nuovi, considerando che hanno più esperienza e più “libri letti” alle loro spalle rispetto a me? Ovviamente tantissime. Basta solo un po’ di voglia di mettersi in gioco e un po’ di tempo libero 🙂

  • Avevo provato ad interpretare l’intervento di Giacomo, Lorenzo, più che altro perchè anch’io non ero sicuro, al 100%, dell’interpretazione…
    Come non ero sicuro del significato che tu davi alla frase “poter fare quello che si vuole”.
    Per me poteva anche avere un senso più ampio, non solo promuovere, ma anche eventualmente realizzare, sempre in partnership cpn la B.E., i servizi promossi….

    Ad Enrico confermo l’interesse per i vari progetti e rivolgo mille auguri per tutte le sue iniziative

  • Cari Giacomo e Viviana,
    sembrerà strano, ma questo vostro intervento sul blog mi era sfuggito(piu’ di uno -a seconda degli impegni di lavoro- mi sfugge o riesco appena a leggerlo con la tecnica di lettura rapida).
    Sono contento di aver letto ciò che dite di aver deciso e plaudo alla vostra intelligente e matura iniziativa.

    Sicuramente BRUNO EDITORE ci guadagnerà, e ci sarà meno dispersione di energie per chi vi legge su questo blog.
    Era mio desiderio, da qualche tempo, farvi segno del mio pensiero su quanto avete molto chiaramente deciso. Ho fatto bene a non scrivervi; era impensabile che la vostra lucidità e professionalità non ci arrivasse.

    Forse, dato che un aspetto del mio lavoro è fare consulenza alle aziende in merito alla comunicazione con la potenziale clientela, mi sentirò libero -più avanti- di darvi un suggerimento in merito a una migliore identificazione del vostro catalogo e relativa ricerca dei vari ebook.

    Giorni fa condividevo con l’ottimo Giancarlo Fornei il privilegio di essere autori della vostra Editrice: intanto, per essere tra coloro che ne hanno visto i primi, secondi e terzi vostri passi. E poi, per la possibilità di prendere atto di quanto eccellente materiale umano avete saputo attrarre.
    E’ un grande piacere avere amici quali i vostri autori, tra i quali ci sono autentici maestri di vita. E’ doveroso ringraziarvi di vero cuore per questo.

    Auguri vivissimi. Mi avrete sempre dalla vostra parte. Un saluto affettuoso. Giancarlo

  • Giancarlo, visto che con Time&Mind stiamo lavorando duramente sul nuovo gestionale dei contenuti, qualsiasi tua indicazione sulla presentazione del catalogo è la benvenuta, sia qui in pubblico che in privato. 😉

  • Ciao Giacomo, come procedono i preparativi per la community? Sono in fermento 🙂 Quanto manca? Non ci puoi fare un articolo, anche molto sommario sugli sviluppi?

  • Lorenzo, giusto ieri abbiamo fatto 4 ore di riunione su questo, se vieni a trovarci a Roma ti racconto tutto! 😉 😛 😉

  • Maneggia!! 🙂 Eh si ci stavo già pensando su quando venirci! Finisco dei lavori e mi organizzo a breve.

Aggiungi un commento

Giacomo Bruno in TV

Giacomo Bruno su Il Sole 24 ORE

Giacomo Bruno intervistato al TG1

Giacomo Bruno in Camera dei Deputati

Giacomo Bruno all'Evento Numero1

Giacomo Bruno al Premio TwoCommaClub 1.000.000$

Giacomo Bruno sulla Classifica Amazon

Giacomo Bruno su Rai1

Giacomo Bruno al WakeUpCall

Giacomo Bruno sulla Filosofia Numero1

Giacomo Bruno su Radio Italia

Giacomo Bruno su Radio RAI1 per il Salone del Libro

Pubblica il tuo libro


AMI I LIBRI? Il "MONDO" di Bruno Editore è un ecosistema che ti accompagna nel tuo cammino, ovunque tu sia e ovunque tu voglia arrivare.

- Pubblicazione con Garanzia Bestseller
- Ghost Publishing: scriviamo il libro per te
- Business Building: rendite dal libro
- International Bestseller in tutto il mondo
https://www.brunoeditore.it

Libro GRATIS



Scopri come avere in omaggio una copia del nuovo libro Scrittura Veloce.

Scrivere un Libro?


Scopri Bruno Editore™, il primo Editore al mondo a pubblicare il tuo libro e trasformarlo in un Bestseller Amazon in tutto il mondo.

Archivio Articoli: