Come studiare la documentazione di richiesta di finanziamento

Foto Iniziale

Quando hai necessità di presentare una richiesta di finanziamento ad una Banca, dopo aver preparato la  documentazione da consegnare, bisognerebbe dedicarsi ad un’attività che molti trascurano: leggere e studiare bene tutto. Sembrerebbe banale, ma non è così.

Infatti, accade frequentemente che, per compilare la richiesta di finanziamento, l’imprenditore o  una persona fisica si facciano aiutare da un professionista (es. commercialista, consulente, mediatore creditizio o altro), il quale compila  e costruisce tutta la richiesta,  o il  Business Plan e quant’altro necessario.
Tutto ciò va comunque bene: personalmente ritengo utile che l’imprenditore o la persona fisica possano farsi  aiutare.

Tuttavia, se  la richiesta è stata preparata dal professionista di fiducia, è probabile che colui che richiede il finanziamento la conosca  solo parzialmente e non in modo cosi approfondito.
Ti ricordo che la Banca deve finanziare te, non il tuo professionista: per quanto valido, la Banca comunque esige di capire se tu hai ben chiaro cosa stai facendo.

Richiede ad esempio di sapere, nel caso di tu sia un imprenditore, cosa prevedi per la tua azienda nei prossimi anni, quali obiettivi vuoi raggiungere, quali strategie andrai ad attuare, i motivi della richiesta di finanziamento che vai a presentare, ecc. (queste regole valgono anche e se devi acquistare una casa per andarci a vivere o cosa altro tu voglia finanziare).

Mi capita spesso  di assistere a incontri in cui l’imprenditore, di fronte a qualche domanda del funzionario di Banca riguardo la documentazione presentata, o alcuni aspetti del Business Plan, o alcuni dati previsionali,  si trovi in difficoltà  o, più semplicemente, inviti a rivolgersi al suo professionista in quanto egli non si occupa di queste cose. Questa risposta segnala che il soggetto che va a richiedere il finanziamento non ha molto chiaro come sia stata preparata la richiesta, cosa essa contenga e i dati che riporta.

Ritengo questo comportamento molto negativo e,  certamente, non dispone favorevolmente il funzionario di Banca verso la richiesta di finanziamento che sta esaminando.

Per evitare ciò, è sufficiente fare una cosa molto semplice: leggere e studiare tutta la documentazione posta all’interno di una richiesta, in particolare se a predisporla  parzialmente o totalmente è stata un terza persona di tua fiducia, alla quale è opportuno chiedere eventuali chiarimenti e spiegazioni per quelle parti che possono risultare non chiare, come, ad esempio, alcuni dati del Business Plan.

Questo semplice, ma importante accorgimento, ti eviterà  di fare brutte figure di fronte al funzionario della Banca, ti consentirà  di rispondere alle sue eventuali domande, trasmettendo la sensazione di avere ben chiaro cosa vuoi e come pensi di ottenerlo. Inoltre, cosa non meno significativa, ti aiuterà a mantenere quella positività che è molto importante per il buon esito della richiesta.

A cura di Roberto Ciompi
Autore di Farsi Finanziare dalle Banche

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: