Come e quando utilizzare le presentazioni multimediali nella formazione degli adulti (seconda parte)

Foto Iniziale

Nell’articolo precedente abbiamo parlato dell’importanza di progettare e realizzare presentazioni multimediali efficaci e professionali da utilizzare in contesti formativi. Abbiamo visto come sia importante definire bene gli obiettivi delle presentazioni e valutare attentamente il momento in cui utilizzarle.

Abbiamo anche parlato dell’importanza di stabilire uno stile grafico ben definito e coerente con gli obiettivi formativi e di come usare colori, elementi grafici e animazioni.

A questo punto dobbiamo pensare a come proporre i contenuti. E’ fondamentale, infatti, riuscire a bilanciare bene tutti i contenuti e i singoli elementi all’interno di ogni slide e di tutta la presentazione.

Vediamo alcuni semplici accorgimenti:

non utilizzare più di sei righe per slide: la lettura risulterebbe troppo difficile e pesante, devi preoccuparti che il messaggio arrivi;

– presenta un solo concetto per slide. Sintesi e chiarezza sono importanti;

utilizza gli elenchi, facendo attenzione ad applicare gli elenchi puntati per le serie non sequenziali e gli elenchi numerati per le serie sequenziali;

non creare elenchi troppo lunghi;

– definisci al massimo tre font, ossia tre tipi di caratteri diversi e utilizza sempre gli stessi. Una presentazione piena di caratteri diversi, anche se belli, è noiosa e dispersiva.

Un altro aspetto molto importante da considerare riguarda il linguaggio e lo stile comunicativo da utilizzare nelle presentazioni:

– Utilizza frasi sintetiche, chiare e che non lascino spazio ad equivoci: la comunicazione deve essere immediata e diretta;

il lessico deve essere sempre adeguato all’aula e, al tempo stesso, professionale e chiaro;

– Quando possibile, utilizza come apertura della presentazione una domanda aperta che attiri l’attenzione e stimoli la curiosità verso l’argomento che vuoi trattare;

Infine, una breve nota sugli strumenti per realizzare praticamente le presentazioni.
Ovviamente, il programma più conosciuto è, senza dubbio, PowerPoint del pacchetto Office.

Ma esistono tante valide alternative, sia per quanto riguarda i programmi (soluzioni offline) che per quanto riguarda i servizi offerti tramite web (on line).
Il programma (gratuito) alternativo a Microsoft per eccellenza è Impress, della suite Open Office.
Altro validissimo software, questa volta per Mac, è Keynote che fa parte della suite Iworks.

Le soluzioni online riguardano i siti/applicazioni che offrono uno strumento come PowerPoint ma da usare tramite il browser, in questo caso avremo bisogno della connessione web e di un browser che supporti le funzionalità del programma.

Vediamo alcuni di questi servizi:

280 Slides
SlideRocket
ThinkFree
Zoho Show

A questo punto, non ci resta che iniziare il nostro lavoro, scegliendo la soluzione più adeguata (offline o on line), ricordandoci però di tutti gli elementi chiave di una presentazione efficace per la formazione:

– individuare l’obiettivo;

decidere il momento in cui utilizzarla;

– definire un modello e degli elementi grafici standard;

bilanciare bene i contenuti per ogni slide;

evitare l’abuso di effetti e animazioni;

– scegliere attentamente il lessico e lo stile comunicativo;

Ricordarsi sempre di comunicare e ascoltare, al di là delle slide!

Buon lavoro!

A cura di Lucia Rosati
Autrice di Formazione in Aula

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: