Foto Iniziale

Ebook: la guerra dei formati

GIACOMO BRUNOCiao ragazzi, il settore degli ebook continua la sua crescita esponenziale, infatti anche i dati di Luglio 2008, appena rilasciati dallInternational Digital Publishing Forum segnano vendite di ebook per 4,5 milioni di dollari, con un incremento del +71% rispetto al Luglio 2007!

Nel frattempo continua anche la guerra tra i formati.

In Italia molti pensano che gli ebook siano in formato Pdf e che il Pdf sia lo standard. In realtà questa convinzione è dovuta al fatto che NOI della Bruno Editore abbiamo scelto il Pdf per i nostri ebook.

Con il 90% delle quote italiane di ebook, è normale che quello che scegliamo diventi lo standard per tutti, dunque abbiamo forti responsabilità in mano. Avrete infatti notato anche i nostri esperimenti in altri formati, come quello per Iphone di cui ha parlato anche il quotidiano La Repubblica.

In realtà le cose stanno diversamente: negli Stati Uniti, il paese leader mondiale degli ebook, i formati più popolari sono 4:

1) MobiPocket Reader

Cybook

Cybook

PIATTAFORME: E’ il formato più diffuso sugli Ebook Reader come Kindle, Cybook. Dunque sui dispositivi portatili nati apposta per leggere libri elettronici. E’ compatibile con Windows PC, Palm, Pocket PC, Windows Mobile, SymbianOS, iLiad.
FORMATO: .prc .mbp
SOFTWARE: MobiPocket Reader (gratis)
EBOOK BRUNO EDITORE OMAGGIO:
Scarica Gratis il cap.1 di “Il Formatore” in formato MobiPocket

2) Microsoft Reader
PIATTAFORME: E’ un formato diffuso su Pc e palmari. E’ compatibile con Windows PC, Pocket PC.
FORMATO: .lit
SOFTWARE: MS Reader (gratis)
EBOOK BRUNO EDITORE OMAGGIO:
Scarica Gratis il cap.1 di “Il Formatore” in formato MS Reader

3) Palm eReader

Iphone

Iphone

PIATTAFORME: E’ il formato più diffuso su palmari e cellulari, tra cui Iphone. E’ compatibile con Windows PC, Macintosh, Palm OS, Pocket PC, Windows CE, Iphone
FORMATO: .pdb
SOFTWARE: eReader (gratis)
EBOOK BRUNO EDITORE OMAGGIO:
Scarica Gratis il cap.1 di “Il Formatore” in formato eReader (Iphone)

4) Adobe PDF
PIATTAFORME: E’ il formato più diffuso su PC e Mac. E’ compatibile con Windows PC, Macintosh, Unix, Linux, Palmari, Pocket PC, Palm, Cellulari Symbian e tutti i dispositivi cellulari ed ebook reader dotati del software Adobe.
FORMATO: .pdf
SOFTWARE: Adobe Reader (gratis)
EBOOK BRUNO EDITORE OMAGGIO:
Scarica Gratis il cap.1 di “Il Formatore” in formato PDF

Chiarita la situazione attuale, vi dico che noi della Bruno Editore abbiamo scelto il PDF perchè ad oggi sembra essere il formato più diffuso per PC.

E visto che in Italia siamo indietro di qualche tempo e che solo da un anno si è finalmente diffusa la cultura dell’ebook in maniera esponenziale, il minimo era garantire ai nostri lettori un formato già conosciuto e che non ha bisogno di installazioni.

Infatti oggi il PDF è l’unico formato il cui software di lettura (Adobe Reader) è già integrato in tutti i PC. Dunque la scelta più semplice.

Qual è lo svantaggio del PDF? Che rispetto agli altri formati è il meno flessibile sugli schermi di cellulari, palmari, ebook reader, e mini dispositivi. Il PDF ha un formato fisso che su schermi piccoli è più difficile da gestire.

Al contrario i nuovi formati nati appositamente per ebook reader e palmari consentono una maggiore flessibilità, con il testo che si adatta al formato, senza imporre misure fisse. I nuovi formati consentono inoltre sottolineature, bookmarks, tavole dei contenuti, annotazioni e altre funzionalità dedicate ai lettori portatili.

Ovviamente esistono software il cui unico scopo è quello di fare conversioni da un formato all’altro. Quindi, giusto per farvi un esempio, nel mio CyBook ho una decina di ebook direttamente acquistati in formato mobipocket su siti americani, e qualche centinaio di ebook convertiti da PDF a mobipocket con l’apposito software.

Cosa ci riserva il futuro degli ebook nella guerra dei formati?

La soluzione potrebbe venire dall’International Digital Publishing Forum, già citato più volte come l’organo ufficiale americano degli ebook. L’IDPF ha proposto un nuovo standard denominato “.ePub”, un formato basato sullo standard xml per i libri e l’editoria digitale, che riunisce altri formati standard già in uso come OPS, OPF, OCF e che nelle intenzioni dovrebbe essere compatibile con tutti i dispositivi oggi esistenti. Se si imporrà come standard ufficiale, sarete i primi a saperlo. Ad oggi, ed è notizia di poche settimane fa, solo l’ebook reader di Sony, il modello PRS-505, farà uso di questo standard.

Purtroppo l’appoggio di Sony potrebbe non bastare. Penso infatti che le massime possibilità di vittoria siano per il formato MobiPocket, per due motivi:

1) è il formato scelto da Kindle (seppur con alcuni limiti di DRM), l’ebook reader di Amazon che in soli 9 mesi ha venduto oltre 240.000 pezzi con ricavi per 100 milioni di dollari, e previsioni di vendita per 1 miliardo di dollari entro il 2010.

2) la società MobiPocket è stata acquisita da Amazon per parecchi milioni di dollari, segno che ci sono grandi investimenti in ballo e la totale certezza di volersi imporre come leader e come formato standard. E ci sta riuscendo.

In tutti i casi, noi saremo pronti. 😉

A cura di Giacomo Bruno
Curatore dell’Osservatorio Ebook

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: