Foto Iniziale

3 Trucchi per elevare lo spirito

Maurizio GaniÈ un mondo pieno di maestri, non è vero? Ovunque volgiamo lo sguardo, ne troviamo uno pronto ad insegnarci ad elevare lo spirito. Raggiungere un alto livello spirituale è in assoluto il cammino più profondo, straordinario e ammirevole lungo il quale siamo chiamati a procedere. Gli alti piani della spiritualità umana si raggiungono solo affrontando problemi importanti, risalenti alle origini della vita, toccando una vasta gamma di argomenti.

PRIMO TRUCCO: diffidare dai maestri i quali, con metodologie diverse, associano la crescita spirituale alla cura delle malattie e alla ricerca del benessere puramente materiale.

Un buon inizio è dunque rappresentato dal fatto di cominciare a liberarci da ogni tipo di attaccamento, dall’intimo desiderio di ricevere in dono dei poteri, di guarire le malattie. Si tratta di elevare, innanzitutto, la nostra capacità di comprendere le altre persone, abbandonando psicologicamente tutti i nostri attaccamenti. Chi vuole imparare tutto, non imparerà nulla se non mette in pratica un alto livello di empatia nei confronti del prossimo. Dobbiamo abbandonare pensieri legati alla competizione, agli imbrogli, al guadagno personale basato sulle altrui perdite. Se fissiamo i pensieri legati agli attaccamenti materiali, o ai problemi di salute, non possiamo elevare lo spirito.

SECONDO TRUCCO: l’intero processo di coltivazione dello spirito consiste nell’abbandonare ogni attaccamento umano, sempre, senza mai fermarsi.

Curare le persone, aiutandole a stare in forma e in salute, non significa, per forza, eseguire una buona azione: invece di rimuovere il dolore, rischiamo solo di rimandarlo e trasformarlo in qualche cosa di peggio. Annullare il dolore significa eliminare un debito derivante da una nostra cattiva azione del passato e il primo fondamentale passo per arrivare a tanto è proprio quello di voler coltivare la propria spiritualità per raggiungere livelli elevati. La vita di tutti noi è fatta in modo da nascondere la vera natura dell’universo, una natura benevola, spinta da una energia miracolosa la quale, come postula il principio della termodinamica “niente crea e niente distrugge: tutto trasforma”.

TERZO TRUCCO: non arrendersi all’idea che siamo persi in un mondo d’illusioni, ma convincersi che la nostra innata natura sia pura e benevola.

Diventando adulti molte persone sviluppano delle relazioni sociali collettive soccombendo ad una forma d’egoismo che le fa, inevitabilmente, scendere sempre più, fino a raggiungere il livello più basso in assoluto: quello dell’indifferenza verso il prossimo. Ebbene, il primo passo per guarire dalle malattie eliminando il dolore, è rappresentato dalla coltivazione dello spirito in modo tale da farlo ritornare alla sua vera origine, pura e benevola, immune al principale male del nostro tempo: l’indifferenza.

A cura di Maurizio Gani

VUOI PUBBLICARE IL TUO LIBRO?

Vuoi pubblicare il tuo libro?

Scopri BRUNO EDITORE, la prima casa editrice al mondo per pubblicare un libro e diventare Bestseller Amazon.

>> INIZIA ORA

photo

Giacomo Bruno

Ingegnere elettronico, è stato nominato dalla stampa “il papà degli ebook” per aver portato gli ebook in Italia nel 2002, 9 anni prima di Amazon e degli altri editori. E’ Autore di 26 bestseller sulla crescita personale e con la sua casa editrice Bruno Editore ha pubblicato 600 libri sui temi dello sviluppo personale e professionale. E’ considerato il più noto “book influencer” italiano perché ogni libro da lui promosso o pubblicato diventa in poche ore Bestseller n.1 su Amazon. La sua newsletter viene seguita ogni giorno da oltre 150.000 affezionati lettori. Il suo Blog e i suoi canali social sono seguiti da oltre 1.000.000 di follower. Il suo lavoro è seguito dalla Radio, dalla Stampa e dalle TV nazionali.

Potrebbero interessarti anche questi: