Archivi Annuali: 2012

3 Trucchi per studiare bene

Giuseppe MarchesielloEcco alcuni consigli su come studiare bene:
1)studia giorno per giorno ciò che l’insegnante spiega. In questo modo dovrai studiare solo 2-3 pagine alla volta e alleggerirai notevolmente il tuo lavoro. I vantaggi sono molteplici: ti suddividerai il lavoro e dovrai solamente ripassare il giorno prima di una verifica; capirai meglio gli argomenti; se non capisci qualche parte, puoi sempre chiedere spiegazioni e discuterne con l’insegnante in tempo; avendo già studiato l’argomento, capirai meglio le spiegazioni future e potrai intervenire e chiedere approfondimenti.

Inserito da

Come promuovere la tua attività commerciale con strumenti low cost

Barbara FerrierIl tessuto economico italiano è ricco di piccole attività commerciali che operano su di un territorio ben preciso. Non tutti vendono dallo Stretto di Messina alle Alpi, però un negozio può essere il punto di riferimento della propria città. Il Local Marketing si occupa delle realtà che devono fare comunicazione mirata sul proprio territorio

Inserito da

5 Segreti per trasformare la fine di un lavoro da dipendente in un’opportunità di crescita professionale

Laura TentoliniPerdere l’impiego può rappresentare un’opportunità di rinascita professionale, un’occasione per mettersi alla prova davvero, per crescere, per sentirsi realizzati. L’obiettivo è trasformare la frustrazione del dipendente in un’occasione per riflettere e dare voce alle proprie attitudini. In questa prospettiva, la fine del lavoro dipendente non rappresenta una perdita ma al contrario la possibilità di iniziare una nuova vita più appagante

Inserito da

Come mostrarsi ed essere attraente, coinvolgente ed empatico sui social network

Francesco Lo MonacoL’approccio ad un potenziale contatto che ci piace sui social network è sicuramente un tipo d’approccio differente rispetto ad uno dal vivo di tipo tradizionale.
Tale approccio specifico in rete possiede una serie di caratteristiche ben precise e codificate in quanto abbiamo a che fare con una tipologia di comunicazione “menomata”, ossia ridotta e compressa esclusivamente ad alcuni nostri canali espressivi solitamente la parola scritta e le immagini in alcuni casi.

Inserito da