Come Guadagnare in “Beni Mobili”



Aste per tutto. Volevo anticipare un’importante iniziativa del Tribunale di Milano, che è stato il primo in tutta Europa a decidere di mettere all’asta online, come fanno su ebay, tutta una serie di beni mobili. Si tratta di una innovazione senza precedenti, ma che sicuramente sarà imitata e seguita dalle altre sezioni dei Tribunali fallimentari.

In cosa consiste? Il Tribunale di Milano sezione fallimentare, di concerto con la Sivag, società concessionaria del Ministero della giustizia per le vendite giudiziarie all’asta, ha creato la prima asta on-line di automobili, sono seguite quelle degli argenti di pregio l’abbigliamento e gli articoli da regalo , beni che sono frutto del fallimento di concessionarie auto, ditte ed aziende varie. Le prime auto nuove e seminuove messe all’asta ,53 modelli di marche differenti, partivano da una base d’asta oltremodo conveniente. Un esempio tra i tanti, una Cadillac SRX 3.6 V.6 Sport Luxury nuova di zecca e super accessoriata base d’asta €.26.000 rispetto ai 42.000 di listino,una Corvette battuta a 45.000€.rispetto al prezzo commerciale di 91.000 € ed i SUV anche essi a metà prezzo. Tra le auto usate una Mercedes 280 SE partiva da 480 €.,una Fiat Punto datata’95 base d’asta €.50.
Queste prime aste on-line sono state a titolo sperimentale, ma hanno avuto talmente successo che faranno da apripista per altre vendite tra le quali i pezzi di arredo di capannoni industriali e sicuramente case box ed immobili vari.

Come si fa a partecipare? La procedura è aperta a chiunque è in rete non importa in quale parte del mondo si trovi. Basta collegarsi al sito del Tribunale di Milano,(www.tribunale.milano.it) oppure al sito della Sivag dove occorre registrarsi (www.sivag.com) e scegliere la sezione vendite on line, dove appariranno le foto ed i prezzi di base che sono stati determinati da un perito del Tribunale. Una volta scelto l’oggetto da acquistare, si versa con carta di credito la cauzione richiesta e si fa l’offerta che è irrevocabile. L’asta resta aperta per 15 giorni e durante questo tempo si può seguire online e fare ulteriori offerte per l’aggiudicazione, dove vincerà il miglior offerente. Nell’ipotesi di aggiudicazione ad altri, la cauzione versata viene restituita.

Mi è sembrato doveroso scrivere quest’articolo per coloro che, come me, da imprenditori o da aspiranti tali, sono sempre alla ricerca di nuove idee per guadagnare. Reputo il sistema molto interessante e sono convinto che presto ci saranno grandi sviluppi al riguardo.
A buon imprenditore poche parole…

Vi saluto e Vi auguro di Guadagnare in “Beni Mobili”

A Cura di Marcello L. Raso
Autore di “Guadagnare in Immobili” e “Enciclopedia degli Immobili”





Aggiungilo al carrello e scaricalo in 60 secondi!
Esperienze sul Campo per Investire in Immobili con Successo
Acquista




Lascia il tuo commento

commenti

18 Commenti

  • ho letto con interesse l’articolo, ero interessato, holacquistato l ebok dei beni immobili ma non ho mai messo in pratica perche ci vogiono piu soldi, x i beni mobili ci vogliono meno soldi,es,se acquisto cadillac es a 28.000 poi mi devo occupare di rivenderla ad es con il 20 30% in piu di guadagno?
    grazie

  • Sempre un passo avanti! complimenti! mi rendo conto che l’informazione è sempre tutto! ricordando il film wallstreet 🙂

    Marcello, come posso sentirti direttamente per lavoro?

    Grazie, quando puoi io sono contattabile a stefano88@gmail.com così posso darti i miei numeri

  • Non ho capito troppo bene come si possa partecipare ad un’asta,ad esempio quella di mercoledi 4 Novembre, on line senza essere li fisicamente.

  • Grazie per l’infomazione, se hai ancora notzie del genere pubblicale.
    Ciao Enrico

  • ottima segnalazione, grazie

  • complimenti marcello il tuo articolo è molto interessante,se vuoi però nei prossimi articoli dove parlerai di aste online suggerisci più di un sito,a presto

  • Segnalazione veramente interessante e utile…
    Grazie.

  • Ho proprio bisogno di un’auto, naturalmente a sconto. Grazie

  • Ciao Marcello,
    Grazie della segnalazione ma soprattutto per l’articolo interessante.

  • Sono contento vi sia risultato utile l’articolo.
    Per Antonio e Luca, è ovvio che per avere un guadagno bisogna effettuare un buon acquisto e creare un margine per la rivendita.
    Il sistema per partecipare senza essere nel luogo fisicamente è lo stesso di Ebay, ossia iscrizione al sito e pagamento online.

    A presto

    P.s.
    Stefano puoi contattarmi su facebook se vuoi.

  • Molto ma molto interessante… non sapevo di questa opportunità… grazie Marcello…

    ho sentito parlare molto bene di te… e ti ringrazio per il tuo lavoro… è molto importante condividere il proprio valore con gli altri, perchè è chiaro che se condividi molto il tuo valore viene moltiplicato, se condividi poco, il tuo valore si riduce…

    questo ha molto a che fare con la teoria di Lamark “l’uso sviluppa l’organo” che si può estendere anche all’organo “mente” … non devi necessariamente fare tutto, è già buono tenere la mente aperta a molteplici possibiltà…

    la vera ricchezza dice Jim Rohn sta nel numero delle idee che riesci ad avere e nella tua abilità a considerare ciascuna idea, anche la più banale, molto speciale!

    Grazie della tua idea: la considero molto speciale e sono sicuro che sarà il seme di una ulteriore prossima ricchezza!

    Quante opportunità ci sono ragazzi se solo riuscite a pensare!

    Allenati a vederle… se non le vedi vuol dire che devi cambiare tipo di occhiale e forma delle lenti che hai montato su essi…

    è tutta una questione di indice di rifrazione della “LUCE”…

    Ciao e grazie di nuovo

    Michele

  • Per una volta, l’Italia fa da apripista per sviluppi tecnologici, prima degli altri paesi europei.
    Il mondo delle aste on line costituisce un vero e proprio business, dove è possibile diventare esperti professionisti.
    Del resto, ebay docet.

    Un ringraziamento, quindi, a Marcello Lugi, per aver segnalato una rilevante occasione d’affari per tutto coloro che abbiano un po’ di tempo a disposizione per seguire il settore.

  • Ben detto Gian Piero… 😉

    Io desidero aggiungere che il “Diventare esperti” di un determinato argomento è fondamentale, nel duro mercato di oggi.

    Trattare le aste è una opportunità, ma secondo me si deve essere specialisti come in un qualsiasi altro business.

  • Complimenti per l’articolo e Grazie per la dritta….
    😉

    Ho già operato con le aste di immobili e devo dire che ne sono rimasto molto soddisfatto… E’ giunto il momento di iniziare anche con i beni mobili!!!

    Alla prossima

  • mi chiedevo se fosse possibile acquistare auto alle aste da privato e poi rivenderle o dovrei per forza aprire la partita Iva?

    Grazie

  • mi chiedevo se fosse possibile acquistare auto alle aste da privato e poi rivenderle o dovrei per forza aprire la partita Iva?

    Grazie

  • secondo me grazie a questo articolo possiamo arricchire notevolmente la nostra crescita finanziaria,oltretutto possiamo fare anche ottimi affari!!!

Aggiungi un commento

Giacomo Bruno in TV

Giacomo Bruno all'Università

Giacomo Bruno su Il Sole 24 ORE

Giacomo Bruno intervistato al TG1

Giacomo Bruno in Camera dei Deputati

Giacomo Bruno all'Evento Numero1

Giacomo Bruno al Premio TwoCommaClub 1.000.000$

Giacomo Bruno sulla Classifica Amazon

Giacomo Bruno su Rai1

Giacomo Bruno al WakeUpCall

Giacomo Bruno sulla Filosofia Numero1

Giacomo Bruno su Radio Italia

Giacomo Bruno su Radio RAI1 per il Salone del Libro

Pubblica il tuo libro


AMI I LIBRI? Il "MONDO" di Bruno Editore è un ecosistema che ti accompagna nel tuo cammino, ovunque tu sia e ovunque tu voglia arrivare.

- Pubblicazione con Garanzia Bestseller
- Ghost Publishing: scriviamo il libro per te
- Business Building: rendite dal libro
- International Bestseller in tutto il mondo
https://www.brunoeditore.it

Libro GRATIS



Scopri come avere in omaggio una copia del nuovo libro Scrittura Veloce.

Scrivere un Libro?


Scopri Bruno Editore™, il primo Editore al mondo a pubblicare il tuo libro e trasformarlo in un Bestseller Amazon in tutto il mondo.

Archivio Articoli: