Foto Iniziale

Come allenare in modo funzionale il tuo corpo

Simone CasagrandeLa preparazione atletica, in quest’ultimo periodo, ha subito un forte cambiamento e oggi non possiamo prescindere dall’allenamento funzionale che sicuramente dà all’atleta molto di più, soprattutto per ciò che riguarda la prevenzione degli infortuni.

La chiave dell’allenamento funzionale è insegnare ai muscoli del core (parte centrale del tuo corpo) a lavorare, non in maniera isolata, ma in sincronia con gli altri muscoli del corpo. Isolare i muscoli significa interrompere la catena cinetica, allenare invece il movimento migliora la funzione della catena. Le catene più importanti del tuo corpo sono:

  • catena statica posteriore
  • catene rette del tronco
  • catene crociate

Le catene crociate sono deputate ai movimenti di torsione e sono le principali responsabili del movimento perché collegano, attraverso il core, gli arti inferiori agli arti superiori. In pratica, qualsiasi movimento, anche il più semplice, interessa tutto il corpo e non il singolo muscolo.

Di conseguenza anche l’attività con i sovraccarichi si è evoluta e in alcuni casi i pesi sono sostituiti con un altro attrezzo che risulta molto più funzionale: il kettlebell. Quest’attrezzo è salito alla ribalta ultimamente, anche se il suo utilizzo ha origini antiche ed è ideale per allenare il core (parte centrale del tuo corpo) e tutto il corpo in maniera super efficace.

Bisogna, però, saperlo usare correttamente perché un uso improprio può causare problemi alle articolazioni. Tra i tanti esercizi che si possono eseguire con quest’attrezzo, ti voglio segnalare i tre che fanno lavorare tutti i muscoli del corpo e cioè:
1)Swing (a due mani o a una mano): fare oscillare il kettlebell tra le gambe e spingerlo frontalmente con i posteriori delle cosce e il bacino. Le braccia devono rimanere rilassate e la schiena dritta. Il kettlebell si può fare arrivare all’altezza degli occhi o anche sopra la testa.

2)Turkish get-up: decupito supino, braccio con il kettlebell perpendicolare a terra e gamba corrispondente piegata e pronta a spingere. Sollevarsi lentamente mantenendo sempre il braccio con il kettlebell perpendicolare a terra e con lo sguardo sempre rivolto all’attrezzo. Tornare al punto di partenza e ricominciare.

3)Snacht: la parte iniziale di questo esercizio è uguale allo swing, la spinta è data dai posteriori delle cosce e dal bacino. Quando il kettlebell arriva all’altezza degli occhi, tira il gomito indietro e poi un pugno verso l’alto. Piega le gambe per ammortizzare il peso e proteggere la schiena. Raddrizza le gambe e hai appena fatto uno snacht.
Troverete tanti altri utili consigli nell’ebookSuper Core Training“.

Buon allenamento!

A cura di Simone Casagrande

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: