Combatti lo Smart Pricing e… guadagna tanto con AdSense



Nel corso degli anni passati a costruire la mia esperienza con AdSense, mi sono accorto sempre di più del fatto che devo molto del mio successo al meccanismo dello Smart Pricing. Molti publisher ignorano questo aspetto, e fanno male perchè guadagnano poco e finiscono col non credere più in AdSense. Lo abbandonano e così facendo perdono la possibilità di ricevere ogni mese migliaia di dollari. Io invece penso che AdSense sia il metodo migliore per guadagnare sul web. E’ semplice, alla portata di tutti e immediato.

Addirittura molte persone non sanno nemmeno cosa sia lo Smart Pricing, questo perchè non si informano, non hanno un’esperienza consolidata sul campo e Google non dice praticamente nulla in merito. Ma ecco cosa c’è da sapere: se non sai cos’è lo Smart Pricing, non andrai lontano con AdSense.

Lo Smart Pricing è la fetta più importante che regola l’algoritmo di AdSense, un meccanismo che limita o fa salire al cielo i guadagni; quindi è un qualcosa di negativo oppure positivo. Purtroppo è negativo per la maggior parte di siti web, che vedono i loro guadagni calare mese dopo mese o rimanere costanti pur aumentando i visitatori.

Lo Smart Pricing può essere visto come un indice da 0 a 1 che va a moltiplicare i guadagni per click. Per cui se è molto basso ti “taglia letteralmente” le cifre che incassi per singolo click. Se infatti il tuo Smart Pricing è 0.3 e un click paga 0.1, non percepirai mai 0.1 bensì 0.1 * 0.3 = 0.03. Una situazione del genere ti riduce di tre volte i guadagni, ed è molto frustrante.

Se combatti lo Smart Pricing e lo riporti su livelli accettabili raddoppierai o triplicherai i tuoi guadagni. E c’è un solo modo per combatterlo, la qualità, e le strade da percorrere e le strategie da utilizzare sono semplici, ma devi conoscerle.

Se guadagni poco con AdSense e pensi che Google ti stia prendendo in giro pagandoti somme irrisorie non criticarlo! Molto probabilmente sei penalizzato dallo Smart Pricing. AdSense ha un giro d’affari di bilioni di dollari ogni anno, c’è chi guadagna poco, molto o moltissimo. Se vuoi guadagnare moltissimo devi combattere lo Smart Pricing.

Nel mio ebook, La Torre di AdSense, spiego in dettaglio cosa è lo Smart Pricing e come puoi combatterlo per guadagnare tanto ad ogni click. Solo con le giuste conoscienze e applicando le strategie più adatte potrai moltiplicare i tuoi guadagni e attivare un processo di crescita esponenziale delle commissioni.

Ti sei mai chiesto perchè certa gente paga 30-50-80 dollari per click e quegli annunci non appaiono mai nel tuo sito? Vuoi fare in modo di visualizzare questi annunci e guadagnare 5-10 dollari per click? Vuoi guadagnare veramente tanto con AdSense?

A Cura di Marco De Carlo
Autore de “La Torre di AdSense





Aggiungilo al carrello e scaricalo in 60 secondi!
Esercizi Pratici e Divertenti per Imparare l'Inglese in 30 Giorni
Acquista




Lascia il tuo commento

commenti

49 Commenti

  • Ciao Marco,
    ho avuto sempre la convinzione personale che AdSense più che un sistema altamente remunerativo sia uno strumento altamente semplice per guadagnare qualcosina!

    Ma da qualche tempo che stò approcciando seriamente l’argomento e leggendo anche i tuoi articoli stò cominciando a ricredermi e come per qualsiasi cosa che cominci a studiare seriamente nè cominci ad esser un pò più padrone e darne un tuo giudizio più veritiero!

    Comincia a metter una copia da parte (magari autografata!) che a Settembre sarà mia! 😀

    Volevo anche sapere se hai un sito web, mi farebbe piacere leggerti! 😉

    A presto!

    CUPIDO

  • Ciao Marco! Avevo un paio di quesiti da sottoporti:

    1) Nella tua screenshot i tuoi guadagni sono significativi. Tutto questo e’ da ricondurre al fattoi che uno dei tuoi siti e’ in inglese? Sai non so se il mercato italiano sia cosi’ ricco come quello anglosassone.

    2) Come occorre inquadrare il discorso fiscale con AdSense? Occorre la Partita IVA o non e’ necessaria?

  • Grazie mille Cupido, ti invierò un mio autografo 🙂 no scherzo 🙂 sono io che devo farti i complimenti per il tuo sito. Sono felicissimo che ti interessa l’argomento anche perchè hai OTTIME possibilità di guadagno con Cupido.it.

    Ti do una dritta.. tra i siti che guadagnano di più con AdSense c’è un certo http://www.plentyoffish.com , sito di appuntamenti online gratuito. E’ simile al tuo diciamo e sai quanto guadagna? 300 mila dollari al mese. E’ roba di anni fa, ora non si sa quanto guadagni, ma è stato accertato che anni fa guadagnava queste cifre ogni mese. E ora non penso guadagni meno, anzi credo fortemente che i suoi assegni siano cresciuti.

    Forse non arriverai mai a quelle cifre, ma credimi puoi fare davvero tanto con AdSense. 300 mila dollari non li fa quasi nessuno, ma se hai molto traffico potresti arrivare a 5000 o anche 10000 dollari o anche meglio.

    Il mio sito web è Messaggiamo.Com ed è la mia miniera d’oro, la mia Torre di AdSense 🙂

  • Roberto hai fatto due domande importantissime. Spero che tutti abbiano occasione di leggere le mie risposte.

    1) Nella tua screenshot i tuoi guadagni sono significativi. Tutto questo e’ da ricondurre al fattoi che uno dei tuoi siti e’ in inglese? Sai non so se il mercato italiano sia cosi’ ricco come quello anglosassone.

    Risposta: Hai perfettamente ragione, non è nemmeno paragonabile il mercato italiano a quello americano; questo è dovuto semplicemente al numero di inserzionisti AdWords. In america c’è una concorrenza spietata, gli inserzionisti su ogni parola chiave sono centinaia o anche migliaia. Questo significa che alcune parole chiave sono pagate 20, 40, 60, 80 dollari a click. Sembra impossibile ma è così.

    E questo vuol dire che se ottimizzi le pagine AdSense con queste parole chiave puoi prendere davvero tanto a click, tenendo sempre però conto dello Smart Pricing. Mi è capitato varie volte di percepire anche 4-5 dollari a click. Devi sapere quali sono le nicchie e gli argomenti più remunerativi, e io ovviamente nel mio libro dico tutto. Spiego quali sono i settori milionari e scrivo una lista delle parole chiave in ASSOLUTO più remunerative (parliamo di 80 dollari a click)

    Il mercato italiano è molto indietro, ma ha un vantaggio nella sua arretratezza. Ha meno concorrenza e quindi se si fa l’arbitrage in modo legale (tecnica eccezzionale per guadagnare con AdSense sin da subito) si possono avere guadagni sostanziosi. Ma come detto io preferisco il mercato Americano. Ci tengo a sottolineare che è indispensabile fare tutto nella massima legalità con AdSense, solo così si ha la certezza di guadagni costanti e sostanziosi mese dopo mese.

    2) Come occorre inquadrare il discorso fiscale con AdSense? Occorre la Partita IVA o non e’ necessaria?

    Risposta: Anche questa questione è fondamentale. La partita iva è NECESSARIA non solo per AdSense, ma per qualsiasi tipo di attività online, anche se vendi un ebook su Autostima.Net

    La regola aprossimativamente è questa: se tu guadagni “saltuariamente” puoi anche evitare di farti partita iva. Ma saltuariamente significa che la tua attività dura meno di 30 giorni all’anno e guadagni meno di 5000 euro. Entrambe queste condizioni devono essere rispettate.

    Siccome AdSense ti invia un assegno ogni mese, basta questo per far cadere la prima condizione, e quindi hai bisogno della Partita Iva. Certo se non raggiungi in un anno i 100 euro e nessuno ti paga mai rientri nella categoria dei siti “amatoriali” e puoi non avere partita iva. Ma se guadagni ogni mese un centesimo DEVI avere partita iva. Praticamente tutti quanti che usano AdSense quindi necessitano di partita iva.

    Qual’è il problema? Il problema è che spesso molta gente guadagna poco e l’avvio di un’azienda comporta molte spese se non hai un buon giro d’affari. Circa 3000 euro/l’anno di imps, camera di commercio, spese per il commercialista etc. Uno solitamente pensa che magari si fa il mazzo, guadagna sudando 4000 euro con il suo sito e a fine anno si ritrova tra imps e tasse varie praticamente a 0. In pratica ha lavorato per lo stato senza ricevere nulla.

    Purtroppo siamo in Italia bisogna adeguarci. Però ci sono delle forme agevolate che per i primi tre anni ti consentono di pagare meno di tasse, ma i 3000 euro circa dell’imps non te li toglie nessuno 🙁 quelli li pagherai sempre.

    Per quanto riguarda la fattura funziona così. Devi chiedere a Google il rimborso dell’iva anche se molti commercialisti dicono che si potrebbe non fare perchè è pubblicità negli Usa. Così se guadagni 1000 devi chiedere 1200 (non dovrebbero fare storie).

    Dopodichè fai la fattura, la intesti a Google Usa e la invii per posta a Google Irlanda 🙂 è un po’ contorto e lento lo so ma bisogna fare così 🙂 Questo è l’indirizzo:

    Google AdSense Payments – VAT
    Gordon House
    Barrow Street,
    Dublin 4
    Ireland

    In ogni caso non considerarmi un esperto in “legge” 🙂 quello che ho scritto dovrebbe essere vero ma è sempre meglio chiedere a qualcuno più esperto di me o a un commercialista. Per la fattura ti consiglio di contattare prima Google in modo da capire il modello con il quale devi presentare fattura.

    Comunque sono sempre a tua disposizione per ulteriori domande. Per te e tutti gli altri che sono affascinati dal mondo di AdSense e vogliono scoprire tutti i trucchetti per guadagnare 🙂

  • Grazie delle tue delucidazioni Marco! Dubbi svaniti… 😀

  • Grazie a te per avere segnalato queste domande 😀

  • Eilà Marco… 😉
    Ottimo articolo ed ottime informazioni. Complimenti!!!!!!

    Conosco bene il sito di cui parli, ho seguito spesso le dritte ed i consigli di Joel Comm e sono venuto a conoscenza di molte informazioni su AdSense, le quali hanno ricompensato ampiamente.

    Quello che deve far riflettere tutti è la condizione fondamentale per fare grossi profitti con AdSense: Avere contenuto di qualità nelle proprie pagine!

    Ancora una volta il contenuto vince! 😀

  • Grazie Marco per i tuoi complimenti,
    infatti conto di far diventare una “torre” il mio sito, diciamo entro un’anno dai….il risultato è alla mia portata, potenzialmente il sito ha margini di crescita notevoli e sviluppi impensabili anche perchè il sito NON lo ritengo e NON lo oriento al solo e banale sito d’incontri.

    La mia idea è quello di orientarlo verso un sito ricco di contenuti mixando magari al suo interno un servizio blog che posso sfruttare per usare al meglio AdSense, visto che come dici anche tu, AdSense dà i migliori risultati su un sito di contenuti e su questo sono pienamente d’accordo con te.

    Ho tantissime altre idee per la testa e noto che viaggiamo molto sulla stessa linea d’onda, se ti và fatti sentire via mail per fare due chiacchiere o vienimi a trovare sul mio sito, tra l’altro Venerdi’ 01 Agosto, pubblicherò la nuova versione del sito.

    Per il momento ti saluto e ti ringrazio per la tua disponibilità!

    A presto!

    CUPIDO

  • Cupido puoi scrivermi a info AT messaggiamo.com oppure contattarmi su msn messenger a webmaster AT maidireitalia.com

    ovviamente l’invito è esteso a tutti coloro possa interessare contattarmi

  • Ciao Marco,

    complimenti per il tuo sito e i tuoi consigli.
    Ma il tuo messaggiamo.com è solo fatto in inglese vero? GLi articoli poi vengono tradotti in automatico o hai fatto tutto tu? 🙂

    Spero davvero che un giorno anche il mio di sito riesca ad essere ricco di contenuti come il tuo, anche se credo che nel mio caso sia difficile riuscire ad avere profitti tramite Ad Sense come nel tuo caso 🙂

    Devo lavorare per migliorare contenuti e grafica, ma l’impegno c’è tutto eheh 😉

    Ciao Ciao

    P.s. mi sono permesso di aggiungere il tuo indirizzo in MSN 🙂

  • Ciao Andrea grazie per i complimenti 🙂

    Messaggiamo.com è in inglese nel senso che accetto articoli solo in lingua inglese. Poi vengono tradotti automaticamente con uno script che ho fatto io in php.

    Puoi benissimo avere i miei stessi profitti, AdSense è tutta una questione di tecniche e metodologie. Poi se sei così determinato i risultati li puoi raggiungere benissimo.

  • Praticamente prima conoscevo il minimo su Adsense. Ora sto cominciando a scoprire questo mercato che sembra molto proficuo. Come ti ho già accennato l’altra volta intendo acquistare il tuo ebook. Complimenti

  • Caro Marco devo ringraziare te e gli altri autori che scrivono sull’argomento internet perché mi avete riacceso la voglia, sopita più di dieci anni fa, di programmare. Vengo da un percorso di studi come il tuo che ho poi lasciato per motivi di saturazione da computer.

    Ho comprato due manuali di PHP, ma per adesso mi sto dilettando con Joomla. Spero durante il mese di agosto di riuscire a confezionare un minisito per pubblicizzare il mio e-book “Scacco alle bugie”.

    Inutile dire che aspetto con trepidazione la tua Torre. Gli interessanti consigli che dai nei tuoi post mi hanno acceso più di qualche idea interessante.

    Ciao
    Valter Romani

  • Ciao, Marco.

    Tra tutte le cose interessanti, che hai detto, mi hanno interessato sopratutto le seguenti due, tra loro associate: qualità+tipo d’argomento.
    A mio avviso, sia per Adsense, che per altre attività, mi riferisco in particolare al marketing online, penso che, certo, senza qualità non si vada molto lontani.
    Ma questo non basta, occorre anche cogliere l’argomento giusto, quello per il quale siamo portati, e che “tiri” si internet.
    Diversamente, la sola qualità, o il solo argomento, difficilmente portano a risultati significativi.
    Ancora un saluto ed un augurio di brillante successo.

    Gian Piero Turletti
    (autore di Progetto azienda).

  • Certo Vincenzo, il mercato di AdSense è estremamente proficuo.

    Per Valter devo dirti che sono felice che i miei consigli ti abbiano fatto ritrovare gli stimoli giusti. Se vuoi posso consigliarti un manuale di php molto valido, io ho imparato tutto da quello e devo dire che mi sento molto fortunato a conoscere il php in quanto mi permette di fare praticamente tutto quello che voglio, con AdSense e non. Se ti interessa contattami pure.

    Per Gian Piero hai perfettamente ragione… la qualità è un must ma va sempre riferita al tipo di nicchia perchè a parità di qualità nicchie diverse possono dare risultati diversi.

  • I manuali che ho comprato sono: Subito e facile PHP 5 (Ed. Holzner) e Sviluppare applicazioni web con PHP e MySql (Apogeo). Tu quale usi?

    Appena sarò autosufficiente ti metterò al corrente di qualche mio progetto. Sono sicuro che qualcuna delle idee che mi frullano in mente piaceranno a molti di voi. E chissà che non si riesca a sviluppare un po’ di soldi insieme.

    Il problema è che penso troppo più velocemente di quello che riesco a gestire.

    Valter

  • Valter il mio libro è Guida a PHP seconda edizione (probabilemte ora è uscita la terza) di Tim Converse e Joyce Park della McGraw Hill. E’ davvero stupendo.

    Mi ha permesso di fare cose impensabili, anche con AdSense.

  • vorrei aprire un sito dove trovo delle informazioni su questo AdSense giusto per capire cos’è e come funziona,non so nulla di AdSense quindi non mandatemi link dove comprare libri prima di comprare vorrei capire bene di cosa si tratta grazie.

  • Ciao Gio ti invio alcuni link utili per farti capire di cosa si tratta. Spero che tu e tutti gli altri che non sanno cosa sia AdSense capiscono quanto è potente questo strumento per guadagnare.

    https://www.google.it/services/adsense_tour/index.html fai questo tour spiega tutto in 10 diapositive.. è utilissimo

    http://www.google.com/adsense/?hl=it è la pagina di google, spiega in poche parole di cosa si tratta

    it-adsense.blogspot.com blog ufficiale italiano di AdSense

    https://webmarketing.html.it/guide/leggi/142/guida-google-adsense/ guida (lunghetta) su adsense di html.it

  • grazie Marco molto gentile

    scusate se esco fuori tema ma colgo l’occasione per dirvi che mosso da un mio dubbio ho lasciato un commento all’articolo che parlava del ebook La libertà di Raimondo raggiungibile mediante un link alla destra del sito so che la discussione era ormai “morta” ma se c’è qualcuno ingrado di rispondere alla mia domande lo ringrazzio anticipatamente

  • Gio ti ho risposto nell’articolo di Lorenzo pubblicato in precedenza 😉

  • grazie per la risposta

  • Per guadagnare con AdSense è importante utilizzare vari formati di annunci ed abbinarli alla formattazione delle proprie pagine web…

    Navigando sui vari siti si nota che vengono utilizzati 1-2 formati di annunci al massimo. Secondo le mie esperienze è un approccio sbagliato e non permette di realizzare profitti interessanti.

    Diversificare è importante. Cosa dici Marco? Sei d’accordo con me? 😉

  • D’accordissimo Massimo sui formati.. ce ne sono alcuni che danno risultati fantastici, e altri che convertono meno, ma dipende anche da sito a sito…

    certo è bene anche abbinarli, farli sembrare parte integrante della pagina web.. ma non bastano solo queste cose… ne servono tante altre 🙂

    è solo una minima parte della costruzione della Torre di AdSense…

  • Per Marco De Carlo
    Ciao Marco,
    rivolgo a te questa domanda in quanto ho visto che sei ferrato nel discorso fiscale.
    Sono un dipendente pubblico e il mio contratto vieta una seconda attività, volevo un tuo consiglio eventualmente come muovermi se dovessi iniziarla. Da premettere che ho un blog e sono affiliato Autostima.net e siccome non saprei come fare ho il blog per passione senza vendere nulla.
    In questo caso visto che faccio pubblicità e recensione di prodotti anche senza guadagni potrei essere in difetto a livello fiscale?
    Invece se dovessi guadagnare qualche euro con il fisco come sarei messo?
    Grazie per la tua collaborazione

  • Ciao, ho letto che per guadagnare con AdSense servono contenuti e qualità e vorrei sapere se il mio blog ha buone possibilità, se non ne ha o se devo modificarlo.
    Ah, naturalmente la domanda è per Marco, ma terrò conto anche di altre risposte.
    Grazie

  • Michele se fai recensioni e pubblicità a prodotti senza guadagnare non hai bisogno di nulla..puoi non farti partita iva visto che non guadagni neanche un centesimo…

    il discorso cambia se metti la pubblicità e guadagni con Autostima.Net. Questo per lo stato italiano equivale al fatto che tu ti stai “organizzando per fare impresa”. Ripeto le due condizioni: se hai un’attività che ti consente di guadagnare per più di 30 giorni l’anno, o fai più di 5000 euro l’anno necessiti di partita iva. Basta che si verifichi una di queste due condizioni per necessitare di partita iva.

    Chiaramente se promuovi gli infoprodotti di Autostima.Net è probabile che prenderai almeno due “stipendi” durante l’anno, quindi dovresti farti la partita iva se vuoi essere in regola fiscalmente. Anche se a gennaio guadagni 1 centesimo e a febbraio 1 centesimo devi comunque farla. Allo stato non interessa se vai in perdita.

    Per il fatto del contratto che vieta una seconda attività (a parte che io penso che sia molto triste questa cosa) in teoria non potresti fartela. Ma la gente risolve intestando la società a qualche altra persona (chiaramente è un metodo illegale sconsigliato).

  • Carlo il tuo blog non è male.. potresti ottenere dei buoni profitti con AdSense.. hai anche una grafica chiara e semplice dove gli annunci starebbero a pennello se ottimizzati…

    Magari dovresti migliorare un po la popolarità e aumentare il traffico..ma sono cose che vengono automatiche nei blog se scrivi roba di qualità…

    però hai delle buone potenzialità.. la qualità è un qualcosa di molto astratto.. devi scrivere qualcosa di utile per chi legge, devi “costringere” i tuoi lettori a tornare giorno dopo giorno a leggere il tuo blog.

    Devi mettere bene in evidenza i tuoi feed, è un’arma fondamentale per il sucesso. Per i contenuti devi continuare ad aggiungere post con una buona frequenza, e piano piano le pagine aumenteranno. Ovviamente scrivi sempre cose utili e non reperibili su altri siti, o il tuo blog rimarrà anonimo e la gente non lo visiterà.

    Nomina magari alberghi, strutture estive, resort etc in modo da forzare gli annuni e far apparire quelli molto remunerativi (d’estate c’è un grande business su adwords sulle keywords “estive”).. potresti percepire anche più di un dollaro per click

    continua così 🙂

  • Ciao Carlo, “scusa se rispondo prima io” di Marco 🙂 . Non sono un esperto di adsense, Marco ne capisce molto più di me, però il Seo compensato a tecniche Adsense può creare un esplosione di guadagni, Marco lo sa bene..

    Ho dato un veloce occhiata al tuo blog e sicuramente hai centrato un passo fondamentale, la targetizzazione degli utenti.. Gli utenti e anche Google e compagni danno valore ad un Blog se è di una nicchia specifica.

    L’idea è ottima è sei partito bene per questo punto..

    Un altro aspetto fondamentale è il traffico che deriva dai motori. Quando parliamo di contenuti di Qualità cosa intendiamo? Dipende.. Perchè possono essere di qualità per gli utenti e pessimi per i Motori di Ricerca, infatti la via di mezzo è sempre la migliore.

    Le domande più comuni da porgere possono essere

    Carlo come crei i tuoi articoli? Dai attenzione alle keywords? Sai cosa sono le keyphrase? Fai un analisi delle keywords, della concorrenza e della potenziale visibilità del tuo articolo secondo determinate keywords?

    Sono domande semplici che se risolte possono aumentare il traffico del 300%.

    Comunque Carlo, per te e tutti gli affiliati sto preparando un corposo Report gratuiro che si chiama SEO ARTICLE. E’ diretto a tutti gli affiliati e a chiunque possiede un blog e voglia ottimizzare gli articoli per i posizionamenti sui motori.

    Naturalmente il tandem “Triangolo del Seo” e ” Torre di Adsense” possono veramente creare delle rendite online capienti…

    Il Report gratuito SEO ARTICLE sarà disponibile nei prossimi giorni. 😉

  • Per Marco De Carlo
    Ciao Marco,
    ho afferrato il concetto.
    Sono affiliato dall’ottobre 2007 e ad oggi ho guadagnato solo 14,70 euro nel mese di febbraio con una vendita,(mai pagate in quanto con autostima bisogna raggiungere la soglia dei 300,00 euro) i 30 euro di bonus gli ho utilizzati a comprare altri libri, poi il restante dei mesi zero, in questo caso come devo fare? E’ opportuno cancellare l’account di Autostima.net e poi magari quando le cose sono risolte fare di nuovo l’affiliazione?
    grazie

  • Non non devi cancellare nessun account… dipende da cosa vuoi fare tu… in teoria dovresti aprire partita iva al momento della ricezione dei pagamenti.. se ora non hai guadagnato soldi non ti conviene aprire nulla, a meno che non decida di guadagnare ad esempio con AdSense…

    Non cancellare nulla, continua a vendere gli ottimi prodotti di Autostima.Net

    Se poi dovrai ricevere guadagni allora fai in modo di creare la ditta.. oppure utilizzi i crediti di Autostima per scaricare altri manuali del sito

  • Sono d’accordissimo con Lorenzo, “Il Triangolo del Seo” e “La Torre di AdSense” possono portare i guadagni a livelli spaventosi, il SEO è una questione fondamentale per l’esistenza di un sito web ed unito ad AdSense può dare molte soddisfazioni, vedere i miei screenshots per credere 🙂

    Trovo utilissima l’idea del report gratuito SEO ARTICLE non vedo l’ora di scaricarlo Lorenzo.. grazie mille per il tuo lavoro e per la tua competenza che metti a disposizione di tutti…

  • Di niente Marco figurati.. Pensate Marco ed io stiamo valutando di unire le nostre conoscenze per creare forse un “mostro” tramite adsense e seo..

    ps: Marco devo anch’io lodarti per le risposte professionali che lasci ai dubbi di tutti. Te l’ho già detto, mi fa molto piacere collaborare con te.. 😉

  • si chi cade in questa trappola poi spesso ci rimane e rinuncia ad adsense, una domanda secondo te nel mercato italiano quant’è il massimo che si può ricevere da un click su adsense? e la media generale di guadagno per click?

    nel mio caso il massimo non va sopra i 2€ e la media e 80 centesimi

  • Hey Marco, mi hai tradito con Lorenzo. Non vale!

    Scherzo dai… 😀 comunque giorni fa avevo proprio chattato con Marco a proposito delle sue competenze, nell’ottica di poter creare qualcosa e condividere la sua bravura con tante altre persone.

    Lo sappiamo, tanta gente è alla ricerca di arrotondare lo stipendio e porre così rimedio a questo “carovita”. Cosa ne dite Marco e Lorenzo, facciamo qualcosa insieme? 😉

  • Ciao Carlo,
    Il tuo blog mi piace. Se posso permettermi:

    * Togli il banner alto e mettili sulla fascia destra
    * Proponi servizi/prodotti a tema per i viaggi
    * Sono ottimi i noleggi auto all’estero (Zanox.it da l’affiliazione)
    * Con Booking.com puoi offrire gli hotel ed altro
    * Offri un servizio newsletter
    * Usa parole chiave all’interno dei tuoi post

    Buon lavoro! 😉

  • Ehy Massimo, Marco non ti ha tradito :-). Anzi mi ha detto che voleva fare un trio con te .. 🙂

  • Comunque Massimo Contattami mandami la tua e-mail.. Mgari mandami msn se lo usi

  • OK Lorenzo! 😀

  • Scusate ero tutto il giorno ad un parco acquatico 🙂 è il bello di adsense e delle rendite automatiche 🙂

    Per isaac per quanto mi riguarda i miei top click sul mercato italiano su adsense non mi hanno dato mai più di 4 dollari.. ma non escludo che ci possa essere qualche click più remunerativo, magari con un ottimo smart pricing…ma sono casi molto molto rari, anche per me…

    in ogni caso devi avere una nicchia molto remunerativa se la tua media è 80 centesimi… posso vedere il tuo sito?

    Confermo l’idea del sito “mostro” che unisce seo, web marketing e adsense 🙂

  • 😀

    😉

  • Per Marco De carlo
    Ciao Marco,
    scusami se insisto, vorrei altre delucidacizioni.
    Quindi facciamo il punto:
    mettiamo che io guadagno per 60gg consecutivi 1.000,00 euro e li voglio investire tutti nell’acquisto di prodotti di autostima.net, io al fisco cosa gli devo? Cioè posso io fare questi passaggi ai fini commerciali senza dover denunciare niente ai fini fiscali, in quanto è per un uso personale anche se pubblicitario, oppure invece di parlare di prodotti di autostima parlo di prodotti materiali, per esempio le auto e cioè pubblicizzo le vendite delle auto ho la mia percentuale e li reinvesto comprando auto, spero di essermi spiegato bene e di avere una risposta. Grazie
    Per me è di vitale importanza sapere questo, in quanto questo mondo mi affascina e spero di iniziare presto

  • Michele distinguiamo due casi:

    1) se guadagni per 60gg consecutivi 1000 euro su AUTOSTIMA e usi questi soldi per ottenere i libri di Autostima (con il moltiplicatore di commissioni) non devi nulla al fisco, perchè tu non ricevi denaro. E’ come se Autostima ti pagasse con i suoi ebook in cambio del tuo aiuto a pubblicizzare i suoi prodotti. Se invece ti prendi i tuoi 1000 euro e poi li usi per comprare gli ebook (in pratica non usi il moltiplicatore di commissioni) allora devi avere la ditta.

    2) se guadagni per 60gg consecutivi 1000 euro su ADSENSE e usi questi soldi per comprare i libri di Autostima allora devi farti la ditta. Perchè da Google ricevi soldi veri e quindi devi dichiararli. Poi che li usi per comprare libri di Autostima o farti una vacanza allo stato non interessa.

    Allo stesso modo se vendi auto e prendi percenutali. Non conosco programmi di affiliazione che pubblicizzi auto e ti pagano in auto 🙂 quindi sicuramente riceverai dei soldi per la tua pubblicità. Per cui è come il punto 2) ovvero anche in questo caso devi avere la ditta.

    E’ quello che volevi sapere? dimmi se va bene o se c’è ancora qualcosa che non ti è chiara.

  • Io produco un articole che ritengo abbia grande possibilità di sviluppo, e lo vendo tramite importatori e distributori con bassissimi margini e alto rischio.
    Vorrei provare a vendere direttamente almeno in Europa ,posso utilizzare le tecniche Ad sense ecc ? Come posso impararle?
    Grazie saluti Giancarlo

  • Certo Giancarlo. Ogni sito può utilizzare AdSense… anzi è un ottimo strumento per convertire ind enaro i visitatori che non avrebbero acquistato i tuoi prodotti.

    Per imparare le tecniche più efficaci per avere i guadagni migliori, ti consiglio il mio ebook La Torre di AdSense su https://www.autostima.net/raccomanda/torre-adsense/

  • Per Marco De carlo
    Ciao Marco,
    tutto chiaro al 99%, un ultima cosa dove ripropongo la domanda:
    facciamo il caso che non vendo auto ma vendo materiale tipo: videocamere, computer, films, cell, etc la percentuale che riesco ad ottenere nelle vendite le posso reinvestire nella stessa azienda per la quale vendo i suoi prodotti oppure vale il discorso di cui sopra e cioè devo avere la ditta. Grazie

  • Ok Michele se puoi ottenere i prodotti che pubblicizzi, con le commissioni che hai realizzato, allora non devi avere partita iva.. perchè è lo stesso caso di Autostima con il moltiplicatore delle commissioni.. in pratica devi farti pagare in prodotti…

    se però l’azienda ti paga con soldi e poi usi quei soldi per comprare i prodotti che pubblicizzi allora per lo stato devi avere partita iva..

  • Ciao, ho letto i commenti e volevo ringraziare Marco e Massimo.

  • figurati Carlo 🙂

Aggiungi un commento

Giacomo Bruno in TV

Giacomo Bruno su Il Sole 24 ORE

Giacomo Bruno intervistato al TG1

Giacomo Bruno in Camera dei Deputati

Giacomo Bruno all'Evento Numero1

Giacomo Bruno al Premio TwoCommaClub 1.000.000$

Giacomo Bruno sulla Classifica Amazon

Giacomo Bruno su Rai1

Giacomo Bruno al WakeUpCall

Giacomo Bruno sulla Filosofia Numero1

Giacomo Bruno su Radio Italia

Giacomo Bruno su Radio RAI1 per il Salone del Libro

Pubblica il tuo libro


AMI I LIBRI? Il "MONDO" di Bruno Editore è un ecosistema che ti accompagna nel tuo cammino, ovunque tu sia e ovunque tu voglia arrivare.

- Pubblicazione con Garanzia Bestseller
- Ghost Publishing: scriviamo il libro per te
- Business Building: rendite dal libro
- International Bestseller in tutto il mondo
https://www.brunoeditore.it

Libro GRATIS



Scopri come avere in omaggio una copia del nuovo libro Scrittura Veloce.

Scrivere un Libro?


Scopri Bruno Editore™, il primo Editore al mondo a pubblicare il tuo libro e trasformarlo in un Bestseller Amazon in tutto il mondo.

Archivio Articoli: