Come incentivare l’apertura del tuo bed and breakfast attraverso la formula magica b&b&b



Una strategia vincente utilizzata sempre più frequentemente soprattutto dai nuovi imprenditori/gestori di bed and breakfast è senza ombra di dubbio data dall’utilizzo della formula del B&B&B.

Ti starai chiedendo cosa voglia dire. Te ne parlerò a breve.

Il bed and breakfast è a tutti gli effetti un’attività commerciale, e, come ben sai, quando si intende avviare un’attività commerciale è necessario affrontare degli investimenti iniziali.

Tuttavia, a differenza di qualsiasi altra attività commerciale, l’avvio di un bed and breakfast presenta dei vantaggi oggettivi davvero di non poca importanza.

Citandone alcuni, non è necessario ad esempio possedere una partita Iva, non occorrono particolari adempimenti fiscali, è sufficiente una contabilità di bilancio semplice, ma più di tutti il fatto che il locale in cui opera il bed and breakfast non è altro che la tua abitazione, dove vivi e risiedi abitualmente.

Anche se questi sono eccellenti vantaggi che possono incentivare l’avvio di un bed and breakfast, molte persone riscontrano timore nell’investire nell’apertura della struttura ricettiva. I motivi sono diversi (inesperienza, incapacità, disinformazione), ma su tutti predomina il problema denaro.

Ciò che ti ho appena descritto può essere la tua storia, forse no, ma è stata sicuramente la mia storia e la storia di tante persone che desiderose di avviare un bed and breakfast hanno dovuto rinunciarvi per mancanza di denaro.

Però qualche anno fa c’è stata una persona che si è differenziata tra queste. Questa persona non ha voluto rinunciare alla sua idea di avviare un bed and breakfast. Ed ha inventato per così dire la strategia B&B&B.

Questo acronimo sta a significare semplicemente Baratto-Bed-Breakfast. Significa che il gestore di un bed and breakfast, in cambio del pernottamento, invece di farsi saldare il soggiorno in denaro si fa pagare, o meglio baratta, con un bene che può essere utilizzato all’interno della struttura.

Vediamo meglio come funziona. Un potenziale cliente contatta il proprietario della struttura, richiede la disponibilità e ci si mette d’accordo su ciò che dovrà portare al suo arrivo in cambio della permanenza. Si può trattare di un tavolo, di alcune sedie, di un piccolo televisore, un lettore DVD, un decoder per il digitale terrestre, insomma tutto ciò in possesso del cliente che può essere utile al bed and breakfast.

Questa strategia viene largamente utilizzata negli ultimi tempi proprio da quelle persone che per problemi di denaro non riescono ad avviare il loro bed and breakfast. Invece di avviare una struttura ipotizziamo con quattro camere, avviano un bed and breakfast con due sole camere, e le restanti camere le creano proprio con i beni derivati dal baratto.

Il B&B&B si è addirittura evoluto. Non solo si baratta la vacanza con un bene, ma addirittura con un servizio. Cosa significa? Se sono un bravo giardiniere ad esempio, posso barattare la mia vacanza offrendo le mie prestazioni alla struttura stessa. Posso prendermi cura del giardino, delle piante, dei fiori per tutto il periodo in cui sono ospite. Se ci pensi bene si tratta di un vantaggio addirittura triplice:

  1. per il proprietario del bed and breakfast, il quale può avvalersi di un servizio che se richiesto direttamente sarebbe costato una certa somma di denaro, anche maggiore rispetto al costo del pernottamento;
  2. per il cliente, il quale può permettersi una vacanza senza spendere un euro per pernottare, lavorando solo per poche al giorno;
  3. per la struttura ricettiva, che avrà post opera un livello qualitativo superiore.

Questo discorso ovviamente non vale solo per i giardinieri, ma per tutte quelle categorie di lavori che possono essere utili ad una struttura ricettiva quale bed and breakfast, che sia un pittore, un idraulico, addirittura un realizzatore di siti internet che potrà realizzare il tuo sito in cambio di un pernottamento presso la tua struttura.

Si può davvero spaziare in molte direzioni. Grazie a questa strategia decine di imprenditori hanno potuto realizzare realmente la loro struttura ricettiva.

Ti ringrazio per l’attenzione e spero che questi consigli possano esserti davvero d’aiuto.

A cura di Massimiliano Poli
Autore di Bed and Breakfast di Successo





Aggiungilo al carrello e scaricalo in 60 secondi!
La Più Vasta Opera di Programmazione Neuro-Linguistica per la Tua Crescita Personale, Professionale, Finanziaria
Acquista




Lascia il tuo commento

commenti

5 Commenti

  • Interessante questa formula, che riconduce all’acronimo B&B&B, che ha già una certa diffusione, ed infatti l’ho visto applicare non solo nel caso specifico del B & B, ma anche, ad esempio, in agriturismi, o pensioni.

    Al tempo stesso, un problema tipico di questa forma imprenditoriale (a suo modo, è anche questa una forma imprenditoriale) è legata all’esigenza della promozione pubblicitaria, del farsi conoscere.
    A tale riguardo, sono state utilizzate alcune particolari formule, incentrate, secondo i casi, su uno specifico tipo di pubblicità e di contratto.
    Intanto, alcune strutture hanno pensato di ricorrere da una pubblicità tutto sommato poco dispendiosa, quella radiofonica, in quanto comunque presenta la possibilità di essere concentrata in determinati contesti geografici(basti pensare alla pluralità di radio locali), e non presenta certo i costi realizzativi di quella televisiva, ma pubblicità che presenta comunque una sua efficacia.
    In chiave di marketing si deve, infatti, sempre considerare chi assume determinate desioni d’acquisto, ad esempio nel contesto familiare, ed ancora una volta, le ricerche ci dicono che prevale tuttora la donna, nel contesto familiare, anche per soggiorni in B & B, donna che, se casalinga, magari non sta lì ferma davanti alla televisione, ma durante il giorno sbriga le faccende domestiche, spesso lasciando la radio accesa (da tali ricerche sull’uso del mezzo radiofonico, si sono compresi taluni possibili effetti pubblicitari di questo mezzo di comunicazione).

    Naturalmente, si può anche suggerire il baratto tra soggiorno in B & B ed una serie di passaggi radiofonici con l’eventuale responsabile di una radio, se si ha l’opportunità di contattarlo, ma si applicano, talora, delle formule a provvigione, nel senso di pubblicità non pagata in quanto tale, ma con una provvigione sui guadagni realizzati.

  • Molto interessante questa nuova formula di B&B&B ma, alla luce delle attuali normative di legge Italiane in termini di Responsabilità Civile e di normativa Fiscale, mi chiedo se sia realmente possibile.

    Facciamo un esempio: se l’ospite “giardiniere” fa male a se o ad un altro ospite durante il soggiorno mentre fa la sua prestazione d’opera, come viene gestito l’evento dal punto di vista di responsabilità civile (e penale nei casi più gravi?) Non mi dilungo su questo aspetto anche perché le eventuali conseguenze e sviluppi sono facilmente intuibili.

    Vediamo ora se, tale “baratto” non sia configurabile in termini tributari come un “mancato pagamento” di IVA o di imposte? E la cosa è semplice da dimostrare.
    Nel caso specifico preso ad esempio, vengono posti in essere due “rapporti contrattuali” ben distinti: il primo è un rapporto di prestazione di un servizio di tipo “alberghiero” nel senso che il proprietario, in cambio di una somma di denaro (es. 100 euro sulle quali deve pagare le tasse!) offre l’ospitalità di due notti per dormire e due prime colazioni.
    Il secondo rapporto contrattuale è quello di tipo occasionale nel quale l’Ospite presta un servizio di giardiniere (in cambio di un corrispettivo di 100 euro sulle quali deve pagare le tasse!) e taglia l’erba e pota le piante del giardino.
    Il fatto che questi due rapporti contrattuali ben distinti siano temporalmente contestuali e che i relativi pagamenti si compensino tra loro come importo, non esonerano il titolare del B&B a dichiarare tale incasso (e la relativa spesa sostenuta) e, nello stesso tempo, chi ha fatto il giardiniere dovrebbe dichiarare il guadagno occasionale (a meno che non si tratti di lavoro “in nero”).

    Proprio per questo, il baratto non sempre è ammesso. Non voglio sembrare troppo pignolo ma la Legge, in questo caso, è abbastanza chiara.

  • Provo a risponderti io, intanto, Alberto, anche perchè mi è capitato di esaminare tali fattispecie.

    Punto 1:
    sempre meglio mettersi a posto con gli adempimenti IVA, quantificando il valore delle controprestazioni.
    Questo perchè, se si applica una certa interpretazione della normativa fiscale al riguardo, diversamente il baratto potrebbe essere considerato problematico, rispetto a certe norme.
    Proprio per questo motivo, si potrebbe pensare alla formulazione di una apposita fattispecie contrattale di “SCAMBIO DI PRESTAZIONI”, e si precisa, già in tale ambito, che si attribuiscono determinati controvalori alle prestazioni e che si applicano le norme in materia di IVA e via dicendo.
    Del resto, la problematica non è così diversa dai casi di associazione in partecipazione, previsti dal codice civile-

    Punto 2: resp. civile e penale.
    Chi stipula una siffatta fattispecie, è soltiamente considerato alla stregua di un collaboratore autonomo, e certo non inquadrato come dipendente.
    Tuttavia, nonostante tale necessaria precisazione, non si può escludere la qualificazione come commesso, in quanto incaricato da un committente, ai sensi art. 2049 c. civ.

    Peraltro, da rilevare che tale articolo, in quanto norma da considerare non eccezionale, ai sensi art. 14 delle “DISPOSIZIONI SULLA LEGGE IN GENERALE”, consente anche la generale applicazione per via analogica, che porterebbe, ovviamente, all’affermazione per responsabilità civile, in considerazione della ratio legis.
    Infatti, sotto tale profilo, il rapporto tra committente e commesso, non è diverso da quello tra gestore del B & B e l’autore della controprestazione, in quanto si tratta sempre di responsabilità riconducibile, ovviamente, a culpa in eligendo o in vigilando, e dunque…..

    Per la resp. penale, invece, valgono i principi generali in tale materia, ovviamente, da ricondurre, quindi, essenzialmente ai reati contravvenzionali, puniti con dolo o colpa, ed ai delitti colposi, qualora si ravveda un concorso di colpa anche del gestore quanto a rapporto di causalità tra comportamento ed evento dannoso ed a prevedibilità e prevenibilità di quest’ultimo.

  • Ciao a tutti voi

    letto questo articolo mi e subito venuto da pensare al fatto che da me queta attivita rende pochino. Il mercato a mio avviso e gia saturo

    Parlo della zona di Chiavenna (so) , anche se spostandosi un pochino

    l e-book deve essere molto utile spero di leggerlo presto

    compliementi come al solito

    passionalmente

    claudio : )

  • CIAO A TUTTI IO PARTO DA ZERO ,,VORREI AVVIARE IL MIO PICCOLO SOGNO NEL CASSETTO DA TANTO TEMPO.,.,VORREI DELLE INFORMAZIONI SU COSA E COME FARE X AVVIARLO,PRIMA COSA VORREI SAPERE SE POSSO IN UNA CASA CHE A TUTTO OGGI PAGO UN MUTUO ,,SECONDA COSA ,DEVO ABITARCI ANCHE IO X FORZA OPPURE POSSO SOLO AFFITTARE ?OVVIAMENTE FAREI QUALCOSA DI CARINO ACCOGLIENTE,TIPO TV E SERVIZIO IN CAMERA ,VISTO CHE CASA MIA è 90 METRI QUADRI CON DUE BAGNI E SITUATA SULLA PIAZZA DEL CENTRO CON BELLA VISTA DALLE TRE TERRAZZE,CONFIDO NEI VOSTRI CONSIGLI CORDIALI SALUTI ANDREA..

Aggiungi un commento

Giacomo Bruno in TV

Giacomo Bruno su Il Sole 24 ORE

Giacomo Bruno intervistato al TG1

Giacomo Bruno in Camera dei Deputati

Giacomo Bruno all'Evento Numero1

Giacomo Bruno al Premio TwoCommaClub 1.000.000$

Giacomo Bruno sulla Classifica Amazon

Giacomo Bruno su Rai1

Giacomo Bruno al WakeUpCall

Giacomo Bruno sulla Filosofia Numero1

Giacomo Bruno su Radio Italia

Giacomo Bruno su Radio RAI1 per il Salone del Libro

Pubblica il tuo libro


AMI I LIBRI? Il "MONDO" di Bruno Editore è un ecosistema che ti accompagna nel tuo cammino, ovunque tu sia e ovunque tu voglia arrivare.

- Pubblicazione con Garanzia Bestseller
- Ghost Publishing: scriviamo il libro per te
- Business Building: rendite dal libro
- International Bestseller in tutto il mondo
https://www.brunoeditore.it

Libro GRATIS



Scopri come avere in omaggio una copia del nuovo libro Scrittura Veloce.

Scrivere un Libro?


Scopri Bruno Editore™, il primo Editore al mondo a pubblicare il tuo libro e trasformarlo in un Bestseller Amazon in tutto il mondo.

Archivio Articoli: