Foto Iniziale

Come sarà il nostro 2011?

“Anno nuovo, vita nuova”: questo vecchio adagio, è sempre valido! Un altro anno sta finendo e il prossimo si avvicina. Fine dicembre, tempo di bilanci, di verifiche. Siamo abituati , in questo periodo dell’anno, a guardarci indietro e a verificare se, durante i 365 giorni trascorsi, abbiamo raggiunto i traguardi che ci eravamo prefissati.

Di norma, tendiamo a cercare di individuare sommariamente se gli obiettivi che avevamo in programma siano stati realizzati meno. Ma non possiamo certo limitarci a questo approccio, rivolto  esclusivamente  ai risultati materiali, agli sviluppi delle nostre azioni compiute durante tutto l’arco dei dodici mesi trascorsi. Ben più importante, sarà il valutare a che punto del nostro percorso di vita ci troviamo.

Compito decisamente impegnativo è quello di fare una verifica del tempo trascorso. È probabile che ci siamo trovati di fronte a scelte difficili che abbiamo dovuto sostenere, a situazioni in fase di cambiamento, a gestire perdite. Tutto questo e molto di più ci sarà nel contenitore dell’anno appena trascorso, e ciascuno di noi aggiungerà le componenti della propria situazione personale.

Guardare all’anno appena passato sarà un vero periodo di rinascita: riflettere su tutto ciò che ha rappresentato un obiettivo desiderato, auspicabile, ci avvicina al nostro animo e aiuta il nostro sé profondo, ad allinearsi con ciò che veramente è utile per noi, con ciò che realmente dobbiamo fare.

È probabile che ci si debba confrontare con una nuova modalità di essere, con quei tratti del nostro carattere che devono essere abbandonati. In ogni caso, tutto questo fermento, che appare ogni anno in concomitanza degli ultimi giorni di dicembre, altro non è che  un mix di speranza, ottimismo, fiducia e volontà. Si, perché di questo si tratta, ed è questo che ci dà la forza di impegnare noi stessi nelle nuove sfide che affronteremo, negli impegni che prenderemo. Accogliamo questo fermento, questo entusiasmo, come un vero e proprio viaggio. Ancora pochi giorni alla partenza stabilita, perciò approfittiamo per fare un piccolo riassunto!

Da dove eravamo partiti lo scorso anno? Fino a dove siamo arrivati? Che cosa manca ancora da costruire, realizzare, progettare, creare, vivere, sperimentare? In quale modo ci rimetteremo in gioco? È una nuova bellissima avventura che prende forma. Consentiamo alla nostra persona di percepire tutta la magia che porta con sé un anno che si chiude e  ancora, un anno che nasce. Ricordiamoci che abbiamo potere su noi stessi, sui nostri pensieri, sui nostri sogni.

Abbiamo la facoltà magica di immaginare il nostro futuro. Dentro di noi si nascondono  il potere , la forza e la consapevolezza necessari a fare del nuovo anno che arriva  un anno straordinario, ancora migliore di quello passato. Divenire consapevoli di questo nostro potere è importante, determinante direi, per raggiungere quella chiarezza mentale, quel livello di autostima che ci occorrono per ottenere equilibrio e potere personaleAccettare ed esercitare ognuna di queste possibilità ci aiuta a crescere e a migliorare ogni giorno di più ciò che siamo.

Buon Anno a tutti voi!

A cura di Vitiana Paola Montana
Autrice de  Il Potere dell’Autostima

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: